Ferrari, calma con i disfattismi

GP della Malesia

GP della Malesia

E’ vero, un errore per la strategia di Massa in Australia. Poi una presa di posizione errata dell’intero staff tecnico nelle qualifiche malesi.

La decisione di montare le gomme da bagnato a Raikkonen era una delle poche mosse possibili per ribaltare una gara storta. E’ andata male, ma siamo alle solite perché sarebbe bastato un favore minimo del meteo per farne un colpo di genio.

Raikkonen, piuttosto, in palla nemmeno in Malesia dopo l’errore quello sì, che avrebbe potuto produrre un secondo posto a Melbourne.

Forse c’è chi deve interpretare questa situazione in maniera più aggressiva, ma calma con i bilanci i disfattismi. La Ferrari ha uno staff tecnico di prim’ordine e abbiamo a che fare con un mondiale imprevedibile, anche nel caso in cui passino i fondi incriminati.

Meglio stare bassi con i processi sommari perché questa squadra, con queste persone e non altre, ha vinto tre titoli sui quattro disponibili negli ultimi due anni, senza Schumacher. Il kers salta: bene ma c’è e soprattutto verrà buono, farà differenze certe. In aggiunta esistono troppi disturbi per fare una analisi e attribuire cole definitive. Non c’è nulla di compromesso, anche se è il momento di fasare qualche elemeto su una situazione inedita.

La Ferrari deve inseguire. Non certo e non solo per colpe proprie. Basta ragionare sulle classifiche e sui relativi protagonisti, basta sostenere, a questo punto, invece di infierire senza riflettere come si fa al bar del pallone.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

107 risposte a “Ferrari, calma con i disfattismi

  1. infatti nn deve piacere deve vincere!!!cosa che ha fatto al suo primo anno in ferrari, se poi maranello nn lo sostiene come ha fatto con schumy nn è colpa sua, schumacher nn avrebbe vinto 7 titoli tra benetton e ferrari se nn ci fosse stato a sostenerlo briatore/brawn prima e todt/brawn dopo, ricordiamo quanti rospi ha ingoiato irvine/barrichello, bisogna puntare su un solo pilota x vincere e ad oggi kimi è sicuramente piu veloce di massa, sempre ke alla sua auto nn gli montino i cerchi senza gomme!!!!!

  2. schumacher nn era molto simpatico xò si facceva amare in pista nel 97\98\ la vettura erra un gradino in meno epure grazie a lui siammo arrivatti agiocarci il tittolo allultima gara . sinceramente con raikkonen o con massa o con barrichello nn ci saremmo mai riuscitti . a una domanda fatta a kimi daun giornalista :un momento noioso della giornata : kimi: guesto lintervista . ma come noi ti paghiamo lo stipendio etu non quasio quasi nn vuoi fare lintervista ma dai ,poi sinceramente nn va + manco in pista nn corre. comunque secondo me nn e buono cio che buono ma e buono cio che piace a me kimi nn piace scusate

  3. Hai ragione Francesco, non dovevo generalizzare perchè qui sono molti ad apprezzare Kimi e questo mi fa davvero piacere perchè è un po’ di respiro dopo tutte le critiche che si trovano in altri siti o in articoli di giornalisti che invece di raccontare i fatti danno le loro opinioni personali facendole passare come notizia! Comunque io sono con tutti i sostenitori di Kimi perchè sono convinta che se la Ferrari gli darà una macchina competitiva e lascerà da parte i favoritismi per Massa e non penserà alla Santander con le sue “richieste” credo che lui senz’altro ci metterà il resto perchè una persona che dice “mettere il casco e iniziare a guidare è una delle cose per cui vale la pena vivere” non può essere uno che non ha più voglia di correre o che non ha motivazione! Sempre e solo forza Kimi!

  4. l’ onestà e la serietà sono sicuramente due grandi qualità di kimi oltre che naturalmente la sua velocità in pista…lo stanno sicuramente “facendo fuori” in ferrari già dall’ anno scorso per far posto ad un altro pilota nel 2010…scommettiamo che quest’anno la sua f60 sarà piena di problemi e quella di massa neanche uno, come ai tempi di barrichello e schumi…

  5. IL FATTO CHE NON SIA SIMPATICO NON PUO’ PREGIUDICARE UN PILOTA, CHI PENSA CIO’ NON HA CAPITO NULLA DELLO SPORT IN GENERALE. SCHUMACHER ERA CHIAMATO L’UOMO DI GOMMA, MA CON I RISULTATI A POI FATTO INNAMORARE TUTTI VOI. GENTE NON SIATE SUPERFLUI GENTILMENTE.

  6. L’ho già ripetuto più volte; se al microfono Kimi è svogliato poco importa, basta che poi con il piede ci da dentro. A chi dice che Hamilton è più forte…meglio non rispondere, agli altri che invece vorrebbero un altro pilota sl suo posto be…ROSICONI!!!
    Forza Kimi, Massa seconda guida x sempreeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

  7. Sante parole quelle di Vale, tranne le ultime 6. Qui a criticarlo ormai sono ben pochi! Qualche “alonsiano” o “Kubicano”, il resto è con Kimi, e questa cosa dovrebbe far pensare molti…. Anche a Maranello..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *