Gare due, Ferrari punti zero

Ferrari in Malesia

Ferrari in Malesia

La domanda è come si fa?

Roba da nascondersi o meglio un conto pesante che mette in evidenza una serie di problemi sottostimati, non affrontati per tempo.

Nell’ordine: affidabilità della macchina, lucidità dei piloti, intuizioni o meglio non intuizioni del team. La macchina manca in velocità ma soprattutto non ha ancora digerito il Kers.

Sono fra i pochi che lo montano ma se va in fumo il venerdì e lascia Raikkonen a piedi di domenica, forse sarebbe stato il caso di valutare l’opportunità di fare un passo così impegnativo.

I piloti: non brilla Massa, Raikkonen ha lasciato l’Australia col solito botto autoprodotto. Di due non ne fai uno in grado di risolverti la vita con un colpo di genio. Ti affidi allora alla squadra ma niente da fare. A strategie siamo messi malino per non dire buio.

Prendi l’Australia con la scelta di iniziare la gara con le gomme morbide ridotte a brandelli in un nulla. Prendi la Malesia con Raikkonen che monta le gomme da pioggia quattro giri prima della pioggia vera. Risultato? di nuovo gomme a brandelli.

Ci sta l’azzardo? Mica tanto. Perchè non importa se hai Kaiser Schumi in versione Bernacca a valutare il meteo. Non importa se il confine fra il genio e la polvere è sottile. Se sei la Ferrari o agisci da genio o meglio che lavori seriamente sull’eccesso di autostima

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

24 risposte a “Gare due, Ferrari punti zero

  1. Ferrari ke succede? Secondo me quest’anno il kampinato sia piloti e kostruttori lo vincerà la Brawn Gp poichè è una macchina disegnata da Ross Brawn colui ke ha portato 7 titoli costruttori alla Ferrari. Cmq io ci spero sempre sulla Ferrari.
    Fabio da Palermo

  2. nn sono assurdita ( x me) concordo con te sul fatto che alonso a fatto tornare compettitiva la mclaren e in buona fede a insegnato qualche trucheto a hamilton se ron denis fose statto + furbo lanno si sarebe portatto a casa il tittolo piloti con alonso lanno doppo piloti e costrutori invece e statto disonesto e a volutto aiutare il suo coco erroracio gli e costatto 3 tittoli iridati

  3. non capisco come fate a pensare che hamilton sia il numero 1..è sicuramente un bravissimo pilota ma non è un campione..l’unico vero campione al momento è alonso e lo dico da ferrarista, colui che ha preso la mclaren e l’ha riportata competitiva o per meglio dire, ha contribuito a farlo insieme ai progetti sgraffignati alla ferrari..per cui per favore non ditele più ste cose..perchè sn assurdità…

  4. concordo con davide la ferrari deve prendere un furiclase come hamilton dovrebe aprofitare delle tensioni che ci sono in casa mclaren e portarlo a maranello hamilton mi ricorda scumi nel 2005 con una machina medrioche riusciva a fare sempre punti i campioni si vedono anche da queste gare molti ferraristi vorrebero alonso ma credo che x aprire un ciclo lungo di vittorie e sucessi hamilton sia il pilotta giusto

  5. Ragazzi la BRawn e la Toyota hanno un altro concetto di progettazione…..E’ inutile attaccare i piloti..Barrichello chi e’??E’ un fermo pero’ guida una super macchina che va sui binari!!Punto!!Button era distrutto come pilota e adesso si ritrova dalla stalle alle stelle!!E’ solo una questione tecnica..RICORDATE VALENTINO CON LE MICHELIN??appena si fara ‘ chiarezza sul diffusore vedremo Ferrari,Mclarene Renault li davanti assieme a Brawn e Toyota!!Cosa centrano i piloti??

  6. Non stimo minimamente i 2 piloti Ferrari però se oggi vince un fermo come Button vuol dire che la macchina fa la differenza, oggi neanche Alonso o Senna potrebbero far meglio..a proposito mi viene un dubbio, alla Ferrari vinceva Shumy o Ross Brawn?

  7. Che Kimi abbia vinto un mondiale al quale nessuno credeva e Massa ne ha perso uno in cui molti speravano è un fatto. Che Massa sia un pilota che se non sta in testa combina poco o nulla è un altro fatto così come lo è che Kimi sia stato vice campione del mondo più di una volta. Ma al di là dei piloti sui quali mi pare ci sia poco da aggiungere se si è oggettivi, perchè nessuno sottolinea la non adeguatezza al ruolo di Domenicali? L’anno scorso la Ferrari ha vinto i costruttori sulla scia del lavoro di Todt. Quest’anno dopo due gare zero su tutti i fronti. E dopo la Malesia che dice Domenicali? Insinua dubbi sull’improbabile ruolo metereologico di Schumi e sulle responsabilità che tutti devono assumersi… Ma ammesso e non concesso che Schumi abbia suggerito la strategia gomme di Kimi, chi è che ha consentito la cosa? Ma se lo ricorda Domenicali che è lui il responsabile ultimo sul muretto? E che stile è quello di insinuare dubbi sulle responsabilità per poi dire che i panni sporchi li lavano in famiglia? Cominci lui ad assumersi le sue responsabilità!

  8. I FERRARISTI NON HANNO ANCORA CAPITO CHE PER APRIRE UN NUOVO CICLO VINCENTE BISOGNA INGAGGIARE IL SOLO UNICO GRANDE PILOTA DELLA F1, LEWIS HAMILTON!!!…BISOGNEREBBE APROFITTARE DELLA SPACCATURA TRA LUI E LA MCLAREN PER FARE FUORI UNO DEI DUE BROCCHI O MASSA O RAIKKONEN!!!!!!!!!!!!……DA ITALIANO FORZA LEWIS!!!!

  9. è un errore far correre kimi con il kers, praticamente nn ha zavorra x bilanciare a dovere l’autoperchè raggiunge il peso max, penso ke senza kers e con la zavorra nei punti giusti 4-5 decimi li guadagna di sicuro.

  10. Anna,per ora condivido quasi tutto.L’unica obiezzione è che Kimi non è più scarso di Trulli,Button,Barrichello etc etc ha solo una macchina che si prende mezzo secondo a giro.Questo succederebbe anche se ci fosse Schumy od Alonso al volante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *