Ferrari e Brawn: il tifo non c’entra

GP della Malesia

GP della Malesia

Proviamo a capire cosa è accaduto. Senza faziosità

La lettura dei molti commenti alla decisione della Fia, richiede forse qualche approfondimento. Provo, per punti.

1. Possiamo assumere l’ipotesi che Brawn o altri abbiano cercato e trovato soluzioni irregolari in passato ma non possiamo evitare di valutare questo caso rimandando a presunte magagne non rilevate. Non si tratta di fare il tifo o meno per la Ferrari. Ma se di fronte a questo caos ogni analisi pare di parte diventa impossibile parlarne.

2. Ross Brawn è stato incaricato di stilare il regolamento tecnico 2009 dalla Fota (l’associazione costruttori) quando ancora vestiva la divisa Honda. Ora, il fatto che la Honda si sia ritirata e che lo stesso Brawn abbia rilevato il team rappresenta un elemento decisivo. Bisogna ricordare sempre di seguire il denaro, quando si parla di F.1. Ora, è pensabile che Brawn si esponesse così senza la consapevolezza di avere in tasca un colpo da ko, nascosto nel regolamento che lui setsso aveva definito?

3. Forse è vero che le gare sono belle, che Davide batta Golia, eccetera. Ma qui sta accadendo dell’altro. Se pensate alla Red Bull, ad esempio (che ha firmato i reclami con Ferrari, Renault e Bmw) non pensate certo a Golia. Forse potremmo avere gare belle comunque e non è detto che lo spettacolo debba vincere ad ogni costo.

4. La Federazione indica (da anni) una strada. Nello specifico: riduzione dei costi, riduzione dell’effetto suolo, introduzione del Kers. Ora, il kers lo utilizzano solo Ferrari, Renault, McLaren e , parzialmente, Bmw. Se guardiamo la classifica, vediamo che Ferrari, McLaren e Renault stanno in coda (la Bmw ha trovato letteralmente punti in Malesia per un caso assoluto). Sono diventati tutti dei somari in questi team, sino a ieri ai vertici? In aggiunta, i diffusori in questione incrementano l’effetto suolo e la corsa ad adattare le macchine moltiplica i costi.

5. Mosley ed Ecclestone subiscono la minaccia della Fota. I costruttori hanno ribadito più volte di voler decidere le regole e guiadagnare di più. Vale a dire di ridurre i poteri politici ed economici di Mosley ed Ecclestone. L’intera vicenda va inserita in questo contesto. Tanto è vero che Ecclestone, dopo aver chiesto le dimissioni di Mosley per la vicenda delle frustate, si è riavvicinato al presidente Fia.

6. La McLaren e cioè la Mercedes, membro Fota, tace. Un po’ perchè è consapevole da mesi di aver sbagliato macchina. Soprattutto perchè è ricattabile. Mosley odia Dennis (ci sono molti capitoli sulla questione, dalla Spy Story ai sospetti sui mandanti dei filmati per i festini del presidente) e la McLaren deve essere giudicata dalla Fia per le bugie di Melbourne.

7. E’ posibile che questa Ferrari sia sbagliata. Ma non c’entra nulla con il tema dei diffusori. O, meglio: non sono o non dovrebbero essere i diffusori Brawn a misurare la qualità della Ferrari.

8. La situazione della Fota è critica. Perchè Toyota, membro Fota, usa i diffusori col buco. Perchè la McLaren è bloccata, come detto nel punto 6. Ed esistono penali altissime per chi diserta i Gran Premi. Uno sciopero, come molti chiedono, potrebbe diventare un boomerang economico a fronte di accordi già esistenti connessi ai diritti tv (che sono decisivi per l’economia dei team)

9. La Brawn, è giusto ribadirlo, non è una macchinetta saltata fuori così. E’ una macchina sviluppata per un anno abbondante dalla Honda, con i potentissimi mezzi Honda. Se la Ferrari o la Renault decidessero di lasciar perdere questo mondiale (come fece la Honda nel 2008) per dedicarsi al mondiale 2010 da oggi, certo avrebbe dei vantaggi sul lungo. Il fatto è che non possono permetterselo. In aggiunta, lo sviluppo del kers ha richiesto sforzi enormi.

10. Il problema è un po’ questo: se vogliamo qualcosa di meglio, di più credibile, è necessario che esistanio delle regole. Ora, se ogni regola salta, non sembra granchè prendersela con chi le regole prova a seguire. Succede in continuazione ma si spera che lo sport, almeno ogni tanto, esca da questa filosofia della gabola.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

96 risposte a “Ferrari e Brawn: il tifo non c’entra

  1. sono sicuro che fino a qualche anno fa “tempi in cui c’erano pilotini del calibro di Senna Prost Schumi Hakkinen etc”la formula uno era molto piu’seguita e interessante anche perche’i piloti erano molto piu’ carismatici.Oggi si punta troppo sulla macchina e il pilota non e’piu’in grado di metterci del suo,vedi una tororosso in grado di dominare causa macchina superiore.tutto cio’per sperare che si faccia un passo indietro e si pensi realmente alla passione …..per uno sport fantastico.

  2. ma da che pulpito… ora la McLaren è l’unico team che ha detto bugie, in un mondo dove il più puro ha la rogna… ma per favore, siete ridicoli. In sede di ricorso a Parigi la ferrari ha ammesso di aver contravventuto non una sola volta alle regole e che la Fia aveva chiuso uno…. due occhi…. ridicoli e oltretutto convinti di essere dei puri….

    p.s. bharain: ferrari non pervenute… ah ah ah ah ah

  3. per Giorgio.vedo che il vedere la ferrari in difficoltà ti fa godere? Ricorda però che il campionato e ancora moooltooo lungo, solo alla fine accetteremo la tua ironia.Se ti riferisci per frecce alla mc laren ti ricordo che i trufaldini e i bugiardi vengono sempre puniti e mi riferisco ai fatti di melburne,quindi attendiamo la rimonta!!!!!!!!!!

  4. ferrari: anche in Cina…. non pervenute…. ah ah ah ah ah ah ah

    Chiudete lo stabilimento, siete ridicoli!!!

    Senza l’aiuto di nazimax ecco cosa vi capita….
    che goduria

    Forza freccia, siamo in rimonta e ci giochiamo il campionato.

  5. Poli,ti invito a rileggere ciò che ho scritto.Nel mio ultimo commento constatavo che mentre Brawn era considerato un genio quando era a Maranello ora viene considerato un furbo approfittatore da chi,come Terruzzi che stimo ma con il quale non sono d’accordo,deve trovare una scusante per il flop Ferrari di queste prime gare.Io difendo Brawn,ho sostenuto che se c’è un vuoto normativo chi ha l’intuizione migliore vince ed è quello che sta succedendo anche quest’anno.Se torni un po più indietro vedrai che ho risposto punto per punto alle tesi di Terruzzi,forse se leggi quello che ho scritti capisci quello che intendo senza fraintendere le mie parole.Ad altri puoi dare dei rosiconi,a me no,l’ultimo vero idolo a cui mi sono appassionato è Senna,ora tifo Ferrari ma se fa degli errori non ho alcun problema a sottolinearlo

  6. A PAolo: uno degli utimi non era il ragazzino… guardati il gp di turchia del 2006 prima di scrivere idiozie. Guidava la LCR: la PEGGIORE honda sulla griglia. Metti De Puniet sulla Ducati, e vedi cosa combina. Ma per piacere…

  7. A CalMa 46:in Australia a 5 giri dalla fine non si sapeva chi avrebbe vinto tra Button, Kubiza e Vettel. Lo scorso anno lla prima curva si sapeva chi aveva vinto. Seguo la F1 da 20 anni, non godo della ferrari in crisi ma godo per quanto voi ferraristi vi attacchiate a cose assurde per giustificare il FALLIMENTO della Ferrari. Chi merita sta davanti e quest’anno ferrari e McLaren non meritano. Quindi giusto che siano dietro ad arrancare.

  8. A Boss: ma cosa scrivi??? Nel 99 avete vinto il costruttori con le appendici irregolari e Brown, quello che era bravo alla ferrari ed è cattivo adesso, aveva trovato una furbata per fale passare come regolari.Ai tempi avete esultato voi, ora che fa le stesse cose da un’altra parte fate i moralisti? Rosiconi….

  9. Fate come me.Quest’anno boicottate la F1.Nn guarderò nemmeno un GP di questa farsa comandata da Mosley x far avere più ascolti,secondo lui…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *