Bravo Paracarro!

Ha ragione Ross Brawn: nemmeno un errore da Jenson Button in queste prime quattro gare. Ora, siccome abbiamo scritto proprio qui che le grandi macchine fanno sembrare grandi anche piloti di media taglia, possiamo onestamente riconoscere al Paracarro più bello del Mondiale qualche merito.

La misura può offrirla Barrichello che nelle stesse condizioni pare davvero un pensionato, poveretto, nonostante si ostini a raccontare che, se non fosse stato per la Ferrari, lui a Schumi gli avrebbe fatto un mazzo così. Continua a leggere

La corsa vera

La corsa vera è quella che abbiamo visto e commentato a Motegi. La corsa vera è quella in cui il risultato non è scontato, i sorpassi non si contano, i piloti buoni restano vicini, le gomme e gli assetti sono misteriosi fino al via e anche dopo. Pare insomma che la ricetta per una gara riuscita, bella da vivere e da vedere, sia nella confusione totale. In una griglia di partenza nata senza qualifiche, nel dubbio che le scelte siano tutte sbagliate. Continua a leggere