Missione compiuta

Rossi ha vinto, bene, con margine e giri velocissimi. Ha ribaltato una situazione pessima in una manciata di minuti. Con Pedrosa e Stoner sul podio i top rider sono al loro posto. Manca Jorge Lorenzo fumato via.

Fumato facendo tutto da solo come ad esaudire un desiderio maturato da giorni negli avversari. Lento ad ingranare nei primi giri, veloce poi, ma lontano dallo standard degli altri e dal proprio. Congela ogni pronostico giusto o sbagliato che fosse.

Ecco, è un regalo grosso questo, per Valentino Rossi, Daniel Pedrosa e Casey Stoner. Troppo grosso invece il danno per uno che fino a qualche ora prima si sentiva finalmente rinato, fino a sfiorare il pensiero di essere il più veloce del mondo.

Non ci sono dubbi che per i tre del podio sia una giornata trionfale. Ciascuno per il suo verso. Stoner perché per lui un terzo qui vale vittoria e l’incubo è alle spalle.

Rossi e Pedrosa perché nell’assenza di amore per Lorenzo trovano il gusto di una vittoria e di un secondo posto che arrivano a suggellare con una vigorosa stretta di mano nel giro d’onore. Allontanano la paura di avere un Lorenzo di mezzo da considerare realmente avversario per l’unica cosa che conta: il titolo mondiale.

Se la missione di Valentino, ma anche di Pedrosa, era quella di dare una ridimensionata all’avversario, connazionale, compagno di squadra (ecc.ecc.), beh, è compiuta, molto bene e al momento giusto. Che poi, se un avversario lo reputi temibile è solo perchè ne intuisci le capacità. Che Lorenzo ha. Gli manca un po’ di costanza, ma la stoffa del campione c’è. Anche se intanto Rossi – sulle cui doti di dubbi non ce ne sono da anni – è in testa al mondiale senza aver fatto nemmeno troppo rumore.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

76 risposte a “Missione compiuta

  1. @ slacker
    Sai…sei troppo “RIPETITIVO”…e di conseguenza risulti anche “NOIOSO”…evidentemente non hai molti argomenti di cui parlare…e ti attacchi a questa situazione che rasenta quasi il surreale…Io credo fermamente che se fosse Stoner a vincere questo dubbio non ti assalirebbe…e te ne staresti anche zitto per non fare dubitare gli altri e perchè la situazione sarebbe a favore del tuo beniamino…Quest’atteggiamento è tipico di chi nn vuole riconoscere in VALENTINO la stoffa di cui è fatto…Piantala di dire idiozie…

  2. x marco.sempre stoner secondo me a patto che avesse avuto quella che era forse la migliore moto di quell’anno,e cioè la rossa(visto i podi di capi e gibe).

  3. X slacker: Dici un sacco di stupidaggini. Non pensi che se fossero anni che Valentino ricevesse trattamenti speciali dai gommisti qualcuno se ne sarebbe accorto? Sai com’è nessuno è stupido e tutti vogliono vincere, e come avverrebbe poi la consegna delle “gomme in più” di notte o al mattino presto quando tutti dormono? Ma per piacere dai…
    X roberto: e se nella penultima gara del 2006 elias non avesse superato rossi sul rettilineo finale per 2 centesimi a causa del motore più potente chi l’avrebbe vinto il mondiale? Ma con i se e con i ma per l’appunto…
    X gubbio73: io so solo che stoner non ha vinto nessun titolo nelle classi inferiori…

  4. Mi chiedo se uno così attento come te riesce a vedere queste finezze e questi privilegi…mentre tutti quelli che corrono contro Rossi non notano nulla?tutti gli altri partecipanti al mondiale che ci stanno a fare lì? a vedere uno che ha tutto e loro nulla? Io di sicuro non parteciperei e non penso lo farebbe neanche la Ducati, o la Suzuki o chiunque altro…e forse meno di tutti la honda..
    Mi stupisce sempre vedere che pur di farsi tornare le cose ci si inventa anche il più ridicolo dei complotti. Davvero un argomento più ridicolo non lo potevi trovare…

  5. ora vediamo che succede nelle prossime gare…ma penso che il dottorino viziato continuerà ad avere un occhio di riguardo dalla Bridgestone a scapito di tutti gli altri concorrenti…vedrete che a Lui le gomme non finiranno mai…mentre gli altri avranno sempre un netto deterioramento nei finali di gara….. 😉
    eh sì, come dice il divo Giulio:
    ” a pensar male si fa peccato…però si indovina!” 🙂

  6. Cisu ho capito ke intendi tu,è xkè avevo letto k melandri lotta x le ultime posizioni quando nn è più così.hai ragione..penso ke molti piloti soffrono i cambiamenti delle regole,i cambiamenti di moto x il loro stile di guida……….

  7. La butto lì. E se stoner nel 2006 avesse avuto la ducati di Capirex e Gibernau,invece della honda di cecchinello? TUTTI SICURI che lo avrebbe vinto HAYDEN?Lo so che con i se e con i ma non si va da nessuna parte,ma più che si va avanti e più che questo tarlo mi entra dentro

  8. A me piacerebbe che tornassero alle 1000. Di sicuro il triennio 2004-2006 è stato il più spettacolare degli ultimi 10 anni,da quel famoso 1999 anno a cavallo fra un’era(doohan-honda-burgees) e un’altra (rossi-honda/yamaha-burgees).Perchè quello che conta per noi è soprattutto che ci divertiamo un pò…

  9. Giò…ma hai capito di cosa parlo?.. quest’ anno Melandri guida una moto che non ha molto poteziale se si paragona alla Ducati Ufficiale che guidava nel 2007, eppure un quinto e un sesto con la Ducati gli avrebbe certo fatto piacere raccoglierlo. Lo stesso vale per Hayden. di certo non è al livello di Rossi o dello Stoner attuale, ma non è un pilota che deve chiudere lo schieramento.
    Sempre nella gara che ho citato(che andrà in replica alle 19 di stasera sempre su ESPN) si vede anche altro… Si vedono Gibernau e Capirossi(le 2 stesse ducati che oggi sono di Stoner e Hayden) lottare ad armi pari contro Rossi e si vedono de sorpassi davvero ottimi, si vedono rimonte e si vedono errori, si vedeva ancora una gara di quelle che ero abituato a vedere insomma..
    L’ elettronica nel 2006 non era certo poco evoluta. quindi non è vero in senso assoluto dire che senza elettronica torneremo a vedere la lotta..perchè in quella stagione di sorpassi se ne vedevano parecchi. Si vede anche Stoner subito a ridosso dei primi…che però poi vola rovinosamente alla seconda arrabbiata(ma il Mugello per lui non è mai stato digeribilissimo).. insomma…e possibile che in soli 3 anni sia cambiato così tanto da farci vedere un Gibernau e un Hayden passare da primi alla metà della classifica in giù? e un Melandri che passa dalle prime posizioni, a ultimo con Ducati, e di nuovo staccato si dai primi…ma subito dietro di loro???

    Le gomme erano prestanti..le clindrate piene, l’ elettronica era già presente a fiumi…ma forse si devano anche un minimo in più i valori rispettati?..e non parlo solo del primo e del secondo ..e pure il terzo!perchè quelli continuano a fare il loro lavoro di supereroi… ma di una visione un pò più generale.
    Forse è solo una mia impressione, e tutto è al suo posto…ma a me qualcosa non quadra!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *