Adesso tocca ai piloti

Barcellona. Mettiamo che sia finalmente una sfida ad armi pari. Mettiamo che il diffusore delle meraviglie faccia le meraviglie promesse e in un certo senso dovute (se si pensa al lavoro di chi ha dovuto stracciare il compito e rifarlo da capo, riprogettando meccanica e aerodinamica). Poniamo che la Ferrari abbia davvero la base per chiudere il gap e che la Brawn Gp non sia più una sagoma tanto lontana da non capire bene se è un miraggio o una creatura dello stesso pianeta. Cosa serve per riaprire davvero il mondiale? I piloti. Continua a leggere