Kimi, va bene così

E’ passato un anno, un po’ di più, dall’ultima vittoria di Kimi Raikkonen, Barcellona 2008. Un anno esatto dal grande baratro che è stata Monaco. Una gara in cui è emerso il Raikkonen che nessun ferrarista vorrebbe vedere. Quello che fa e poi si fa prendere dai blackout e spreca, butta via tutto. Come se gli sforzi, suoi, non valessero niente. Come avesse dei disturbi dell’attenzione e deragliasse. Lo abbiamo criticato tanto perchè in questi 12 mesi agonisticamente ha deragliato spesso. Lo abbiamo criticato come si fa quando si vede chiunque sprecare un talento.

Se uno è scarso non te la prendi, ridi e passi oltre, mentre se sei convinto che abbia delle doti ti dà un fastidio intimo constatare che non spinge per tirarle fuori. Va bene. Ma non è un metodo applicabile al caso Raikkonen. Perchè non ha senso.

Non c’è una chiave per interpretare il suo atteggiamento, l’approccio alla pista. E’ tempo sprecato mettersi a fare statistiche e cercare di segnare la linea, l’andamento positivo o negativo, perchè l’unico dato certo è che non riusciremmo a trovare la regola. Kimi Raikkonen è quello che è stato dentro nei box a Barcellona, bruciandosi in qualifica 1, ed è lo stesso che ha sfiorato la pole a Monaco. E’ tutte e due le cose. Allo stesso modo. Smettiamola di rincorrere il senso. Non c’è.

Prendiamone atto e lasciamolo stare. Godendoci i momenti illuminati e sperando che siano frequenti. Perchè se manca la regola, il paradigma, e dobbiamo soltanto affidarci al caso allora abbiamo anche il diritto di augurarci il meglio.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

53 risposte a “Kimi, va bene così

  1. Grazie Dany… così mi fai arrossire 🙂
    Beh… in quanto a Massa, non dovrebbe essere un segreto che se è in Ferrari è solo perchè il suo manager si chiama Todt e no, non è una coincidenza e sì… parlo del figlio di Jean Todt.
    Diciamocelo… cosa ha fatto di speciale Massa tra il 2006 ed il 2008? Nel momento decisivo del mondiale 2006, quando avrebbe dovuto portare via punti ad Alonso per aiutare Schumi a vincere il mondiale… dove era? Dietro! Barrichello, il tanto bistrattato Barrichello, nel 2003 ha vinto due gare che hanno tolto 4 punti a Raikkonen e se consideriamo che Schumi vinse quel mondiale per soli DUE punti, questo vuole dire essere decisivi… Nel 2007 Massa ha lasciato la vittoria in Brasile a Raikkonen? ci sarebbe mancato che non lo avesse fatto… Lui doveva vincere in GP di casa e far perdere un titolo alla Ferrari? E per me ha dimostrato tutta la sua “intelligenza” al via del GP di Monaco 2008, gettandosi immediatamente ad ostacolare la strada a Kimi e lasciando un’autostrada libera davanti a Gino… che alla fine ha vinto la gara… veramente un genio, un talento unico.. nulla da dire… EH! Se la Ferrari vuole tenerselo, credo che continuerà a perdere grandi occasioni.

  2. tifo Alonso malgrado tutto. Ma non ci stò su chi critica KIMI. Non VI piace ammetterlo ma kimi è trattato da secondo pilota, in Ferrari non hanno capito (come voi giornalisti) che Massa non ha le pontenzialità per essere campione!!!

  3. Si sono dette tante parole su KImi su Massa…BASTA!!!
    Ricordate che si fà tutto x soldi.
    MASSA=Sponsor (soldi)
    ALONSO=Sponsor (soldi)
    I piloti devono correre e vincere, non devono sfilare davanti ai giornalisti e tv.
    Ammesso sempre che gli diano fiducia e una macchina decente.
    FORZA RAIKKONEN

  4. Amo la ferrari da sempre! Ho sempre preferto Massa a KImi,ma ultimamente ho dovuto ricredermi xchè ho capito che KImi è stato spesso penalizzato dalla squadra, team e da questa grande famiglia Ferrari che dicono essere.
    Massa è bravo costante e poi rende felici i giornalisti xchè a lui piace, come le veline, stare davanti alle telecamere; ma manca di quella sana cattiveria che poteva avere uno come Schiumi deve osare di più.
    Spero che KIMI non vada via, vi rendete conto che arriva un’altro fortemente raccomandato, bravisimo ma raccomandato. Ma questa è l’ITALIA.

  5. KIMI è un gran PILOTA, ferrari, Domenicali e team devono dargli spazio e più attenzioni sulla macchina e ai box,e darà il meglio!sono 3/4 anni che tentano disperati sul pilotino MASSA che non porta a casa niente.
    provate voi a correre con un team che da sempre ha deciso che devi essere secondo.Sareste demoralizzati?
    KIMI non piace xchè è timido, riservato,non ama giornalisti,telecamere e quant’altro.e poi ricordiamoci che viene dal nulla ed è emerso con le sue caratterisctiche a differenza di altri SUPER-RACCOMANDATI con il soldino e sponsor in tasca!
    FORAZA KIMI

  6. sul fatto che Domenicali pensi sempre a lodare o giustificare solo Massa lo penso anch’io…..però mi sono accorta che KImi è ancora dov’è grazie a Montezemolo”che è quello che comanda e ci capisce veramente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *