Sir Max l’immortale

Si dice che il potere dia alla testa. Che chi ne ha troppo perda i riferimenti. A volte succede e quando accade è uno spettacolo triste, perché rasenta il ridicolo. E’ il caso delle ultime uscite di Max Mosley, del suo progressivo radicarsi su posizioni che poco hanno a che vedere con il bene dello sport. E’ un peccato perché avrebbe potuto trattare alcuni temi importanti con logica e mantenendo il rispetto per i suoi interlocutori, vale a dire i team. Invece si è fatto schiacciare dal suo ego trasformando questioni di interesse comune nell’occasione per affermare se stesso. Punto.

Che l’interesse per il fine fosse secondario è dimostrato chiaramente dal fatto che non abbia mai aperto ad alcuna possibilità di dialogo vero, nemmeno la minima attenzione alle esigenze espresse dai team. Una sorta di ‘io comando’ dittatoriale, senza mai un’esitazione, un ragionamento a freddo. Il risultato è quello ovvio. Se potere deve essere, è scontato che i team hanno le carte buone in mano. Era necessario arrivare a tanto? No. Ma è bene chiarire che non è una battaglia Fia-Fota, è l’impresa disperata di uno solo.

E’ convinto, Mosley, che i suoi interessi personali rispecchino il bene della Federazione. Sbagliato. Era certo che i team cedessero. Sbagliato. Non vede. Tanto che è pronto a ricandidarsi. Cosa c’è dietro? C’è un uomo che non riesce a rinunciare al potere, che non è pronto ad abbandonare il suo ruolo. Un presidente che ha vanificato molti risultati per narcisismo e delirio di onnipotenza. A Parigi arriva tranquillo, con la forza di chi soltanto un anno fa è finito sotto il voto dell’Assemblea Generale e ne è uscito indenne. Con la convinzione di essere immortale.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

18 risposte a “Sir Max l’immortale

  1. non esiste solo la f1 il sig mosley ha rovinato il campionato wrc e chissa che altro.
    spero che questa sia la volta buona e che se ne vada.

  2. “Si dice che il potere dia alla testa. Che chi ne ha troppo perda i riferimenti. A volte succede e quando accade è uno spettacolo triste, perché rasenta il ridicolo. E’ il caso delle ultime uscite di Max Mosley, del suo progressivo radicarsi su posizioni che poco hanno a che vedere con il bene dello sport. E’ un peccato perché avrebbe potuto trattare alcuni temi importanti con logica e mantenendo il rispetto per i suoi interlocutori, vale a dire i team. Invece si è fatto schiacciare dal suo ego trasformando questioni di interesse comune nell’occasione per affermare se stesso. Punto.”

    Certo che cambiando poche parole, finalmente su sportmediaset si leggerebbe un giusto giudizio sul presidente del consiglio!

  3. …è morto Michael Jackson…non poteva morire Mosley!? MAgari avremmo preso due piccioni con una fava, morto il marito di Ecclestone, magari quest’ultimo preso dalla depressione avrebbe mollato l’osso! E’ questo che c’è in ballo, l’osso, e questi due cani non vogliono mollare, è una gara a chi ha più potere, più soldi, dei motori, delle aziende storiche e soprattutto dei tifosi non gli importa niente.
    Come dice il proverbio: Inglesi! falsi e cortesi! …speriamo che finiscano appesi!

  4. Anna, Anna, ma sei stipendiata da Mediaset o da Montezemolo?
    Da che mondo è mondo l’autorità sportiva deve mantenere indipendenza dai concorrenti per assicurare un regolare svolgimento della competizione. Mosley è il presidente della FIA in carica, punto. Non può sottostare a ricatti da parte dei concorrenti: l’autorità sportiva deve regolamentare, i concorrenti devono rispettare le regole. E’ così in tutti gli sport, con buona pace della Ferrari.
    I team hanno ceduto, Mosley non ha sbagliato le previsioni, è la sola stampa italiana che ha stravolto il risultato dell’accordo. Ma in Italia c’è ancora qualcuno in grado di ragionare con la propria testa e capace di informarsi presso fonti internazionali attendibili. Avete rovinato la F1 creando un’audience di beceri tifosi pseudocalcistici.
    http://altraf1.blogspot.com

  5. possibile che solo lui non si renda conto che sta rovinando la F1??? la fota non nè può più di sopportare le sue prepotenze ….. cmq vada Mosley ha fallito su tutti i fronti, prima ha cercato di spaccare l’unione dei team, poi gli ha scritto la letterina
    dai su facciamo pace!!! visto che non aveva scuderie sufficienti per fare un mondiale !!! tutto ha un limite anche tu MOSLEY !! sinceramente adesso mi fai un pò pena annaspa per salvarsi la faccia ma mio caro quella la persa da un pezzo!!!
    le soluzioni sono due o mondiale alternativo o f1 senza di te ma con regole certe e chiare no hai giochetti e sperimenti del piccolo chimico sui team!!! x non parlare della regia del gp di silverstone dove hanno inquadrato pochissimo le FERRARI dispettuci da bambini dell’asilo !!! grande ronny mengo bell’articolo!!!

  6. Il veroobiettivo di Mr.MAX:
    Centralina unica
    gomme uniche
    motore unico
    cambio unico
    telaio unico
    colore unic, Bianco, imposto per tutti con la foto di Mr. MAX al posto dello sponsor principale !!!!

    bastaaaa !

  7. Sono daccordo con l’articolo:mosley, ha esagerato, non torna indietro, bernie vuole tutta la torta?bravi ecco apparire il superman dai team, luca cordero alias clark kent, che toglie tutto ai vecchietti e fà un nuovo fumetto.Bravo presidente hai colto in contropiede tutti incolpando i 2 vecchietti convinti di fare quello che volevano, e fai tutto nuovo, più sano più bello,con più soldi a chi li spende investendo.Ah dimenticavo,un favore al presidente:facciamo il cappotto a mosley e mettiamo Todt a capo della FIA, che smacco sarebbe…

  8. Penso che la questione, malgrado tutte le belle o brutte parole, sia prettamente economica. A fronte di ingenti investimenti di grandi case costruttrici (già fatti!!!), il buget cap favorisce le squadre che spendono meno nella speranza di attrarre queste e ridurre il peso politico dei team rimanenti (guarda caso Mosley non ha trattato fino a chiusura iscrizioni). Lo scopo è palese altri 10 anni per mettere d’accordo tutti i team… Ma qualcuno aveva qualche dubbio che Mosley si sarebbe ricandidato?

  9. a voce della capella fa venire i brividi,complimenti!grandissima giornalista,altro che mengo.
    (tanto per mettere in secondo piano mosley,che sinceramente ha stancato,PUNTO!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *