I tuffi in Laguna

Un monumento ai caduti e uno anche a chi è rimasto in piedi. Qui se Valentino Rossi non fa errori ha una gran palla da schiacciare in faccia agli altri due. Lorenzo e Stoner. Ora stesi, infortunati. In un minuto, a tre dalla fine delle qualifiche, cadono entrambi. Due voli veri, di quelli che la moto ti lancia in alto in alto prima che l’asfalto si prepari ad accoglierti con la sua dose di traumi. Sfiga? Sfiga estrema? Forse. Ma abbiamo l’obbligo di analizzare la situazione nel suo complesso. Partendo dagli esiti.
Stoner e Lorenzo partono acciaccati. Solo un’impresa eroica può metterli in condizione di vincere. Contuso Stoner, contuso ad una spalla e con microfrattura al piede destro Lorenzo. E pensare che in pista erano i più veloci. E pensare che Lorenzo era già caduto nella stessa curva dieci minuti prima, e pensare che Stoner aveva già preso un paio di dritti.
A Stoner va il beneficio del coraggio stoico di un pilota che è già malmesso di suo. Un pilota che chiede di non toccare la moto che tanto va bene, sapendo che quello fuoriforma è proprio lui. Vuole la pole, vuole il tempo, vuole vuole vuole. Non vorrebbe stendersi, ma col gas ci va pesante da sempre. Ogni volta che esce da una curva, ogni volta che ci entra, ti pare che cerchi il suicidio. Da sempre. E’ il suo bello. Ma Laguna Seca è diversa da tutto il resto anche per questo. E’ bastarda, stretta, tortuosa, scivolosa, infida per la spalla destra della gomma. Voilà, in terra. C’è da scommettere che non sarà l’abrasione all’anca a metterlo in crisi. Attenzione invece al malanno misterioso che si porta dietro da due gare e che potrebbe compromettere la sua resistenza sull’intera durata della corsa. Cosa sia non si sa, anche se ora di tempo ne è passato e non ti spieghi come mai non si sia ancora fatto una bella giornata in una di quelle cliniche tuttofare, dove coccolandoti ti rivoltano come un pedalino. Lo farà settimana prossima. Non te lo spieghi se non considerando la scorza del ragazzo, che minimizza e minimizza finchè può, salvo poi tirar fuori tutto, mettendo gli altri in condizione di aiutarlo a correre ai ripari. Altri in condizione di considerarlo un lamentoso. Lui che lamentoso non è. Il problema c’è.
Quanto a Lorenzo. beh, rischia decisamente di più. Lui che aveva un conto aperto con Laguna Seca ora ce l’ha più aperto ancora. Ma stavolta ha voluto un po’ strafare. Si è fatto fregare da una gomma raffreddata nel tentativo di scrollarsi di dosso Elias nel suo tipico ruolo di succhiaruote, mannaggia. Stava bene Lorenzo, sì, ma era già volato, proprio lì. Tornato ai box era uscito e al primo passaggio lanciato era già sul record. Troppo, troppo , troppo! I mondiali si vincono anche ragionando un filo con la testa quando il tuo bel cuore di pilota ti dice che devi esagerare.
E i decimi di ritardo di Rossi si riducono a zero.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

103 risposte a “I tuffi in Laguna

  1. @benny
    me li ricordo pure io quei 5 punti(purtroppo)ma non possiamo stare qui a pensare del 2006.
    quello e storia passata.
    Rossi si e’ rifatto nel 2008.
    jerez,le mans,shangai,assen(errore di Rossi ma se edwards vinceva avrebbe potuto rubare 5 punti ad hayden)laguna seca,valencia.

  2. franceso: grazie, scusa ma ogni tanto può capitare di confonderso ^^
    inoltre vorrei precisare che non me la prendo con i piloti, sono esseri umani e possono sbagliare, e ovvio. la loro grandezza sta nel sapersi rialzare e montare in sella e farci vedere grandi cose anche se conciati male.
    qui piccolo commento: rossi ha studiato la gara, non era a posto( non si può essere sempre a postissimo), non aveva trovato il setting giusto, lorenzo è stato un grande, ma bisogna ammettere che forse si prende un po’ troppi rischi,voglio dire, è giusto prenderne, ma non quando sei così debilitato… in questo caso forse è meglio ragionarci un attimo, prima; bravo, cmq, nulla da dire.
    per stoner, bhe, solo lui e i medici sapranno trovare risposte, perchè se lorenzo ha retto una gara conciato comè, bhe, forse stoner non è poi così coreaceo.
    e maledizione per dovizioso!!!!

  3. SORPRESA. In un pomeriggio americano di caldo torrido, succede quello che non ti aspetti. Rossi, partito come strafavorito, viste le condizioni fisiche dei suoi avversari diretti per il titolo, non sfonda. Quel T4 non lo digerisce proprio e non va oltre un 2^ posto, sapendo dentro di sè di aver mancato una ghiotta occasione. Pedrosa carica la molla prima di partire, scatta a fionda e poi fa tempi mai visti manco col canocchiale in tre giorni di prove. Stoner sta male, ha difficoltà a reggere un passo di gara decente, ma è lì, e ottiene un piazzamento in attesa di tempi e condizioni fisiche migliori. Ma, il vero nome che esce fuori dal gp di Laguna Seca è LORENZO. Dopo una botta che avrebbe buttato giù anche un cavallo, fa una gara splendida. Ha un gran manico, un gran temperamento, magari fa un pò troppi errori ancora per inesperienza, ma dimostra avere un potenziale enorme di crescita. Un ultima notazione: quando Valentino lima in un giro qualche decimo a chi lo precede, il telecronista scatena un delirio di tifo che manco al Maracanà lo vedi così. Ci si può permettere di dare, stavolta, voto 5 al telecronista, che da votante assume la parte di votato in questa mail? Grazie e buon campionato a tutti.

  4. PURTROPPO PER LEI SIG. MEDA LE COSE SONO ANDATE DIVERSAMENTE….MA TANTO LEI SAPRA’ TROVARE UNO SPUNTO PER VALORIZZARE IN MANIERA DEL TUTTO “OBBIETTIVA” IL FATTO CHE ROSSI ABBIA PRESO PAGA…E UN LORENZO ACCIACCATO HA RISCHIATO ANCHE DI “ASFALTARLO”…LA PREGO ESPONGA UNA DELLE SUE ANALISI PSICHICHE!!!!
    FIDUCIOSO, GHERARDO

  5. alessia si sn daccordo cn te,infatti oltre ke da tifoso d rossi penso davvero lui sia il più completo e il più forte,si sa adattare,fa spesso le scelte giuste,mentalmente soprattutto..penso xò anke ke nn bisogna prendersela coi piloti dopo le cadute,sn cs ke capitano a tutti,ti assicuro ke già dentro di se sanno i loro sbagli…e nn hanno bisogno di sentirsi dire ke hanno sbagliato ank dagli altri,è sl pressione ke può fargli male..

  6. @ alessia.Certo,la configurazione poteva essere ingannevole.Io stesso, sono stato per una decina d’anni un pilota d’enduro ed ho messo sù una serie d’infortuni e mai augurerei una caduta a qualcuno.Comunque io non odio nessuno(pilota).

  7. @Alessia
    mi trovo d’accordo con te in ogni tuo commento ma trovo un’errore in quello che hai scritto.
    cioe,ti ricordo che rossi a jerez 2006 venne’ tamponato da elias ed a le mans 2006 gli si ruppe’ il motore o fu un problema con la gomma(ora non ricordo precisamente).
    Il 2006 per rossi e’ stata pura sfiga,seno’ avrebbe vinto con piu di 50 punti su hayden(apparte valencia,suo errore senza dubio ma pista che a lui non garba molto).Se non erro non vince a valencia dal 2004,quindi…
    Peccato perche’ senza tutti quei ritiri nel 2006 piu’ l’errore di assen e valencia Vale sarebbe a 9 titoli.
    10 quest’anno.Ma si sa con i ma e i pero’ non si va da nessuno parte.
    Ieri Rossi non era al 100% mentre lorenzo(moto)e pedrosa(incredulo)si.
    Spero che puig se ne vada via perche’ trovo dani un grande,specialmente quando lo vedo sorridere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *