Il caso-Casey

C’è modo e modo di accogliere una sconfitta. Lorenzo si muove moltissimo, ad esempio. In pista, dove riesce a virare una bacchettata in una vittoria mancata da se stesso soprattutto.

E’ un ottimo metodo per tenere duro sul fronte di questo Mondiale, cercando di preservare autostima e gasamento annesso. In aggiunta, guarda avanti. Sa bene Lorenzo che non è pensabile ottenere un ingaggio superiore a Rossi (una autentica assurdità) e questo pretesto gli permette di cercare altrove. Il che gli consentirebbe di correre contro Rossi con una moto diversa e con tutte le potenzialità negative o positive determinate dalle moto in pista a partire dal prossimo anno. Perde Lorenzo, ma tiene. In classifica e in materia di sistema nervoso.

Perde anche Pedrosa ma nel suo silente tentativo di recupero conserva una dignità rispettabilissima. Viene da una lunga serie di guai che l’avevano scaraventato in un’ombra clamorosa, date le aspettative riposte in lui, data l’evoluzione del connazionale Lorenzo. Non si è rimesso in piena luce ma sta dando segnali visibilissimi. E, alla fine, pur dentro un’altra stagione critica, sta conservando buona parte del proprio patrimonio e la possibilità di offrire una nuova scommessa su se stesso. Chi pare in grave imbarazzo, invece, è Stoner.

Puntava ad essere il primo di due, a vincere la “bella” con Valentino. Rischia di finire quarto di quattro, mostrando patimenti fisici che appaiono-senza scomodare il dott. Freud-innescati da un disagio psicologico.

E’ lui il più ferito tra gli sconfitti e servirà togliere di mezzo i tratti di questo disagio, non tanto per raddrizzare il presente quanto per ripristinare il futuro prossimo e remoto. Anche in questo senso Valentino serve come punto di riferimento perché l’attuale smalto offerto dal biondo è stato lucidato anche dentro tempi tutt’altro che felici. Ma forse è la vista di Lorenzo, così capace di sguazzare nei propri guai, a produrre un disagio aggiuntivo e insopportabile per Casey perdere la sfida con Rossi pare una regola universale ( sì, sì, arriverà Spies, come dicono gli irriducibili anti-Rossi, buon divertimento) mentre concedere il ruolo di successore ad un altro risulta ben meno digeribile. Ma questo è.

E si tratta di una sfida, a differenza di quella con Valentino, assai più incerta. A patto di affrontarla a tutta forza.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

373 risposte a “Il caso-Casey

  1. TECNO QUIZ: E’ UN DISCO DELLA FRIZIONE;UNO NUOVO, E UNO USATO COTTO DALL’OLIO. E’ STATO ESTRATTO DALLA CAMPANA DELLA FRIZIONE. Ciao ragazzi. Buona giornata. Complimenti. Siete dei grandi!!!

  2. Per Roberto. Ciao Roberto. E’ vero ci sono andato giù pesante. Io Biaggi come pilota lo stimo, e molto. Ha una guida pulita, invidiabile. Ho anche un suo ritratto con tanto di dedica. Cosa mi fà rabbia che non ha quella fame, di vittorie che ha Rossi, Spies, ecc. Il primo anno in 500 meritava di vincere il mondiale. Qualcuno dice che gli e lo hanno rubato, con quella bandiera. Dico qualcuno, perchè non voglio crearmi antipatie.Appena arrivato, in SBK ha vinto,la prima gara. In gara due è arrivato secondo. Ma perchè??? Era già appagato. A mio avviso questo il suo più grande difetto. Domenica scorsa, era più veloce ha BRNO. Non ha voluto superare Spies. Mi fà rabbia il fatto che può vincere il Mondiale, ha il potenziale, inteso come capacità, ma non lo sfrutta. Infine sono sicuro, che in MotoGp,potrebbe benissimo lottare per la seconda fila. Condivido ciò che hai scritto. Riguardo la moto di Borciani, è vero che non era quella di Troy, però Xaus, a Misano ha vinto con quella moto. Mi sbaglierò, ma ritengo che sia più bravo Biaggi.Allora mi domando: come fà a non passare Xaus a Misano??? Quindi se ci sono andato giù duro, chiedo scusa, ma mi fà rabbia, perchè come diceva una canzone, secondo me: SI PUò FARE DI PIU’. Ciao e buonaserata

  3. Per ASSO73. Ciao ASSO73. Mi spiace che non sei d’accordo con il mio pensiero su Stoner. Io sono un’Infermiere professionale di area critica. Mia moglie è medico Anestesista. Io lavoro in Rianimazione. Ho esperienza di Pronto Soccorso, e con gli anni impari a riconoscere i malati immaginari da i veri malati. Qualsiasi Pronto Soccorso di qualsiasi Ospedale è spesso frequentato da persone che in realtà, non necessitano di essere visti in Pronto Soccorso, e ostacolano chi veramente a bisogno. Io rimango dell’idea che Stoner è affetto da: BRACINO.L’anno scorso aveva sempre male al polso, solo quando perdeva. Lorenzo è più piccolo, ma si sta dimostrando più uomo. L’anno scorso dopo il volo della Cina, arrivava nel box con la sedia a rotelle. Pedrosa l’anno scorso ha saltato la gare successive al gran premio della Germania, perche aveva riportato fratture alla mano o alle mani. Quest’anno saliva sulla moto con lo sgabello, ma non ha mai mollato. Doohan quando aveva rischiato di perdere un’arto inferiore, si avvicinava alla moto con le stampelle. Capirossi, in Australia dopo la caduta le avevano posizonato un drenaggio toracico, che molto doloroso, e successivamente aveva l’affanno, ma non ha mai mollato, e non era un ragazzino, allora come non lo è adesso. Poi vi è Bayliss che si è fatto amputare una falange,accelerando i tempi di guarigione, per poter tornare prima possibile a correre. Criville era stato fermato, perchè rischiava un’attacco epiletico. In quel caso, non ve era niente da dire, perchè rischiava la vita. Nel caso di Stoner, non è chiaro. Ciò che è stato detto dell’anemia, l’alterazione degli ioni e ormoni, a mio avviso non giustifica la sua assenza.Non dico, che ciò che sto scrivendo, è sicuramente esatto. Sbagliano i Luminari posso sbagliare anche io.Mi spiace che manca Stoner, che manca quella rossa scomposta in apertura, che mancano quei pochi giri in prova, asciutto o bagneto che sia, con tempi da lasciare tutti a bocca aperta. Che manca un Big. Ho aspettato tutto l’inverno. Non dico che non ci sia lo spettacolo, ma per il titolo, è tutta una questione in casa Yamaha. Pedrosa lo hanno perso per strada. A me non interessa avere ragione, spero tanto di sbagliarmi, che torni, che non abbia niente di serio, ancora più Ciao e buonaserata

  4. Ok dimentichiamo la prestazione di Donington, dove il jolly é andato male…
    Ma visto che i 2 galletti della yama non fanno altro che cadere, Stoner pur claudicante avrebbe preso 20pt a BRNO e 20pt a INDIANAPOLIS, il che voleva dire 12 pt da Rossi….!!!
    Considerando che tra i prossimi gran premi vi sono: Phillip Island, Sepang, Valencia….!!!
    A voi le conclusioni…!!!

  5. per walter r1 scusa ma non sono d accordo con quello che’ dici 1 Stoner ha annunciato che’ sarebbe mancato tre gare … non si e’ nascosto te l ha comunicato 2 chi sei tu e la banda di mediaset per giudicare? siete dottori? specialisti? e poi lo sanno tutti che’ il caro pernat ha il dente avvelenato con la ducati e stoner e se la ducati ha dimostrato qualcosa bisogna dire grazie stoner….. 3 Se stoner con la ducati arriverebbe 3 o 4 protrebbe sempre dire la moto non e’ competitiva …. proviamo a dargli torto???? ma fatti lo dimostrano non chiacchire e se per tre gare ha alsato bandiera bianca ci saranno dei validi motivi che’ tu e io non sapremo mai siamo sportivi non facciamo commenti come cereghini e lucchinelli spero che’ venga pubblicato ciao a tutti i veri sportivi

  6. WalterR1…Ciao,c’è del vero in ciò che dici,ma forse sei andato giù un pò troppo duro su Max.Guardiamo il tutto(se ti va)da un’altro punto di vista.Ha 38 anni,ha vinto la sua prima gara iridata quasi 19 anni fà.La Suzuki di Corser e Kagayama partì con un bel vantaggio di motore ma arrivò con il fiato corto,tantopiù che se davi ancora 2 gp a Vermeulen il titolo andava alla Honda.L’anno dopo era una moto come le altre;Il team Sterilgarda non possedeva lo stesso mezzo di Bayliss e Lanzi.In 500 il primo anno fece bene,esordì con pole vittoia e giro veloce a Suzuka,e bastonò tutti gli ufficiali tranne Doohan.Poi è arrivato uno più veloce di lui…succede.Sul carattere ti quoto in pieno,insopportabile.Ma anche vero,schietto.Al giorno d’oggi una rarità.Se sento una dichiarazione di chiunque,non so mai quanta “diplomazia” ci sia in quelle frasi.Da max abbiamo sentito tante scuse,ma sicuramente è sempre stato se stesso.Ciao

  7. Biaggi è veloce solo in una pista,o in alcune piste.BRNO è una di queste. Se fosse veloce quanto è antipatico, sarebbe campione del mondo. Dopo essere stato cacciato,con una pedata nel fondoschiena, in Motogp è stato raccattato da quel santo di F.Battà. L’anno che è arrivato, pensava di vincere contro Toseland, contro la Honda. Lui correva con la moto che aveva vinto il mondiale l’anno prima, a la prese come sempre, e questa volta non dà Rossi ma da Giacomino Toseland. L’anno dopo con la stessa moto di Bayliss, dove Xaus ha vinto a Misano, la prese di nuovo, e questa volta da Troy Bayliss. A BRNO questanno se non vanno per terra FABRIZIO e SPIES, non vince neanche lì. In gara due, che SPIES non lo hanno tirato giù, non ha vinto. A NURBURGRING ritornerà nel tunnel dei problemi. E’ sempre colpa della moto, della folle che entra. Non è mai colpa sua. Non capisco perchè, quando lo intervistano a fine gara, ha sempre l’affanno. Sembra che ha spinto la moto. Il mito è SPIES, che a BRNO non ci aveva mai corso, quella pista l’aveva mai vista, eppure se lo è tenuto dietro.Anche Fabrizio è Romano,ma è simpatico,disponibile,e più veloce di lui. Con 3 X La7 vuole fare il simpatico. E come se io volessi fare il pilota. E’, e sarà sempre, un pilota da 250.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *