Godiamoci la pace

Prosperità e stabilità. Sono le due parole chiave che definiscono questa nuova era della Formula 1. Uno sport che riparte dal nuovo Patto della Concordia, firmato nella tarda notte di venerdì da Max Mosley, Presidente della Fia.

Tutti felici, tutti pronti per la foto di rito. Anche se nei repertori d’immagini finisce la stretta di mano del 24 giugno scorso a Parigi fra Mosley, Montezemolo e Ecclestone. E’ quello il fotogramma che rappresenta il futuro, anche se dopo i proclami di quel giorno il Presidente aveva tentato l’ennesimo colpo di mano, una retromarcia capricciosa e testarda.

Prosperità e stabilità sono le due parole che garantiscono il futuro della Formula 1 ma sono anche un sollievo enorme per tutti quelli che sono stati obbligati a guardare. La mancanza di un accordo, rinnovato e controfirmato dalle parti, ha generato il caos, ci ha tenuti ostaggi di vicende politiche, di rappresentazioni dell’ego che poco hanno a che vedere con lo sport. Adesso basta.

Sappiamo che torna la Formula One Commission. Sappiamo che tutti i team votano i cambiamenti prima che vengano sottoposti al Consiglio Mondiale per essere ratificati. Non ci saranno più colpi di mano, insomma, perchè l’ordine è stato ristabilito ed è interesse di molti (anche se finora non lo è stato di tutti) mantenerlo. Non avremo più nuovi regolamenti a sorpresa, decisioni di uno. Avremo una gestione condivisa, come avrebbe dovuto essere, come non è stato. Basta comunicati, dichiarazioni, risposte controverse, riunioni e minacce. Al centro del fuoco torna lo sport. Possiamo soltanto ringraziare. La guerra è finita. Godiamoci questa pace.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

7 risposte a “Godiamoci la pace

  1. Secondo me Montezemolo ha puntato i piedi perchè quest’anno non avrà il ritorno economico che aveva in mente, il tutto è stata una pura e semplice lotta di potere. Non amo la linea Montezemolo ma di sicuro sarà meglio di quella di Mosley. In pochi anni abbiamo avuto le cose più ridicole… gomme slick, gomme intagliate, gomme intagliate che potevano diventare slick in corso d’opera, gomme che durano un gp, gomme si possono cambiare in corsa l’anno dopo, rifornimenti, in futuro niente rifornimenti, e il botto finale 2009: kers ed estrattori che tornano regolari (e bravo Brawn tu che si che sei un furbetto, ah dimenticavo Brawn e Montezemolo erano a braccetto fino a ieri…)

  2. E dormirono tutti felici e contenti dopo le luci verdi della partenza godendosi le GRANDI emozioni che la Formula 1 sa darci…

  3. Speriamo sia la fine di questa brutta commedia. Io sinceramente avrei preferito un campionato alternativo gestito dalle case, ma se la FOTA ha optato per restare e firmare il patto avrà avuto i suoi buoni motivi. Speriamo che la quiete duri..almeno per un pochino..

  4. Più che la stabilità politica, che comunque è un inizio, servono regolamenti certi, facilmente interpretabili e uguali per tutti.
    Se dev’essere kers, per fare un esempio, che sia obbligatorio, in modo da vincolare in sede progettuale tutte le scuderie.
    In cambio di una giornata di prova per fare ambientare Schumacher con la F60, si potrebbe concedere a tutte le scuderie una giornata di test in più, lasciando ad ogni team la scelta di quando giocare il jolly da qui a fine stagione.

  5. Per me e’ ingiusto che Michael Schumacher dopo 3 anni di inattivita’ non possa provare la macchina 2009,cioe’ la F 60,e questo e’ grazie a Mosley e alle sue regole senza senso…Non e’ una questione di soldi il ritiro della BMW,Honda e Ford,la verita’ e che non hanno vinto nulla,hanno fatto solo figuracce ridicole quando hanno voluto fare sia il telaio che il motore,cecando di copiare la nostra Ferrari e raccogliendo la sfida che gli lancio’ Montezemolo…E anche per questo che l’Audi non entra…perche’ ha paura di perdere…Meglio Le Mans dove gareggiano tra di loro…L’Italia e gli Italiani devono essere grati a Michael Schumacher per quello che ha fatto e fara’…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *