Il coraggio di Schumi

Schumacher non ce la fa. Il guaio vertebrale rimediato correndo in moto non gli permette di tornare a correre, il suo collo non è in grado di sopportare le sollecitazioni prodotte da una Formula 1. Così, crediamo con un rammarico profondissimo, ha deciso di rinunciare a sostituire Massa sulla Ferrari. Il che rappresenta forse l’atto di coraggio più forte dell’intera vicenda. Un atto che a Schumacher deve essere costato moltissimo perché lo porta magari per la prima volta, certo in via definitiva, nell’universo degli uomini più o meno normali, quelli che non ce la fanno, non se la sentono, non possono anche se vorrebbero fortissimamente. Continua a leggere