La morte del sogno

E’ uno dei momenti più duri della mia vita” dice Schumi con un’espressione da lutto. A dimostrazione di avere a che fare con la morte di un sogno, il suo.

Tornare a correre, ricacciarsi in una sfida: questo gli importava e gli importa, a costo di compiere un azzardo che non sta con la sua età, con le fratture rimediate in moto, una delle quali non ancora guarita.

La conferenza stampa di Ginevra questo evidenzia, rendendo Schumacher pochissimo credibile quando ripete di non aver rimpiati per il ritiro dalle corse, deciso a fine 2006. Mai un accenno al desiderio di piantarla con i rischi, nessuna smentita sulla possibilità di riprovarci in un futuro prossimo o remoto. 

Quest’uomo resta un pilota nel profondo, alle prese con una delusione da ragazzino. E nemmeno le parole del suo medico Johannes Peil, chiarissime nel segnalare un intimo dissenso sulle decisioni del suo celeberrimo paziente, devono essere servite, serviranno.

Schumacher è ferito e deluso perché rischia di non correre più e forse lo capisce soltanto ora. Ammesso che lo accetti, che accetti di cominciare a considerare la propria vita in altri termini. Per quanto visto e sentito oggi, nessuna speranza.

Un ritiro, per davvero, definitivo e serio, Schumacher non sembra nelle condizioni di prenderlo in considerazione. E’ questo, onestamente. Alla fine di questa vicenda, che fa un po’ tristezza. Poco altro.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

50 risposte a “La morte del sogno

  1. ronny ma te lo fai apposta a venire qui a fare i tuoi commenti del cavolo???????tu 6 l’esatto contrario di tt le persone normali: dai addosso a valentino e nn riconosci ke è il + forte di tt e continui a sostenere il tuo povero stoner ke nn correrà altre 2 gare. poi continui a sostenere raikkonen ke dp il mondiale continua a prendere 1 stipendio da capogiro x arrivare sempre 6 o peggio e poi dai del poveretto a schumacher. scommetto ke 6 anke juventino

  2. Vabbè dai non mi sono sbagliato di tanto su Senna. Per quanto riguarda Raikkonen, nessuno dice che non è bravo, però con Massa non è stato competitivo come lei ha descritto nel passato, e io mi riferivo a questo. Comunque mi viene incontro quando dico che Shumy è un grande, perchè a 37 anni non ci arriva nessuno a gareggiare a ottimi livelli.

  3. a william: schumacher ha preso in mano una Ferrari che faceva al massimo un podio all’anno e l’ha portata, con i suoi tecnici, al top assoluto. Questo dice tutto.

  4. William, se vogliamo parlare di aiuti FIA, è stato proprio Alonso a beneficiarne… Altrimenti, soltanto per la questione del mass dumper la Renault doveva vedersi cancellati tutti i risultati… per non parlare della storia dello spionaggio McLaren.
    In qualsiasi sport, l’uso di attrezzature irregolari porta alla cancellazione del risultato… tranne che in Formula 1 per Alonso… Il mass dumper era come il doping per un ciclista. Se ci fosse stata “giustizia divina”, come dici tu, Alonso non avrebbe nemmeno un titolo… Raikkonen ne avrebbe due e Schumacher otto… tutto qua.
    Come era facile per la McLaren trarre vantaggio dalle informazioni avute sulla Ferrari… e guarda caso ne ha beneficiato anche Alonso… facile così.
    Ah… mi spieghi una cosa… quando è che Schumacher ha beneficiato di una ripartenza di un GP? Sto cercando nel mio archivio… ma non trovo nulla… spiega… please.

  5. @ Rich

    Scusa, ma per i mondiali di Senna ti sei sbagliato. E’ stato il secondo che ha vinto buttando fuori Prost (1990), ed è stato il terzo che ha vinto (1991) anche perchè Mansell perse una ruota ai box. Il primo (1988) l’ha vinto alla grande, dimostrandosi sempre più veloce di Prost.
    Poi, perdonami non ce l’ho con te, sul fatto che Massa sia migliore di Raikkonen….. Kimi va forte solo quando ha voglia, Massa cerca di andar forte sempre. Kimi non ne ha più voglia, ed è arrivato alla Ferrari nel 2007 che era già sul viale del tramonto. Ricordiamoci quello che ha fatto Kimi in Mclaren nel 2003 (chiuse il mondiale a 2 punti da Schumacher con una macchina che valeva la metà) e nel 2005 (totalizzò 112 punti con una macchina che rompeva 2 1 volta su 2). Kimi, quand’era al top, era sovraumano.

  6. Il passato della F1 è pieno di ?????????? caro WILLIAM. Non si dimentichi la super Williams di Senna-Prost dove si parlava di benzina irregolare, la famosa coppa dell’olio della super Mclaren Senna-Prost (guarda caso!), il fondo piatto della Benetton di Shumy, e tanti altri… Dovremmo azzerare tutto e non dire niente. Il mio messaggio aveva l’obiettivo di far capire come un pilota di 37 anni ha lottato alla grande con piloti più giovani di lui, grazie alla devozione massima di Shumy nel suo lavoro, negli allenamenti, nel volere dal team sempre il top. Non è facile fare tutto ciò a una certa età, altri piloti dove arrivano? Dove arriverà Alonso? Il suo obiettivo da lui dichiarato è il 3 mondiale. E’ andato alla Mclaren per questo, ma Hamilton a 20 anni era più veloce di lui, che ti piaccia o no non gli è andata giù (e neanche a lei).Il massdumper l’avevano tolto tutti, tranne la Renault, come mai? Qualcosa non quadra! A metà mondiale Alonso aveva 25 punti di vantaggio e la Renault andava forte comunque… Senna ha vinto 3 mondiali, uno mandando fuori Prost(Ferrari) alla prima curva a 150km/h in Giappone (ultimo GP), il secondo perchè Mansell perse la gomma anteriore destra dopo essere ripartito dai BOX (ultimo o penultimo GP), il terzo perchè Mansell (colpa sua) forò la gomma all’ultimo giro. Tutto questo per dirvi 2 PESI E 2 MISURE sui giudizi della gente, Shumy l’antipatico per voi non è un grande, il leggendario Senna invece era un fenomeno, ma visto i fatti riportati tanto leggendario non è, casomai molto fortunato e furbo(come disse Prost). Alonso è un buon pilota, però diceva tanto insieme a Briatore che sottopressione lui è più forte di Shumy, invece con Hamilton la pressione gli è scoppiata e se ne andato. Parlava male di Shumy, perchè la Ferrari era tutta per lui, ma anche Alonso voleva tutto per se alla Mclaren ( ma anche alla Renault), però non ci è riuscito perchè Hamilton è stata la sorpresa di tutti. Adesso è sparito, speriamo di vederlo con la Ferrari, così tracciamo il bilancio finale.

  7. Ciao Willian, sono veramente colpito dalla tua obbiettività, però ti prego, spiegami 2 cosine giusto per cimentare quanto dici:
    1-Perché la federazione (o chi per esso) avrebbe scelto schumi per alzare lo share?
    2-MassDumper, dici che era il 30% della forza renault,quindi un buon 70% piu’ il pilota è possibile affermare che avrebbe battuto comunque la concorrenza?( contro cetrioloni rossi)
    3-Gadget: la Fia prendere una percentuale dei cappellini venduti da schumi?non bastano quelli ufficiali fia come introiti ??e.. anche fosse… immagino che hanno rifatto un circuito con detti introiti
    4-Situazioni agevolate: le ha create schumi?se così fosse è veramente un dio 7 anni di …. ah no i primi 2 no li era un pilota poi.. la Ferrari,agnelli la fiat, Montezzemolo la Fia..
    5-Hammmmmmmmmilton in 2 anni: il primo pigia un tasto sbagliato, nel secondo vede una toyota rompersi l’ultima curva, per non parlare dei recuperi fuori pista un po’ ambigui e false dichiarazioni e tamponamenti al semaforo rosso … mah
    6-Ma di tutto io vorrei tanto sapere cosa schumi avrebbe fatto per far girare la f1 per 7 o 5 anni intorno a lui, non parlava neanche l’italiano è pure crucco e c’era mister valle verde che era uno spetacccccolo,per non parlare di Barrichello e quest’ultimo visto che aveva la ali tappate da schumi ora, in un anno dove le big sono in difficoltà, non mi sembra faccia la differenza come dovrebbe uno della sua esperienza ..
    7-E… presumo che questo falso rientro serviva solo per vendere qualche biglietto in piu’, qualche cappellino,dare da mangiare in un momento di crisi a chi fa il casco e andare sulla luna, almeno … per quel che dici è un bluff,forse non aveva abbastanza soldi per andare nello spazio …..

    Schumi per il suo tempo è stato un grande come lo è stato Senna nel suo e Lauda nel suo etc ..
    Uno che vince 7 titoli definirlo come lo definisci tu… boh a me pare assurdo e anti-obbiettivo visto che il tuo essere obbiettivo si basa su share,gadget,massdumper,sfiga e altro … Anche a me sta sulle scatole Hakkinen per quel famoso sorpasso, ma cribbio, lo ha fatto … è stato un grande giu’ il cappello… poi da tifoso, mannaggia a lui !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *