Tutto su Lorenzo

Uno ha fatto le vacanze sbracato sul divano, l’altro ha passato le giornate ad alzar pesi. Rossi e Lorenzo sono rimasti soli a mangiarsi la torta di questo mondiale, ma hanno due vissuti e due facce diverse. Mentre Valentino, in vantaggio, è inamovibile e solo virtualmente corteggiabile, Lorenzo si ritrova tirato dappertutto. E’ (stato) di fatto coinvolto su tre fronti: la Honda, la Yamaha e la Ducati.

In Hrc ora hanno mollato il colpo perché per sbilanciarsi in un ingaggio per Lorenzo fuorimercato tanto vale tenersi i piloti che ci sono che comunque vanno benissimo.

La porta su musetto affilato di Lorenzo l’ha chiusa con poca grazia e pure poco savoir faire il neo presidente Hrc Tetsuo Suzuki, annunciando il rinnovo dei contratti di Pedrosa e Dovizioso (un biennale) ancora prima che i due abbiano firmato alcunché. Entrambi hanno provato a smentire e noi, per inciso, siamo qui adesso a chiederci se questo Suzuki sia un genio assoluto o un pollo con tanto di piume. Lorenzo si limita a prendere e a portare a casa.

In Yamaha aspettano che Lorenzo confermi, senza patemi, che tanto finchè c’è Rossi un’entità vincente ce l’hanno comunque. Non intendono dargli un euro di più di quello che è l’ingaggio attuale, lo stesso che Lorenzo ha definito “non commisurato” al suo valore. Ma l’annuncio della Honda ora li aiuta. La moto è buonissima e ci sono poche alternative valide. Se Lorenzo resterà sarà una sconfitta per il suo ego perché avrà perso la battaglia dei soldi, ma una vittoria quasi certa per il suo futuro sportivo. Lorenzo si limiterebbe a prendere e a portare a casa aspettando i benefici.

Anche in Ducati gli hanno certamente e delicatamente messo il mirino addosso ed è inquietante se volete, perché significa che nel conto di un’azienda (anzi due considerando la Marlboro) ci sta anche l’ipotesi che Stoner non torni più del tutto. E’ cinico pensare che Lorenzo possa credere di costruire il suo futuro sull’eventuale forfait di un collega tanto dotato. C’è tempo per decidere e per capire, c’è Stoner da aspettare, ma la proposta di Ducati per lo spagnolo potrebbe essere l’unica davvero sontuosa. Bisogna solo decidere prima di scegliere per soldi, e di mettersi poi in gioco su un mezzo tanto veloce quanto temuto.

Se tutto questo può tradursi in pressione Lorenzo la regge benissimo. Nelle prime libere è stato di fatto imbattibile e senza timidezza alcuna nei confronti di Rossi. I due fanno un altro mestiere con le loro Yamaha anche se hanno due vissuti e due facce diverse.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

27 risposte a “Tutto su Lorenzo

  1. Lorenzo dovrebbe scendere dal piedistallo, fare un bel bagno di umiltà e poi piano piano a testa bassa e stando zitto cercare di arrivare a battere valentino.
    Con i proclami che continua a fare, troppa erba e sabbia della via di fuga continuerà a mangiare!

  2. Di grazie quando Stoner ha dimostrato di essere più forte di Lorenzo ?

    Di Testa ? : Paperino :
    In bagarre ? : Paperoga :

    No , ditemelo

  3. caro lorenzo, finchè fara errori alla donington o come oggi: NON PUOI ASSOLUTAMENTE NEANCHE LONTANAMENTE CONFRONTARTI A ROSSI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    GRANDE ROSSI!!!!!!!!!!!!!!
    SIA ROSSI CHE STONER( quando a posto) TI FANNO UN BAFFO!!!!!!!!!! OLTRE AL POLSO CI VUOLE ANCHE LA TESTA, E TU QUELLA NON CE L’ HAI!!!!!!!!!

  4. Adoro per questo il dovi che con quel gran cervello che si porta dietro, prima dimostra, impara e poi forse chiede.in 250 stava alla pari con quel fenomeno di lorenzo ma aveva un trattore paragonato alla moto di parafuera. A proposito dov’è finito il chiupa chiups? Questo è spontaneo?a confronto pedrosa è spontaneo e anarchico….. Sveglia ragazzi.

  5. Quanto vi piace fare illazione e fantamercato, scuola calcistica? Ci vogliono i fatti, e i fatti dicono che chi sia stato proclamato antirossi o nuovo rossi abbia fatto una fine pessima. Lasciate crescere jorge e i suoi coetanei per quel che sono, giovani e veloci piloti, ma con molta ma molta strada da fare, siete voi tifosi e giornalisti che mettete nella testa di uno o dell’altro l’idea di poter chiedere di più quando di fatto ancora non ha vinto niente.lasciate crescere i fiori e se son rose…

  6. ciao guido io condivido tutto quello che tu scrivi
    ti seguo da sempre ma una domanda sorge spontanea :
    CHE FINE HA FATTO PAOLONE ????

  7. Secondo me domani Valentino come d’incanto (e come sempre) troverà quei 3 decimini che lo faranno stare con lorenzo per tutta la gara e poi risolverà tutto con un sorpasso all’ultimo giro.
    La butto li ma non credo di sbagliarmi di molto!

  8. @Bay82
    Concordo appieno cn te a parte l’ultima ipotesi.potrebbe perfino buttare li ke si ritira dalle competizioni come estremo tentativo di rivalsa /ritrovata competitività sul mercato delle proprie quotazioni.quindi okkio alle sentenze!Non intendevo di certo sbeffeggiarti dicendo ke Suzuki ce l’avesse cn noi nel senso d essere arrabiato..ma nel senso ke le sue parole nn fossero ‘riferite’ a noi bensi a ki sa lui,in un abile quadro strategico-manageriale di cui è facile immaginare egli è in parte fautore in parte solo portavoce,come dovrebbero suggerirci le logiche mangeriali piramidali di matrice asiatica…da qui a dire ke Lorenzo restera dov’è o passerà altrove ne passa..(KAKAdocet).e se invece l’ uscita mediatica di Suzuki fosse stato1avvertimento x i suoi piloti e relativi manager ad andarc cauti a far nomi dei propri assistiti e mettere manifesti pieni d brio e disponibilità e far imtendere ke okki e orekkie e mani di una multinazionale tutto sanno e tutto possono..e metto la mano sul fuoco ke nn si tratta del Dovi,vista l’escalation di risultati e relativa popolarità ke sta guadagnando meritatamente in sella all’HRC?!?ai posteri l’ardua sentenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *