Stoner merita rispetto

Di Loris Reggiani

Ho letto e sentito molte cose, tutte ipotesi molte illazioni, ma nessuno sa che cos’abbia davvero. Probabilmente dovremmo farci i fatti nostri, ma se un pilota campione del mondo è ancora in lotta per il titolo e sospende l’attività per tre gare, possiamo essere certi di almeno due cose: la prima, che è banale, è che un problema vero c’è, che sia fisico o psicologico poco importa, ma è roba seria in ogni caso.

La seconda è che il ragazzo dimostra, se ce ne fosse ancora bisogno, di avere gli attributi quelli veri. Si perché lui ci mette la faccia e sicuramente parte dell’ingaggio ed eventuali premi finali, che inevitabilmente in qualche misura perderà comunque. Molto più semplice sarebbe stato prendere in giro tutti e tirare a campare, portare a termine una stagione con i remi in barca, come alti piloti hanno già fatto o fanno tutt’ora.

Salvare il salvabile, non passare così agli occhi di molti come il ragazzino viziato e poco professionale, tanto per lui fare il primo delle Ducati non è certo un problema.

Credo che meriti un profondo rispetto, uno che ha il coraggio di prendere una decisione così importante quanto impopolare, e di mettere le proprie sensazioni davanti agli interessi economici, alla popolarità. Anche se questa scelta si scontra inevitabilmente con gli interessi economici e l’immagine dell’azienda che lo paga.

In questo ambiente, sempre più multimilionario, il pilota ormai è l’unico personaggio che ci mette la passione, quella vera. E’ l’unico che sarebbe qui anche se non guadagnasse nulla, tant’è vero che quando iniziò a correre lo fece di tasca propria solo per poter salire su una moto. Guadagna bene se vince, ma è anche vero che è il primo a pagare quando le sue prestazioni non sono più all’altezza di quello che ci si aspetta da lui. Allora è anche giusto che abbia, come dovrebbe essere per ogni individuo, la possibilità e la libertà di scegliere quando è ora di dire basta o di fare una pausa.

A me in pista Stoner manca, è un uomo importante per questo ambiente da più di qualche anno. Mi ero abituato a lui e alla sua Ducati la davanti, me lo aspettavo sempre, però lui ha deciso così ed io lo rispetto e mi sembra ancora più campione. Bravo Casey, grazie e in bocca al Lupo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

194 risposte a “Stoner merita rispetto

  1. EPIC FAIL!
    Tra l’altro Loris, non ricordarsi al terzultimo gp della stagione che Rossi ha fatto un podio… ok che in australia avrai accusato jetlag, ma sveglia!
    Si scherza eh… considerati Meda, Bobbiese e Cereghini tu sei un signor opinionista.

  2. Loris Reggiani parla di rispetto nei confronti di Stoner… ma lei non sa nemmeno cosa significa questa parola… si vergogni per come fa il suo commento “tecnico”… sempre critico per tutti tranne che per Rossi…

  3. fino ad un anno fa, stoner è uno debole mentalmente che non reggeva le pressioni….
    ora che i fatti dimostrano il suo talento, non lo prendete più in giro????
    francamente patetici….

    penso che ora i grandi capi della ducati si stiano mangiando le mani per aver spesso soldi inutilmente pagando uno (VALENTINO ROSSI) che sa solo criticare e che puntualmente si fa mettere dietro da hayden….

  4. sisi, belle parole, però quando c’era da ridere con vale e uccio dicendo che vale lo aveva manadato dallo spichiatra lui non si sottraeva alla burla. quindi prima di scrivere ste cose dovrebbe avere l’onestà intellettuale di scusarsi.. e ora.. che dire.. dallo psichiatra ci dovrebbe andare qualcun
    altro!!!

  5. Pingback: Stoner merita rispetto | Notizie cool sul mondo dei motori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *