Caso Stoner: un’altra chiave

Io non credo alle voci che circolano sui cattivi rapporti tra Stoner e la Ducati. Lo ribadisco qui, con il massimo della serenità, cercando di rimanere fedele a quella distanza ideologica ed editoriale dalle speculazioni che in questo periodo hanno invece trovato nel paddock terreno ultrafertile.

Il Casey Stoner che conosciamo, da anni ormai, non gestisce le mezze misure. E’ un ragazzo strano, senza dubbio, strano e incazzoso, ma anche intelligente e ipersensibile. Suo padre Colin, che gli fa da manager, che in questi giorni parla per lui e che forse è pure atavicamente troppo ingombrante nelle cose del figlio, è esattamente come Casey.

Nel senso che entrambi, se ci fosse un problema determinante nei rapporti con la Ducati, non esiterebbero a dirlo. Con un’esplosione magari tatticamente sbagliatissima, ma non se ne starebbero zitti. Di questo sono convinto. Il problema non si pone.
Continua a leggere