Le gioie terribili

E’ un piacere veder sorridere Fisichella e Trulli, soprattutto su una pista così, buona per gente tosta.

Quindi, con gratitudine e rispetto ci permettiamo di osservare quanto segue. Force India, Toyota e BMW occupano a sorpresa, per la prima volta in assoluto i primi tre posti della griglia. Sono tre squadre nei guai.

La Force India è sopraffatta dai debiti e dai creditori; la Toyota è sull’orlo del ritiro dalla Formula 1, la Bmw ha già annunciato l’abbandono. Ora, abbiamo fatto troppi chilometri sui marciapiedi della F1 per non avvertire uno strano olezzo.

Anche perché sia Fisichella, sia Trulli non sanno spiegare affatto come sia stato possibile ottenere un tale doppio exploit. Stiamo parlando, per intenderci di macchine da retrovie, resuscitate all’improvviso, mentre che so, la McLaren, protagonista assoluta a Valencia, è sprofondata nel buio.

Forse qualcosa di illuminante potrebbero raccontarlo quelli della Bridgestone, nel senso delle gomme, ma la verità è che non sapremo mai la verità.

Quindi, bene così, malissimo così. Questa Formula 1 sconcerta troppo per farci davvero contenti. Il che, lo ripetiamo, non toglie nulla alle prestazioni di guida dei nostri vecchi, carissimi eroi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

56 risposte a “Le gioie terribili

  1. Certo che leggere certi articoli mi lascia allibito…
    due piloti italiani si dividono la prima fila sulla pista più bella del mondiale e anzichè esultare si urla al complotto…
    Fisichella ha fatto un week end da FENOMENO e il Sig. Terruzzi accusa la Bridgestone?? Piuttosto evitate di scrivere se dovete screditare la gente e pensate all’olezzo che si sente sui marciapiedi della motogp… almeno in F1 sulla riglia 20 macchine riescono a schierarle…

  2. Ah… già… una cosa non è stata detta… la pista più difficile del mondiale, una pista vera… eh… Signor Terruzzi… questo particolare è sfuggito…vero? Schumacher, 6 vittorie. Senna, 5 vittorie. Clark e RAIKKONEN, 4 vittorie… ops… ho detto Raikkonen? Ma non era bollito?
    Signor Terruzzi… dipende sempre da come si praticano i marciapiedi della F.1… Esserci non vuol dire capire e vedere le cose… almeno per chi reputa Massa superiore a Raikkonen…

  3. DOVE SEI GIORGIONE ASPETTO IL TUO SERVIZIO,AVEVI DATO PER FINITO E RIFINITO UN PILOTA CHE CON QUESTA VITTORIA E GLI ULTIMI PODI STA SALVANDO LA FERRARI DA UNA STAGIONE FALLIMENTARE E DA SOLO STA DIFENDENDOIL TERZO POSTO.SE SEI UN VERO UOMO DOVRESTI AVERE IL CORAGGIO DI CHIEDERE SCUSA TU E IL TUO AMICO RONNY MENGO !!!!GO KIMI SULLA PISTA PIU DIFFICILE DEL MONDIALE DOVE SI VEDONO I CAMPIONI HAI FATTO MANGIARE LA POLVERE A TUTTI !!!ADESSO CACCIATELO PURE HAAHAHAH

  4. Iceman is back!
    ps: senza il “cocco” Massa, Kimi in tre gare ha fatto secondo, terzo e primo.
    A voi l’analisi, il perchè io ce l’ho ben chiaro.

  5. Dopo aver visto la corsa, con la vittoria di un grande Raikkonen e la bellissima gara di Fisico, vorrei sapere che ne pensa il buon Terruzzi. Hai visto, caro Giorgio, che le prestazioni in qualifica di Fisico (ma anche quelle delle Bmw) non erano farlocche e che forse avrebbe anche potuto vincere? Ma io dico, possibile che se in F1 un pilota dalle retrovie, per giunta italiano, fa una grande prestazione bisogna gridare all’imbroglio, mentre se succede in MotoGp allora quel pilota è un fenomeno? Ma un pò di obiettività, e poi Giorgio se pensi che la F1 sia ridicola, perchè ne parli? Unisciti ai tuoi colleghi e parlate solo di quanto è bravo Valentino e di quanta pipì abbia fatto a Jerez dopo la corsa (domandare a Beltramo). E poi, smettetela di screditare sempre la F1 solo perchè non la trasmettete voi (e lo dico anke da appassionato di moto).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *