Per fortuna c’è Hamilton

Per fortuna siamo vicini ai titoli di coda della più brutta stagione nella storia della Formula 1. Anche a Singapore i candidati al titolo hanno giocato ad auto eliminare le rispettive candidature.

Mark Webber è matematicamente fuori dalla lotta, zero punti nelle ultime quattro gare, un disastro insomma, con le responsabilità da dividere tra lui e la squadra. Sebastian Vettel – l’unico vero talento tra i fantastici quattro – si è dimostrato ancora troppo acerbo.

Da una parte il bimbo prodigio paga per i limiti della Red Bull, ma dall’altro è stato eccessivamente discontinuo nell’arco del campionato. La matematica ci dice che Vettel è ancora in corsa, ma 25 punti a tre gare dalla fine possono spostare la fine del sogno di una gara. Continua a leggere