Due facce della stessa medaglia

Giorni da dimenticare, giorni da ricordare. Rossi e Stoner sono due facce della stessa medaglia da corsa. L’istinto bestiale di Stoner si incontra con la sua vecchia Desmosedici, l’istinto bestiale di Rossi si scontra con la sua M1. Sostanzialmente è proprio la gestione del tempo in prova a distinguerli. Uno, Stoner, pretenderebbe da subito una moto a posto e la trova quasi sempre, l’altro, con Burgess, sceglie la strada più lunga per arrivare a un setup ottimale, che stavolta non è arrivato. Un caso o una lacuna nel lavoro?
Non è la prima volta e al team di Rossi ti verrebbe voglia di suggerire una modifica delle modalità tecniche che portano alla gara. La fiducia cieca e incondizionata nei miracoli che il pilota fa in gara non può e non deve essere sempre l’unica strada da percorrere. E’ inutile inseguire l’ipotesi di una gomma difettosa, perché è da venerdì che a Rossi mancano decimi preziosi. Anche solo tre. Ecco, tre decimi, nel motociclismo moderno tra fenomeni sono un abisso che ti può fregare. 

 
Anche perché Lorenzo sta dimostrando che si può lavorare in un’altra maniera. Il mondiale adesso è bello corto, strettino, avvincente. Stoner è mancato terribilmente a questa corsa nelle corse, ma a questo punto non ci resta che ammettere con sincerità che se c’era una cosa di cui aveva bisogno era proprio una sosta come questa. Alla faccia di chi, a fronte della sosta, ha inventato qualsiasi boiata per convincerti che l’austraiano era finito. Noi, con orgoglio, siamo felici di non essere caduti nella trappola del periodo in cui si son sentiti “liberi tutti” e di riaccogliere Stoner con la serenità di chi ci ha creduto e la passione di chi apprezza le corse.

Certo, una macchia in questa corsa c’è, per tutti. L’assenza sconcertante di adrenalina, sorpassi in una parola, che ci induce da un lato a riflettere sulla semplice casualità e dall’altro su una formula tecnica (quella dei motori da 800 con tanta elettronica) che non fa che mostrarci il suo lato più debole. I Fantastici quattro, stavolta sono andati via ognuno per sé, ognuno a fare i conti con la propria moto e con il consumo della propria gomma, nessuno a fare i conti con l’avversario che precede o che segue. E così non va bene. Una gara che ha finito per annacquare il favoloso ritorno di Stoner, la straordinaria perfezione di Lorenzo, l’inedita debacle di Rossi. Temi importanti per qualsiasi appassionato di moto, solo a patto che si inseriscano in un contesto spettacolare. Che in Portogallo è mancato del tutto.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

267 risposte a “Due facce della stessa medaglia

  1. CHE GARA!!!!
    Ragazzi anche se fosse arrivato 2° vederlo pilotare è già di per sè uno SPETTACOLO.
    Altro che moto perfettine, docili, facili per tutti, quello lì pilota come un indemoniato!
    Spettacolo solo guardarlo ripeto.
    Bravo anche a v.r.45+1 che invece di accontentarsi ha reso la gara emozionante.
    Lorenzo male male male, peccato.
    Pedrosa? Bavino oggi ma, o la HRC ha puntato sul cavallo (pur velocissimo) sbagliato o Casey è di un’altra stoffa veramente.
    De Angelis bravissimo.
    Ciao a tutti.

  2. infatti all’Estoril il gap nelle qualifiche era 0.260 … poi non so cosa abbia combinato la domenica per peggiorare ulteriormente. Spero sia jorge che pedrosa migliorino un po’ la domenica mattina …. buon we

  3. bhem era la prima volta anche per rossi all’ estoril di avere un gap così alto, di solito erano al max 4 centesimi. cmq le teorie dei complotti sono piacevoli, soo divertenti, davvero

  4. ma vedi filippo, e’ la prima volta che succede per jorge … capisco 2-3 decimi, ma 7 ??? Cmq non credo ci sia un complotto, ma qualcosa non ha funzionato come SEMPRE funzionava!

  5. no slacker non penso che possa esserci un “complotto” in casa yamaha per far vincere rossi allontanando radar, d’altronde la casa giapponese pensa a fare i propri interessi, che vantaggio trarrebbe da questa mossa?

    comunque scrivo anche qui che avere i dati in comune come vedete non basta: estoril, lorenzo vola e rossi è indietro, situazione ribaltata qui, rossi velocissimo, lorenzo indietro. questo significa che c’è molto altro lavoro da fare, non basta solo copiare gli assetti 😀

  6. Superpole WSBK su questo circuito : Spies : 1′ 31″ netto , Biaggi ( secondo ) 1′ 31″ 400 – con questi tempi , in motogp sarebbero partiti Spies 3° e Biaggi 9° !!! Non male x delle derivate dalla serie con elettronica motogp 2003.

  7. @ slacker
    ma che cosa dici?
    cosa ti stai pemettendo di insinuare?????
    LESA MESTAAAAAAAAAAAAAAAAAA’!!!!
    Guarda che se v.r. arriverà in Ducati sarà la sua moto la più veloce!
    E’ l’unico che con quel catorcio di moto riesce a fare quasi gli stessi tempi di Casey che ha palesemente un mezzo superiore a tutti di almeno 10 anni di tecnologia!
    Perchè? Perchè se arriva in Ducati torneranno anche TUTTI i migliori tecnici Bridgestone che solo CASUALMENTE la casa madre aveva spostato in Yamaha dal 2007 al 2008, compreso il tecnico delle gomme di Stoner 2007!
    Ma solo casualmente eh! Sul manico di v.r. non si discute nemmeno.
    Poi arriveranno in Ducati tutti i tecnici ed ingegneri HRC che brancaleonalmente hanno seguito v.r. in Yamaha e quindi in Ducati.
    Poi? Ah si gli daranno la moto di Casey, sai quella buona, quella che hanno tenuto ferma 2 mesi quando stava male perchè agli altri ducatisti danno le ducati gp03. Facile andare forte con la rossa quando i tuoi compagni hanno moto con 800000km sulle spalle vero Casey?
    Poi? Ah sì, se Casey gli darà comunque la paga sarà sufficiente allontanare il suo telemetrista.
    Ma sempre CASUALMENTE.
    Cosa c’è vuoi combattere contro il caso?
    Contro le coinceidenze?
    Farai la fine di Don Quixote !
    Slacker sveglia!!!
    Il fenomeno è uno solo ed è v.r. 45+1 (o se no mi querela).

    FORZA CASEY!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  8. direi che 7 decimi sono troppo quindi tifosi di lorenzo rassegnamoci,almeno di colpi di scena questa gara sara la fine delle speranze modiali,sinceramente non capisco cosa abbia lorenzo boh!!!!!che delusione!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *