Massa, l’eterno secondo

Massa, Alonso e la Ferrari. Fin qui le premesse del futuro rapporto sono preoccupanti. Al di là delle parole di circostanza, tipo “staremo bene assieme”, giorno dopo giorno emerge il malessere di Felipe nell’analisi di uno scenario che lo vedrà ancora come numero 2. Seconda guida lo era ovviamente ai tempi di Schumacher. Lo stesso ruolo gli toccava con Raikkonen, poi, per l’attitudine di Kimi a rovinare tutto, Massa ha rischiato di vincere un mondiale, trasformandosi in fenomeno nonostante nessuno alla Ferrari l’avesse mai considerato tale. Continua a leggere