Paracarro world champion

E’ il primo paracarro campione del mondo, a voler essere cattivi, ricordando la definizione data a Button da Briatore. Più realisticamente abbiamo il titolo assegnato a un buon pilota, a un bravo ragazzo. I meriti vanno in gran parte a Ross Brawn, alle sue doti tecniche, alla sua furbizia, visto che stiamo parlando di una macchina che ha aggirato i regolamenti, legalizzata soprattutto per motivi politici da questa Federazione disgraziata.

Intanto, Jenson, con il suo babbo, perfetto per festeggiare al pub; con la sua Jessica, perfetta a prescindere; con quella faccia, quei modi che ha, così sintonizzati sulle ambizioni di gloria britanniche. Lui, dopo Lewis Hamilton, al quale non somiglia nei modi -per fortuna- e nel talento -purtroppo. Ha vinto disputando , a suo dire, la miglior corsa della carriera, ha faticato a vincere più del dovuto ma adesso applaudire e basta.

Non si tratta di un campione da amore a prima vista. In compenso piace un sacco alle mamme, alle ragazze, a chi cerca un volto da copertina. Aspettava da anni un giorno così. E ha avuto la fortuna di goderselo dentro un anno confuso e pasticciato al punto da togliere di mezzo chi poteva tenerlo ancora in sala d’attesa.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

80 risposte a “Paracarro world champion

  1. Wonderful paintings! That is the type of information that are meant to be shared across the internet. Shame on Google for now not positioning this publish higher! Come on over and seek advice from my web site . Thank you =)

  2. @Alex
    se è così bravo jenson come mai ross brawn ha difficoltà ha rinnovargli il contratto? Sa essere veloce quando serve?? si è reso conto di non avere la macchina migliore?? ma non bastava LUI un pilota straordinario !!!
    forse il merito è di ross brawn …. lui è un genio !!!!

  3. I top driver si vedono da cosa riescono a tirare fuori da un’auto deficitaria (come per esempio F60) e a che risultato riescono a raggiungere lottando con le migliori del paddok ( mclaren,red bull,brawngp…)e questo non viene a volte evidenziato, quindi lo facciamo noi ! Kimi sei troppo il migliore !

  4. I migliori piloti sono Raikkonen & Hamilton da 10 per velocità, grinta e tecnica di guida e lo si è visto pure quest’anno ! gli altri sono piloti di seconda classe dal 8 in giù…

  5. @ giorgio terruzzi
    dico solo ke il regolamento potevano aggirarlo tutti perkè un conto è quello ke voleva la fia (negazione effetto suolo ecc. ecc.) e un conto è quello ke era scritto nel regolamento. comunque premesso ke lei abbia ragione la mia certezza è ke se brawn nn avesse scritto (come dice lei) il regolamento avrebbe trovato comunque delle pecche e trovato soluzioni ke in apparenza sarebbero sembrate irregolari, dimostrando poi il contrario come nel passato con benetton e ferrari. è un fenomeno nel suo lavoro!!

  6. Alcune precisazioni:
    Ross Brawn è stato nominato nel settembre 2008 responsabile tecnico della Fota. Il regolamento l’ha fissato lui e conteneva elementi evidenti di continuita, a cominciare dalla negazione di ogni effetto suolo, secondo le direttive Fia. Poi sono accadute alcune cose: la Honda si è ritirata e lui si è trovato nella condizione di rilevare il tutto e fondare un proprio team. Ora, dato lo sforzo economico e i rischi, ha disegnato una macchina aggirando il regolamento che aveva stilato. Nel frattempo è scoppiata la battaglia Fia-Fota e a Mosley non è sembrato vero sfruttare questa situazione per creare una frattura all’interno dei costruttori e dando via libera non più alla Honda ma a un piccolo team.
    Aggiungo una cosa per msc: alla faccia! ma quante ne sa? Scriva dei libri visto che vive di certezze…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *