Fine. Per fortuna

Partenza del Gp del Brasile

Si chiude ad Abu Dhabi un anno orribile per la Formula 1. Con la speranza che il prossimo sia meglio, altrimenti il circo smonta e ciaopepp. La Brawn, dominatrice della stagione, è stata abilitata da Mosley per alimentare la sua guerra privata con i costruttori (Ross Brawn è un grande tecnico, sia chiaro, ma questa vettura aggira i regolamenti, semplicemente). Ferrari, McLaren e Renault hanno lavorato come bestie inutilmente per approntare il kers, spacciato come fondamentale (costosissima) innovazione. Con il risultato di correre contro chi del kers se ne frega da sempre, avvantaggiandosi su altri fronti. In aggiunta, una corsa ai ripari che ha prodotto spese elevatissime e risultati scadenti perché non si può adattare al meglio una vettura nata con caratteristiche diverse.

Lewis Hamilton ha esordito con una bugia che è costata il posto ad un vecchio e stimato tecnico McLaren, che ha portato all’allontamanento di Ron Dennis (voluto da Mosley) e ad una posizione di sudditanza nei confronti della Federazione.La guerra tra Fia e Fota sul budget futuro è durata mesi, incidendo sul lavoro per il 2010 e lasciando sul campo una quantità di oscure manovre per favorire l’ingresso di nuovi team di cui nulla si sa nemmeno ora.

La Bmw ha mollato improvvisamente, la Toyota non ha ancora deciso nulla su prossimo anno, la Renault, in ovvio affanno, è stata costretta a scaricare Briatore dentro un processo che ancora oggi non ha chiarito e spiegato cosa accade a Singapore 2008. Sempre la Fia è sotto causa intentata presso il tribunale civile da Briatore ed è sotto causa per la procedura di iscrizione al Mondiale 2010. Il campione del mondo Button, non ha ancora un contratto per il prossimo anno, il che la dice lunga sulla stima che lo circonda. Per non parlare dell’incidente subito da Felipe Massa e delle conseguenze innescate sul fronte Ferrari. Il 2009? Un disastro ferroviario, altro che. Meno male che questo treno è arrivato al capolinea.

Mai atteso un inverno con tanta ansia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

71 risposte a “Fine. Per fortuna

  1. I simply want to say I’m beginner to blogging and site-building and honestly liked you’re web blog. Very likely I’m likely to bookmark your blog . You absolutely come with amazing well written articles. Thanks a lot for sharing with us your blog site.

  2. Bravo Terruzzi, concordo in pieno!!!!
    p.s. Per chi dice che Alonso non è un collaudatore: ma era già noto che a fine anno sarebbe andato in Ferrari! Il vantaggio della Brawn per quest’anno era troppo, e a quel punto figuriamoci se la Renault aveva interesse a far sviluppare la macchina a uno che l’anno successivo non ci sarebbe stato…

  3. Mai visto un team che conquista il mondiale e non rinnova il contratto al suo pilota vincente.
    Alla BrawnGP sanno perfettamente perchè hanno vinto il mondiale e non lo tengono particolarmente nascosto, più evidente di così…

  4. @ tumach : Hai ragionissima

    Alonso quest’anno è stato incapace di sviluppare la sua monoposto , quindi smenttiamola di dire che è un grandissimo collaudatore il che non è assolutamente vero .

    Alonso nel 2006 disse che il mondiale era pilotato a favore della Ferrari assieme a Briatore nella conferenza stampa di Monza . Ma di queste cose è meglio non parlarne .

  5. il sig.Terruzzi, certamente è un giornalista competente, però molti suoi articoli sono chiaramente frutto dei suoi pregiudizi! 🙂
    1) vorrei solo ribadire che kimi è un gran pilota ma aveva un grave difetto per i giornalisti: non è mediatico! e nell’era dell’idoletto, non si può sopportare un pilota “musone”… 😀
    2) Button ha vinto con merito il campionato, con un’auto “REGOLARE”, guadagnandosi punto per punto senza favoreggiamenti di sorta…
    3) questo campionato resterà tra i migliori degli ultimi anni, con tanti attori e protagonisti che lo hanno reso interessante sportivamente parlando fino all’ultimo, eccetto per i tifosi ultrà di questo o quell’altro logicamente…. 😉
    4) Alonso non sarà il salvatore della patria, creerà nuove tensioni nella squadra, specie con Massa, come già è accaduto in altri team in cui è approdato 😉
    5) infine, questo è stato l’anno di Brawn, l’anno prossimo potrebbe essere quello della consacrazione di Vettel e della forceindia e magari altri nuovi attori-protagonisti per la gioia infinita di mr.Terruzzi e altri giornalisti…
    😀 😀 😀

  6. @ Luc. Io aggiungerei che non si parla neanche di Alonso, immenso sviluppatore che col suo saperci fare con gli ingegneri e con lo sviluppo della macchina, continua a prendere paga da Raikkonen, più volte distrutto dalla critica e dai giornalisti, ma con una macchina ferma con lo sviluppo da mesi. Intanto il biondino finlandese continua ad essere davanti in qualifica e in classifica generale ad Alonso. Se queste sono le premesse per il prossimo anno, la Ferrari è messa proprio bene. Complimenti per l’acquisto…

  7. Parlate di Button fermo ma il pompato dalla carta stampata e anche elogiato più volte dal signor Terruzzi FISICHELLA sta facendo ridere . Curioso che Terruzzi lo ometta in ogni sua pagella e in ogni suo articolo .

    Io sto ancora aspettando un suo giudizio .

  8. @ Fabio (per la cronaca non scrivo a me stesso, abbiamo lo stesso nome!)
    Tu pensi che un pilota debba imporre la strategia al box, io penso tutto il contrario.. Hamilton ha perso un Mondiale perchè aveva al posto della gomma la tela della carcassa e non mi sembra che si sia imposto per rientrare.. Ha fatto quello che decidevano ai box.. Schumacher faceva quello che RB ordinava dai box.. Il pilota deve pensare solo a guidare.. I dati telemetrici, le previsioni meteo, ecc. sono in possesso degli uomini ai box.. Ricordiamo che a Silverstone prima del pit-stop Raikkonen andava come un dannato, quindi l’errore del team può anche starci.. Non sono un fautore del complotto, affatto.. Dico solo che con un po’ di sfiga in meno e, forse, con un po’ di fede del team nel Campione del Mondo, Raikkonen non sarebbe ricordato come l’apatico brocco di metà 2008/inizio 2009.. Un altro discorso, invece, riguarda il supporto che un fuoriclasse dovrebbe dare al team di fuori della pista. E qui le cronache degli esperti tenderebbero a descrivere un Raikkonen dallo scarso apporto tecnico, insomma l’opposto di Schumacher..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *