Lorenzo, basta così

Jorge Lorenzo

Al suo posto, di solito parlano gli altri. Il suo manager, ad esempio, un provocatore nato. Di quelli che attaccano a fronte di presunte (e inventate) aggressioni. Il giochetto non è nuovo. Questo signor Marcos Hirsch andò in bestia perchè il vertice della Yamaha al cospetto del nono titolo di Valentino (il quarto vinto con Yamaha) fece i complimenti a Valentino esprimendo gratitudine e amore. Come se non fosse normale, lecito e sacrosanto gratificare Rossi in quel modo. Continua a leggere