Ducati su ghiaccio

Con la carenza di test invernali (che produce a sua volta una rella cronica di notizie in ambito motociclistico) ogni spunto è buono per un clamoroso costrutto, a piacere. In ambiti diversi da quello della presentazione dei piloti Ducati a Campiglio la questione si era già resa nota.

In pratica il presidente della Ducati Del Torchio dalle Dolomiti dice che non gli dispiacerebbe, un giorno, prima o poi, “vincere qualche mondiale con un pilota italiano in sella anche per amplificare l’ambizione di essere ambasciatori del made in Italy”. Roba grossa. Va da sé che l’italiano più qualificato per il ruolo e con il contratto a scadenza più ravvicinata sia Rossi, il quale peraltro qualche piccolo segnale alla Ducati l’aveva pure lanciato.

Si fa presto a leggere nelle parole di Del Torchio una gaffe, un peccato di ingenuità almeno, perché nel giorno in cui ri-presenti Stoner, fare sogni ad alta voce parlando di Rossi non è carino nei confronti dell’australiano. Non lo sembra almeno, non fosse che il discorso di Del Torchio si inserisce a dire il vero in un ambito nel quale il manager – rispondendo a delle domande – ha indicato Stoner e le scelte del 2010 come fonte di soddisfazione assoluta. Le domande su Rossi poi, beh quelle sono sempre un trabocchetto a muovercisi dentro con poca esperienza. Scivolare con la lingua sul ghiaccio è un attimo, perché se dici che Rossi non lo vorresti sei impopolare e onestamente anche non obiettivo, ma se dici invece che ti piacerebbe rischi di ferire il gioiellino, Stoner nella fattispecie, che hai in casa. Le parole insomma, sono da mettere giù con il calibro, perché lo impongono le situazioni.

Pertanto, lo scenario che si è configurato a Madonna di Campiglio è in qualche modo il seguente: per Ducati Stoner è il miglior pilota del mondo con il quale vincere il mondiale da subito. I contratti più importanti (Rossi, Stoner, Pedrosa, Lorenzo) scadono a fine stagione e il panorama che si può aprire obbliga Del Torchio ad un laconico “vedremo”. Ma a Ducati e al suo sponsor l’opzione Rossi interessa eccome. Prepariamoci ai tormentoni: la Ducati al tormentone “Volete prendere Rossi?”, Suppo, neo responsabile Hrc, al tormentone “Vuoi prendere Stoner?”. E una parola malmessa potrà fare un disastro, mentre Rossi cercherà di prendere Stoner, Stoner di prendere Rossi, Spies e Lorenzo di prenderli entrambi o di non farsi prendere proprio.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

153 risposte a “Ducati su ghiaccio

  1. Io quelli che denigrano spudoratamente il dottore non vedendo la realtà li metto al pari degli pseudotifosi del dottore che sostengono che avrebbe vinto 103 gare anche guidando solo proton,kawasaki e ilmor(anche loro non vedono la realtà). La sportività e l’obiettività annanzi tutto

  2. a EVVAI.
    Sicuramente devi essere un infiltrato dei BOX, dove puoi raccogliere informazioni da tutti, come i telaisti,gommisti, motoristi e strateghi.
    Però tutto è molto strano, chissà perchè tutti i campioni e i meno campioni del passato e del presente, elogiano Rossi, definendolo un grande campione, Agostini in primis.
    Ora mi chiedo: sarà per caso Rossi che li minaccia e li obbliga a non parlare? Possibile che tutte le testate giornalistiche di tutto il mondo, ne parlino bene perchè minacciate anche loro? se non è cosi, sei solo un visionario che ha del fumo nel cervello e che spara solo IDIOZIE!!!!!!

  3. X Antonio; molti credono che se uno fa audiece può pretendere di più. Rossi è anche bravo a ottenere quel che vuole e di cui ha bisogno per vincere. Ma non ci vedo nulla di illegale in questo. Per quanto riguarda il sabotaggio di lorenzo,forse è avvenuto nel mondiale parallelo e immaginario,ma che non è quello reale che noi abbiamo visto. In quello reale è accaduto che un fenomeno privo di esperienza si è gettato a terra a Jerez ( e dove sarebbe il sabotaggio?), ha centrato Heiden in australia (e di chi è la colpa se voleva passare attraverso un altro pilota?) e è rientrato con la Pit-Lane chiusa in Malesia (c’era un enorme semaforo rosso che avrebbe dovuto vedere). Dimenticavo Laguna Seca…chi glielo ha fatto fare a stendersi e massacrarsi in prova?? come vedete non c’è sabotaggio,ma solo molti errori che chi vuole battere rossi non può permettersi…stessa cosa Stoner a laguna seca 2008,Borno e Misano….era più veloce e si è steso…onore a questi campioni che ci provano sempre e sicuro lo batteranno in seguito( e si prima o poi è innegabile che accada),però devono sbagliare meno e fare scelte giuste…(non partire con goome rain con la pista asciutta)…poi se ci illustri questi sabotaggi ci fai un favore…ma fatti non chiacchiere…. P.s. La honda si che ne fa di pressioni sui regolamenti per vincere…..

  4. X EVVAI: Capperi! mi sembri molto informato. Potresti per favore spiegare a noi tutti che seguiamo da anni ma “superficialmente” la moto gp a che cosa ti riferisci quando parli di “favoritismi”, “sabotaggio” da te “percepito”, “interpretazione dei regolamenti”. Stoner 27, che mi sembra molto informato, tanto da correggerci tutti per vari motivi, ma giustamente, e che non soffre certo di “rossite” nei sui post ti ha già definito in successione: visionario (primo post dopo la tua clamorosa entrata in ballo), affermatore di “idiozie che nulla hanno a che vedere con la moto gp” (in risposta a Tino). Io evito di dare giudizi perchè sono curioso di capire, se possibile, quali sono I FATTI e non le chiacchiere da dietrologico e abbietto tifo calcistico, a muovere queste affermazioni. Dacci NON le tue impressioni (mi spiace ma non abbiamo molto da farci) MA FATTI CONCRETI RIFERIBILI A SITUAZIONI VERIFICABILI e chissà che non riuscirai a far cambiare idea a tutti quelli che la pensano come Stoner 27 ed a molti tifosi di Rossi. Aspettiamo ansiosi

  5. L’audience è TUTTO.
    Sponsor e soldi.
    Serve altro?
    Lo spettacolo?
    Sei un rimantico ma purtroppo contano solo i dollaroni degli sponsor e le pubblicità arrivano solo se c’è audience!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *