Il peso di un decimo

Alonso ha concluso la fase A. Quella che lo proietta direttamente in Bahrain per la prima gara. Il suo bilancio è positivo, la Ferrari è certamente solida e stabile. Ma nemmeno Fernando sembra avere la misura esatta delle cose che gli girano attorno. Per questo, crediamo, ha corretto leggermente il tiro, passando da un entusiasmo evidente a una prudenza altrettanto marcata.

Da qui a domenica tutti i suoi rivali, da Massa, che ha due giorni di test a disposizione, a Schumacher, a Hamilton e Vettel, proveranno a spaventarlo cercando tempi migliori dei suoi. Ma il fatto è che nemmeno i tempi sul giro sono e saranno del tutto indicativi.

Alonso ha ottenuto la sua miglior prestazione a Barcellona (1’20′”637) con a bordo benzina per 6 giri. Il che significa almeno 3-4 decimi in più rispetto a chi punta al giro secco. E’ stato battuto dal sorprendente Hulkenberg con la Williams (1’20″614) il quale ha ottenuto la sua miglior prestazione con benzina per 4 giri. Non c’è nulla di preoccupante in tutto ciò ma questa Williams non era, non è data tra le vetture candidate all’exploit.

Il dilemma sta proprio qui. Nel non riuscire non solo a valutare se stessi in relazione agli altri ma nemmeno quanto valgono davvero due o tre decimi di scarto, dentro i quali, alla fine della fiera, potrebbero infilarsi tre, cinque, sette vetture, così come accadeva lo scorso anno.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

26 risposte a “Il peso di un decimo

  1. Hey There. I discovered your blog the usage of msn. That is a really neatly written article. I’ll be sure to bookmark it and come back to read extra of your useful info. Thanks for the post. I will definitely return.

  2. I’m impressed, I need to say. Really not often do I encounter a blog that’s each educative and entertaining, and let me inform you, you have got hit the nail on the head. Your concept is outstanding; the difficulty is one thing that not sufficient people are speaking intelligently about. I’m very blissful that I stumbled throughout this in my seek for something regarding this.

  3. sempra @ Terruzzi:

    Io non scovo le cose negli altri, è solamente che un giornalista secondo me dovrebbe essere un po’ più obbiettivo. L’anno scorso vi scannavate contro Raikkonen nonostanse vinse con un triciclo invece è qualche anno che elogiate Alonso, Alonso di qui Alonso di là e cercate di difenderlo sempre…

  4. @ Terruzzi:

    non mi sembra che mi sono spiegato così male. Tra 4 e 6 giri c’è una differenza a barcellona di circa 6 kg e non sono pochi. Non penso di aver dato dell’idiota a nessuno. Ho solamente detto anche che IN TEORIA alonso avrebbe dovuto avere 4 giri di benzina ma IN TEORIA.

    Ps. può/puoi darmi del tu visto che sono un po’ più giovane di lei/tu

  5. Io sono uno di quelli che si era lamentato per l’assenza di analisi sulle prove libere di febbraio da parte della redazione.. Adesso che finalmente con cadenza quasi quotidiana qualcuno ci ha aggiornato, ecco che escono fuori i soliti argomenti da stadio.. Non vedo il motivo per cui, a 10 giorni dall’inizio del Mondiale, qualcuno dovrebbe ancora cercare di tirare acqua al mulino di Alonso.. Con il rischio di essere clamorosamente contraddetto.. Oltretutto una frase come “Ma nemmeno Fernando sembra avere la misura esatta delle cose che gli girano attorno” mi sembra che faccia capire piuttosto che di certezze, chi scrive, ne ha ben poche..

  6. per BoGa-8. Oh gesù, si vede che lei vive in malafede e la scova negli altri. Noi , povceri idioti, a Barcellona abbiamo fatto qualche conto, per cercare di capire. Facendo fatica a comparare un tentativo di giro veloce in mattinata con uno nel pomeriggio, con le variazioni di gommatura pista e di temperatura. Sforzi inutili, si vede. Dovevamo starcene a casa e telefonare a lei per sapere il come e il perchè, evitando di essete persino accusati di faziosità. Ma a ranare mai?

  7. comunque vedo che fernando potra contare sul supporto quasi al completo dei giornalisti, che a volte aiuta, a volte, eh eh eh…

  8. Io penso che sia inutile stare qui a discutere e cercare di fare gli indovini, perchè i veri valori li vedremo in pista dalla 2^ – 3^ gara, adesso è troppo presto molte auto sono uscite dalle fabbriche come progetti nati da 0 senza alcun test e questi diciamo che sono ancora dei collaudi non si può parlare di prove sul tempo, è solo un fattore al momento molto indicativo, basta pensare all’anno scorso, i tempi della ferrari nel prestagione erano ottimi facevano pensare ad un anno di grandi vittorie e invece? lasciamo stare i vari episodi relativi al regolamento molto discutibile, ma alla fine della stagione hanno contato i risultati e i verdetti cioè una Ferrari deludente contro ogni aspettativa di prestagione, e poi non sottovalutiamo che su ogni pista c’è da fare un discorso a se, ogni auto si adatta più o meno, chi è più adatta per piste lente o miste chi prevale su circuiti veloci chi è efficente su tutte, perciò andiamoci piano, teniamo un tono basso e attendiamo l’inizio della stagione ovviamente sperando almeno per noi Ferraristi che la stagione vada bene, un augurio ad Alonso che è un ottima pilota a mio dire e un saluto a Kimi Raikkonen scaricato ingiustamente secondo me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *