Scommettiamo che…

C’è parecchia ciccia sulla griglia di Melbourne. Nonostante si tratti di una semplice seconda gara. Eppure, proprio sul capitolo due, pesano parecchie scommesse decisive per questo campionato mondiale. La prima: se la Ferrari dovesse vincere di nuovo, si tratterebbe di ipoteca. C’è chi ha qualche dubbio sull’incidenza esatta dei problemi accusati dalla Red Bull di Vettel in Bahrain. Bene, questi dubbi, in caso di nuovo successo rosso, si ridurrebbero a ben poca cosa. La seconda: se Massa non riuscisse a reagire nei confronti di Alonso e cioè se venisse battuto di nuovo dallo spagnolo, c’è il rischio per lui di avere a che fare con uno svantaggio difficilmente recuperabile, non solo in termini di punti.

La terza: Schumacher non può permettersi di perdere ancora il confronto con Rosberg. La pista di Melbourne è amatissima dal tedescone e, date le premesse, il senso del rientro, le aspettative personali (e della Mercedes, visto che Schumi costa circa 35 milioni di euro), serve mettere dietro almeno Nico. Altrimenti si comincerebbe a parlare di progetto in crisi. Considerando anche il resto della comitiva in grado di stare davanti alla coppia argentata.

La quarta: è atteso l’assalto di Hamilton al podio alto. In Australia Ginetto vola da sempre e per molti versi in Bahrain la sua prestazione è stata compromessa da una lettura delle qualifiche un po’ sfasata da parte della McLaren. La quinta (e ultima) è una conseguenza: Red Bull e McLaren proveranno a reagire immediatamente. Con Vettel, ovviamente, con Hamilton certamente. Più Webber che corre dove è nato. Sul fatto che Button riesca a superare Ginetto non è il caso, per ora, di mettere su un euro.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

23 risposte a “Scommettiamo che…

  1. X jochen_rindt.
    Mi hai fatto morire dalle risate, non credo se ne sia accorto, ma aspettati qualche commento dal professore di turno.
    Ciao.

  2. Le mie sensazioni sono:
    Rosberg batte Schumy
    Alonso batte Massa
    Ferrari batte McLaren
    …e fin qui tutto come in Bahrain, ma:
    Red Bull batte Ferrari, e aggiungo con tutte e 2 le macchine!

  3. Salve buon Terruzzi, sul 2°di 19 round difficile che possano venir fuori verdetti decisivi anche se per alcuni già abbiamo e avevamo certezze: voglio tanto bene e porto tanta stima per Felipe ma non ha il talento di Fernando e Jenson addirittura ha 1/10 del talento di Lewis (e son buono…);il crucco speriamo prenda una bella sonata pari alla mancanza di rispetto che ci ha portato.
    Concludo dicendo che la F10 è nata bene e speriamo cresca altrettanto bene, per il resto i verdetti lasciamoli alle piste e mano a mano saranno sì sempre più decisivi. Buona F1.

  4. X TERUZZI, 1 ANTISPORTIVO, SECONDO SCOMETTO IO SU BATTON……LE RICORDO CHE IL CAMPIONE è BATTON DII I MERITI A CHI DOVERE. NO CHE DICE QUELLO CHE VUOLE O ALTRO.LE RICORDO CHE IO NEL 2009 PRIMA CHE INIZIASSE IL MONDIALE DI F1, DISSI CHE IL MONDIALE L HO VINCEVA BATTON, MA VOI GIORNALISTI NON CI AZZECCATE MAI.POI CHI VINCE A M.CARLO NON DITE CHE LI SI VEDE IL VERO PILOTA, BATTON HA VINTO MA NON L HO DITE………………..

  5. Terruzzi.. però dai non facciamo la (finta) di porci se Massa riuscirà a reagire ad Alonso… Massa è Massa, Alonso è Alonso. Un pò come sarebbe stato chiederlo a Berger nei confronti di Senna.

  6. la prima: se domenicali con questa f10 per qualche stranissimo motivo si lascia sfuggire il mondiale, batte il record i vergogna di ciro ferrara…

    la seconda: per il momento ci metto un bel “secondo me”, ma felipe ha gia capito benissimo il suo ruolo di gregario, gia dopo lo “sgarro” delle qualifiche avranno chiarito tutto quello che poteva essere in dubbio…

    la terza: vedo con amarezza che rosberg ha preso il posto di kimi nel cuore dei giornalai, stesso affetto, stessa considerazione, stesso rispetto…

    la quarta: che lewis sia superiore dal punto di vista anagrafico, fisico e muscolare a button non ci sono dubbi, ma dal punto di vista psicologico vedo una lotta molto aperta…

    😉

  7. Condivido sostanzialmente le opinioni di Terruzzi, però ritengo che parlare di eventuale ipoteca dopo soli 2 corse sia alquanto affrettato. Ricordiamoci anche che quest’anno il campionato è più lungo dell’anno scorso (19 gp). In più, col nuovo sistema di attribuzione dei punteggi, più premiante nei confronti dei vincitori, sarà più semplice recuperare terreno.

  8. Terruzzi, ok creare giuste aspettative per la seconda gara del mondiale ma settare gia’ tutti quei “punti di non ritorno” non ti sembra esagerato? Io certe volte giuro non vi capisco a voi giornalisti.
    E’ la seconda gara del mondiale in pratica e’ il vero inizio (considerando che la prima gara e’stata fatta per capire i meccanismi del nuovo regolamento).
    Forza Schumi e tranquilli, non ci sara’una nuova vittoria di Alonso per buona pace vostra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *