Il poker di Alonso

Quattro errori in sei gare. Un poker che fa spavento. Anche perché senza questa serie impressionante di pasticci, Fernando Alonso sarebbe probabilmente in testa, con margine, al Mondiale.

Una sberla al Casinò, roba da espulsione immediata a Montecarlo, dopo una partenza anticipata in Cina, dopo la decisione di non uscire per le qualifiche nel momento propizio in Malesia e, secondo alcuni, dopo un colpevole incidente al via in Australia.

Continua a leggere