Il poker di Alonso

Quattro errori in sei gare. Un poker che fa spavento. Anche perché senza questa serie impressionante di pasticci, Fernando Alonso sarebbe probabilmente in testa, con margine, al Mondiale.

Una sberla al Casinò, roba da espulsione immediata a Montecarlo, dopo una partenza anticipata in Cina, dopo la decisione di non uscire per le qualifiche nel momento propizio in Malesia e, secondo alcuni, dopo un colpevole incidente al via in Australia.

Dunque, che succede? Succede che questo ragazzo, da quando è alla Ferrari, non fa che proporre picchi. In positivo così come in negativo. Sono state strepitose le sue prestazioni sin qui ma sono stati imbarazzanti i capitomboli. Come se tutto, il buono e il cattivo, fosse legato ad un gasamento in eccesso, ad una tale convinzione di poter far bene, da produrre fretta, un eccesso di sicurezza, alla fine, errori.

Un repertorio che non fa parte delle abitudini di Alonso e che può essere valutato ora in relazione al punto di vista. C’è chi si sorprende ma non si spaventa, convinto che proprio quest’ottimismo profondo, questa stravoglia di Alonso darà a breve un assestamento e i relativi frutti. E c’è chi, sorpreso, appare preoccupato, convinto di avere a che fare con troppe occasioni perdute o compromesse e, in definitiva con un pilota deludente o, almeno, non convincente.

Vedremo se avranno ragione gli ottimisti o i pessimisti. Di certo il castigo di una partenza dalla corsia box qui a Montecarlo pare meritato ed emblematico. Di certo, crediamo, questa cattiva figura produrra azioni e reazioni opposte. E definitive. Per molti versi Fernando dovrebbe aver finito il repertorio degli orrori.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

69 risposte a “Il poker di Alonso

  1. per falcone
    sono d’accordo con te , ma l’obbiettività in questo forum lascia a desiderare .
    la realtà è che Massa in classifica è dietro Alonso e a fine campionato sarà ancora dietro.
    il fatto è che a molti rode ancora che con una renault ha bastonato il re della formula uno, ma sicuramente ha vinto solo perchè ha una gran fortuna o perchè gli altri rompevano il motore.
    E sicuramente shumacher ora non vince perché la sua macchina è inferiore ,ma se il più bravo collaudatore sale sulla macchina che ha vinto il mondiale supportato dal miglior motore con Ross Brawn alla guida e le prende da un pivello quello è regolare non è colpa di Shumacher , sicuramente e la squadra che non lo supporta abbastanza o non sculaccia Rosberg perché non ha nessun rispetto per il re.

  2. Ancora a paragonare Raikkonen ad Alonso…tristezza.
    Peccato che la differenza è davanti agli occhi di tutti: guardate in qualifica la differenza che c’è tra Alonso e Massa e quella che c’era tra Massa e Raikkonen…
    Alonso è in assoluto indomabile, Raikkonen solo se la macchina era perfetta era un treno.
    Comunque sia tanto di cappella a Kimi che per me è un grande

  3. Mediacome ma cosa stai dicendo??
    Forse non hai visto bene le immagini perchè se Alonso avrebbe tentato di difendere la posizione si sarebbero toccati e addio gara.
    Ma cosa stai dicendo? Sei lucido?
    La FIA gli para che??? Dai lo fai apposta perchè se cosi non fosse sei da ricovero. Tanto di regolamento.
    Lodarsi delle interviste?? Tu sei strano, strano forte CURATI pivello

  4. @mediacom1

    Perdonami, ma quello che stai dicendo è decisamente sbagliato.
    C’è un regolamento il quale dice chiaramente se all’ultimo giro si è in regime di safety car, nessuno può sorpassare nessuno, si arriva al traguardo a posizioni congelate.
    Il muretto Ferrari lo sapeva, quello Mercedes evidentemente no, infatti se non ricordo male, anche il buon Rosberg ha provato ad approfittare.

    Alonso sapeva dal suo box di poter starsene tranquillo che tanto si arrivava così come erano, poi vede Schumacher affiancarsi e allora cerca di reagire ma ormai è tardi, e quasi rischia di picchiare all’ultimisso momento per difendersi… e se picchiava e si ritirava ?
    Sarebbe stato un danno enorme dopo una gara così ben amministrata.
    Io non imputo di certo la colpa a Schumacher (a cui va tutta la mia gratitudine per i successi che ha portato in Ferrari e la mia stima per essersi rimesso in gioco) ma semmai al suo muretto dove hanno interpretato in maniera non corretta il regolamento.

    Saluti, Axel.

  5. PERCHE FARSI SFILARE DASCHUMY ALL’ ULTIMO GIRO NON E’ UN ERRORE DA DILETTANTE ?ALDILA’ DEL FATTO CHE LUI HA SBAGLIATO NON RISPETTANDO IL REGOLAMENTO MA UN CAMPIONE COME SI DEFINSCE LUI SI FA SFILARE COSI SOLO PERCHE SA CHE IL REGOLAMENTO O LA FIA GLI PARANO IL C..LO???MA ANDIAMO UN CAMPIONE DIFENDE LA POSIZIONE FINO ALL’ ULTIMA CURVA PECCATO CHE LUI ERA TROPPO IMPEGNATO A PREPARARSI PER LE INTERVISTE E A LODARSI PER L’IMPRESA DA NON ACCORGERSI CHE ALLE SUE SPALLE IL VERO CAMPIONE TENTAVA L’ATTACCO

  6. Anonimo trovami un’altro pilota che in qualsiasi gara degli ultimi 20 anni ha sbattuto nel punto in cui ha sbattuto Alonso.
    E ora torna nella tua anonima cuccia.

  7. Pingback: Il poker di Alonso : Casino Online

  8. Ma spiegatemi perché kimi non ha un auto in f1?! E poi qualcuno ha detto che dove alonso è uscito è impossibile uscire, ma che fate la domenica voi? Mai stati a montecarlo? Fatto mai un giro in auto a 60km/h tra i tombini del regal principato!?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *