Il padrone della scena

A Montecarlo Webber ha fatto cose strepitose. Va detto e va riconosciuto a questo ragazzone australiano un garbo pari alla sua velocità. Non solo. Sul podio sono finiti tre ragazzi speciali, sia in termini di talento, sia in termini di umanità.

Vettel ha riconosciuto la superiorità del compagno – che stima sinceramente – e stop. Kubica è un ragazzo fuori media, non solo quando guida. Eppure, dovendo parlare di padroni della scena, i nomi sono altri. Alonso e Schumacher, protagonisti non a caso di un match memorabile. Alonso, infatti, ha messo in pista una corsa alla Schumacher dei bei tempi andati. Da ventiquattresimo a sesto, bestemmiando, tirando, sfruttando ogni occasione fortunata, vale a dire ben 4 safety car. Continua a leggere