Il padrone della scena

A Montecarlo Webber ha fatto cose strepitose. Va detto e va riconosciuto a questo ragazzone australiano un garbo pari alla sua velocità. Non solo. Sul podio sono finiti tre ragazzi speciali, sia in termini di talento, sia in termini di umanità.

Vettel ha riconosciuto la superiorità del compagno – che stima sinceramente – e stop. Kubica è un ragazzo fuori media, non solo quando guida. Eppure, dovendo parlare di padroni della scena, i nomi sono altri. Alonso e Schumacher, protagonisti non a caso di un match memorabile. Alonso, infatti, ha messo in pista una corsa alla Schumacher dei bei tempi andati. Da ventiquattresimo a sesto, bestemmiando, tirando, sfruttando ogni occasione fortunata, vale a dire ben 4 safety car.

Doveva rimediare ad una asinata altrettanto clamorosa e l’ha fatto, raddrizzando di fatto una situazione critica. Il tutto finendo davanti a Schumi in pista. Proprio a Schumi, il quale, così come abbiamo imparato in anni di corse, non sopporta vedere un altro fare qualcosa che dovrebbe appartenere in esclusiva al suo repertorio. Per questo ci ha provato, ha dato una zampata rabbiosa all’ultima Rascasse, con un ghigno, crediamo, altrettanto tipico e con quelle scuse ai ferraristi che trasudavano una libidine tutta sua.

Peccato che la mossa sia vietata dal regolamento (articolo 40.13) che impedisce i sorpassi all’ultimo giro in regime di safety car. Ma qui, ora non imposta la classifica. Imposta altro. Trovare Schumacher così pronto al colpo di coda, nel giorno in cui Alonso fa il fenomeno, rappresenta, per molti versi, il primo segno felice di questo Schumi-Bis.

E’ sempre lui, ecco. Nella voglia, nel fastidio supremo di accusare la sconfitta. Bacchettato, alla fine, retrocesso in fondo al gruppo. Così come dal fondo del gruppo era partito Alonso. La differenza è che Fernando ha avuto la gara per rimediare, mentre a Schumi resta che sperare nell’appello parigino. Politica, tutta un’altra faccenda.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

151 risposte a “Il padrone della scena

  1. Forse è il caso di chiamare le cose con il proprio nome; tralasciando la fede Ferrarista e la gratitudine che, comunque, bisogna avere per Schumi, diciamolo: Ross ha tentato un altra PARACULATA delle sue, e l’ha fatta sapendo di sbagliare, infatti niente ricorso. L’anno scorso hanno corso con una macchina irregolare e…..be sappiamo com’è andata. Questa volta gli è andata male….Tutto il resto è aria fritta. La realtà è questa ci ha provato.

  2. e aggiungo che mi sembra che troppo spesso succede questo, cioè che un pilota fa, a nostro avviso, un errore o una prestazione poco brillante e subito gli si dà del demente o dell’incapace senza magari preoccuparsi di andare a cercare le motivazioni e senza considerare il contesto della corsa, anzi a volte si guarda solo la posizione di partenza e quella d’arrivo… e inoltre ci si scorda anche che ciò che fanno guidando quei missili è comunque un qualcosa di incredibile…

  3. quindi Jason5 alla fine mi pare di capire che l’erroe vero lo abbiano commesso i commissari di gara ….ALLA faccia di che dava per rimbambito schumy

  4. ciao a tutti, per me scumacher rimane chi ha dato 7 titoli alla Ferrari ma oggi tifo alonso dato che è forte, èveloce ed’è in Ferrari!
    Lui sapeva già che quel sorpasso era vietato e forse ha fatto passare sumacher di proposito…. però che gran spettacolo daiii!!
    FORZA FERRARI FORZA ALONSO FORZA SPETTACOLO!

  5. Aggiungerei anche:
    Mercedes originally planned to appeal the decision, but dropped those plans after the sport’s governing body agreed to review the rule in question. According to the FIA, “adjustments to the regulations are necessary to clarify the procedure that cars must meet when the last lap is controlled by the Safety Car whilst also ensuring that the signalling for teams and drivers is made more clear.”
    Mi sembra significativa soprattutto l’ultima frase, mi sembra di capire che ammettono di aver sbagliato le segnalazioni (in primis quella delle bandiere verdi).

  6. E anche questo:
    La FIA ha fatto sapere che al piu’ presto verra’ fornito un chiarimento sulle regole che concernono la safety car dopo l’episodio che ha coinvolto Michael Schumacher e Fernando Alonso nel corso dell’ultimo Gran Premio di Monaco.
    Schumacher e’ stato penalizzato di 20 secondi per aver superato Alonso all’ultima curva del circuito, appena la safety car aveva fatto il suo ingresso nella pit lane.
    Il pilota tedesco della Mercedes e’ stato penalizzato perche’ i commissari hanno ritenuto infranto l’art. 40.13 del Regolamento Sportivo 2010 che dice: “Se la gara termina mentre la safety car e’ schierata, essa entrera’ nella pit lane alla fine dell’ultimo giro e le vetture transiteranno sotto la bandiera a scacchi senza sorpassare”.

  7. Io ho trovato anche questi commenti:
    Il diretto interessato Alonso ha affermato che e’ stato “subito certo” che il pilota della Mercedes sarebbe stato penalizzato.
    “Per questo l’ho lasciato andare,” ha detto al sito spox.com.
    “La squadra mi ha avvertito che non si poteva sorpassare. Volevo superare Lewis Hamilton ma loro mi hanno detto di non farlo.”

    La stampa italiana invece e’ stata meno clemente.
    “Ma non ha 41 anni?”, si e’ chiesto Tuttosport nel suo editoriale. “A questo punto dovrebbe conoscere le regole.”

  8. mmm molto interessante roxy7474. Difatti le cose “strane” sono varie, come anche il semaforo verde lampeggiante proprio nella zona del sorpasso.
    Se c’erano bandiere verdi e semafori verdi non vedo perche’Schumacher non avrebbe dovuto pensare di attaccare. Al massimo l’errore c’e’ stato tra i commissari e addetti alla pista. Bisognerebbe vedere se le bandiere verdi significavano : OK PERICOLO FINITO TORNARE ALLA GARA oppure OK PERICOLO FINITO TORNARE ALLA SAFETY CAR.. ma in questo secondo caso sarebbe un controsenso perche’appunto la SAFETY CAR e’in pista quando c’e’ un pericolo.

    Di sicuro qualcosa non torna; e comunque Hill tra i giudici era proprio un bello scherzetto del destino! haha.. M’immagino il casino (in 3 o 4 ore..)che avra’fatto dentro quella stanzetta per far punire Schumacher!..
    Comunque resta che il buon Kaiser si sta rimettendo a muovere la giostra, speriamo solo che la Mercedes riesca (grazie sopratutto alle doti ingegneristiche di Schumy)a crescere in fretta.

  9. LA PIAZZO QUI dichiarazioni di piloti sul sorpasso di schumy cosi la leggete tutti dato che qui non se ne parla in maniera decente :
    FONTE rete :

    Lo svizzero della Toro Rosso Sebastien Buemi ha detto al Blick che la squadra gli ha chiesto di mantenere la posizione.

    “Sono rimasto sorpreso quando il team mi ha detto di non attaccare Liuzzi perche’ vedevo bandiere verdi dapertutto!,” ha detto.

    L’ex pilota Marc Surer ha detto all’agenzia di notizie tedesca SID: “Credo gli steward hanno sbagliato perche’ hanno sventolato le (bandiere) verdi.”Surer insiste che le tre ore impiegate per decidere la penalizzazione di 20 secondi dimostra che non vi e’ stata una “chiara” violazione delle norme.

    Il quotidiano Bild ha riportato una foto in cui si vede chiaramente una bandiera verde che sventola alla curva Rascasse poco prima del sorpasso, ma il direttore sportivo della Ferrari Stefano Domenicali argomenta che la gara e’ finita “sotto bandiere gialle.”

    DOMENICALI d’altra parte se il suo pilota vede verde ad un semaforo (quando il verde non esiste più in parteza) e normale che le bandiere verdi le veda gialle.
    Quindi per tutti coloro che danno la pensione a schumy per cortesia provate a Riflettere.

    AD ogni modo sempre forza kubiza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *