Liberi tutti

Sarà interessante osservare le conseguenze innescate dall’assenza di Rossi. Soprattutto nella testa e nel polso destro di chi questa assenza vive intimamente come una liberazione. Paradossalmente chi ha più da perdere è Lorenzo proprio perché ora come mai prima non può perdere (e, non a caso ha perso al Mugello) mentre Pedrosa per un verso, Stoner per un altro si trovano di fronte un vuoto interessantissimo non semplicemente per il bottino di punti destinati a Rossi e ora alla portata di chiunque. Pedrosa sa che questa è una occasione strepitosa. Con Valentino ha patito più volte nello scontro diretto; con Lorenzo ha qualche conto da regolare e nessuna scusa in caso di sconfitta. Stoner è indietro in classifica ma non sono sembrate casuali le sue risposte all’intervista realizzata da Alberto Porta a Misano sabato scorso. Casey ha curiosamente ammesso i propri errori nella prima fase di questo Mondiale ed è parso prontissimo, nell’espressione, nei modi, a ricacciarsi in una sfida non soltanto meno popolata ma meno oppressa da una personalità – quella di Valentino – che non fa sconti, che incalza anche sul piano della comunicazione, della pretattica.

E su questo fronte qualcosa di sorprendente lo attendiamo anche da Dovizioso. E’ lui, in questo momento, l’Italia in lizza. Andrea è intelligente ed ha messo in pista un iniziuo di stagione rassicurante. Ora sa benissimo che tocca osare, anche considerando l’attenzione e le responsabilità connesse. Il tutto, altra curiosa coincidenza, sopra una pista inedita per questa generazione di piloti, tutti a zero per quanto riguarda Silverstone. Un posto dove Lorenzo non è autorizzato a prenderle, dove in molti si sentono autorizzati a prendere qualche rivincita importante. Se non altro, Valentino avrà modo di divertirsi, guardando la comitiva alla tv.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

38 risposte a “Liberi tutti

  1. @Sig.Terruzzi,Lorenzo al mugello non ha perso, ha fatto secondo e le ricordo che arrivava da 2 vittorie consecutive nelle quali aveva sverniciato il sig. rossi entrambe le volte.
    Sarebbe ora di finirla con rossi rossi e rossi e mi rivolgo anche ai commentatori di Italia 1 che anche oggi hanno fatto la loro parte.
    Se Rossi si è infortunato e non può partecipare a 5 o 6 gare è soltanto colpa sua, non degli altri piloti ne tanto meno di Lorenzo. Lorenzo ha preso 20 punti al mugello e anche se non c’è rossi certo non potrà vincere tutte le gare, se vincerà questo mondiale e lo vincerà se lo sarà meritato.

  2. vedi Pedrosa, lui credo sia il tipico caso di pilota esperto (e’ gia’ da un bel po’ in motogp) che non e’ in grado di gestire questi momenti

  3. certo ophelia, con eta’ intendevo dire esperienza (vedi la mia seconda frase). Forse Rossi non e’ mai stato messo sotto pressione come lo e’ oggi con Jorge? Comunque non sono completamente d’accordo sull’equazione 🙂

  4. no, non è l’ età, è l’ esperienza, rossi ne ha di più, soprattutto nel gestire la pressione per vincere un mondiale, non ho mai detto che lorenzo soffra la pressione, o lameno, tutti ne soffrono, dipende da come la si gestisce, e sia rossi che lorenzo la sanno gestire al meglio, ma anche l’ esperienza da il suo contributo, non solo la psiche, se tu lo trovi un discorso così comlicato mi dispiace, ame sembra abbastanza ovvio ridere delle dichiarazioni di lorenzo, soprattutto vista la modalità della caduta, tutto qui, così come riderei se dicesse che pedrosa è caduto oggi perchè sentiva la sua pressione, è caduto perchè tirava e ha commesso un errore, ma non deve per forza derivare dalla pressione, anche perchè diciamocleo, non siamo mica nella loro testa per sapere cosa provano veramente mentre sono in moto!!

  5. edodrag forse ti sfugge un pikkolo particolare,lorenzo quest anno ha sempre la moto apposto mentre rosssi faticava come una bestia per tovare il giusto set up quindi evita di dire vaccate e poi rossi non è l unico pilta a saper indirizzare lo sviluppo

  6. ma che discorsi sono?? ho capito, la tua logica rigorosa ti porta a concludere che pressione = eta’!
    mannaggia … allora Rossi vince anche sull’aspetto psicologico, perche’ e’ chiaro che ha piu esperienza!
    No, vedi il discorso e’ un minimo piu’ complesso di come la pensi tu.
    Ma dai, smettiamola ….

  7. mi sembra di parlare con dei bambini… ma a rigor di logica, parlando con se e ma, è più naturale parlare di pressione di lorenzo per rossi che non di rossi per lorenzo. al di là dei tifie delle antipatie, è ovvio pensare che lorenzo, giovane sia più soggetto alla pressione, anche di un mondiale, che non uno che ne ha già vinti 7( parlando solo della massima categoria, tralasciando le categorie minori)è un semplice fatto di esperienza, ma che lo dico a fare a gente che è convinta che rossi sia solo un brocchetto che deve ricevere lezioni dal grande jorge

  8. @Sportmediaset, Meda, Reggiani, Lucchinelli, Porta, Beltramo …. avete toppato ancora una volta ….
    pressione???? certo che esiste ma per chi?????

  9. E la cosa bella è che proprio non volete capire che rossi al 100% se ne andrà, perché non sopporta e non lo ha mai fatto chi non riconosce i suoi meriti.. Ora pensate alla honda e alla super moto, che fine ha fatto quella moto invincibile.. La stessa fine la farà la yamaha, statene certi, possono durare un anno al massimo uno e mezzo e poi si perderanno dietro non si sa cosa..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *