Ora Lorenzo è davvero Magnifico

La gara inglese senza Rossi non è stata un funerale. Dei pochi piloti in pista se ne son visti una manciata tosti tosti e ingarellati dal primo giro all’ultimo. Non fosse che Lorenzo ha fatto la sua gara disumana, un altro sport. Così superiore e così bravo da meritarsi il paradosso: l’assenza di telecamere addosso. Se si poteva pensare che l’eccesso di rilassatezza per l’assenza di Rossi diventasse per lo spagnolo un rischio con il quale confrontarsi, ecco che dal gradino più alto del podio è arriva una smentita roboante. In Lorenzo non c’è la minima traccia di una debolezza. Forza ed equilibrio piuttosto e su tutta la linea.

Jorge Lorenzo, quello che cadeva facendosi male, quello che nel corpo a corpo mollava il colpo finchè c’era Valentino in pista, quello che prendeva paura e che partiva elettrico come la pila di Volta, non c’è più. Ha lasciato il posto a questo Lorenzo qui, che è il ritratto dell’equilibrio e della lucidità. Ha tutta la Yamaha che conta con sé, se la sta meritando, e questo non è poco. Si sente protetto e sicuro di una moto che da qualche anno è uno straordinario esempio di come la tecnologia insieme al genio umano, quello di Rossi in primis a partire dal 2004, possa fare grandi cose. Gli avvallamenti di Silverstone sono diventati invisibili. Mentre Honda e Ducati vibravano, scuotevano, avevano il posteriore che saltellava e l’anteriore che galleggiava, la M1 con Lorenzo sopra era davvero una “mantequilla” (il burro in spagnolo) come amano dire di Lorenzo quelli del suo entourage.

Vince perché ha una gran moto? Un po’ anche quello, ma non solo. C’è molto del suo, del cammino che ha fatto lavorando su un talento che era solo sbozzato e ora è raffinatissimo. Lui ha facoltà, o capacità, di entrare nel primo turno di libere e renderlo una simulazione di gara, pressoché senza rientri, pressoché solo con modifiche infinitesimali. Nei momenti della tensione si isola con la musica preferita nelle orecchie, ma un mezzo sorriso sempre stampato in volto che è la misura di un processo che attiva per non farsi fregare da ciò che gli può venire dall’esterno. E Valentino è dannatamente condannato a vedere tutto scalpitando zoppo da un divano mentre Dio solo sa quanto vorrebbe essere qui a vincere a non far vincere l’altro. Perché al momento era l’unico in grado di farlo. Questa pista è un Assen, un Mugello, un Phillip Island, un Brno, quelle piste vere e magiche che hanno il potere di esaltare le doti di quelli più bravi, alla Rossi, alla Lorenzo.

Beh, insomma, crediamo che con Valentino qui ci saremo proprio divertiti. Che li avremmo visti girare un altro secondo più forte di quel che han fatto. Tant’è, non c’è, per ora. Non c’è e la Yamaha va avanti diritta per la sua strada trovando pure Ben Spies sul podio e senza contare che tra sette giorni ad Assen c’è un’altra pista buona e conosciuta anche da lui. Con Lorenzo e con Spies la Yamaha si sente forte, già da adesso anche sul futuro. Così, il futuro- statene certi – cambierà.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

89 risposte a “Ora Lorenzo è davvero Magnifico

  1. PER L’ARBITRO DI GERMANIA -INGHILTERRA QUESTA PALLA IN RETE E’ FUORI. IL RIBALTAMENTO DELLA REALTA’.E GLI SCOMMETTITORI PAGANO….(IN QUESTO CASO QUELLI A FAVORE DELL’INGHILTERRA.MA UN SECONDO PER “DARE UN’OCCHIATA AL REPLAY COME TUTTI GLI SPETTATORI FANNO “(TRAMITE VIDEO) NON E’ PROPIO POSSIBILE IN QUESTO CALCIO? C’E’ QUALCOSA DI STRANO!!!
    VAI SU ACACOLAC.COM THE VISIONARY

  2. Ma chi lo dice che voi rossisti avete ragione a prescindere?
    Avete ragione secondo il vostro punto di vista, ma non è detto che sia quello vero.
    Quindi prima di giudicare più o meno competenti fatevi un grosso esame voi.
    Poi vorrei vedere da che pulpito arriva la predica, siete solo gialli dentro e vi rispetto ma di moto un tubo proprio è?

  3. @Rombotti….questo è andare in moto.!
    Sono contento che ci sia qualcuno “sano” con cui dialogare…un giorno ho assistito alla stessa cosa che dici tu, e la cosa tristissima è che ho visto Ducatisti esultare per una caduta di Rossi ma ho visto anche il contrario….che tristezza! Purtroppo ci troviamo a postare con elementi che sanno tutto di moto, di mercato, di macchinazioni e perfino di complotti e favoritismi. Quindi siamo perdenti in partenza, dovremmo assecondare a farci insegnare a vivere!

  4. Ma sono convinto che il tifo da stadio e` solo in italia, e solo degli italiani.Al Mugello, nel 2000, io tifavo per Capirossi. La gara fu meravigliosa, ma alle due cadute di rossi e biaggi e gli opposti tifosi che esultavano come ad un goal…mi chiedevo “ma che cazzo esultano….e` caduto un pilota…italiano….” fatto sta che a fine gara, io, che tifavo per Capirossi che fece una gara mostruosa, tutta di staccate,invece di essere contento mi veniva da piangere…
    Io faccio gare di basso livello, corro con un vecchio Srad 750, in categoria sbk.Una volta ebbi un problema al via, partii dopo gli altri e rimontai un sacco di posizioni, fino a trovarmi, al penultimo giro, in lotta con uno che piu` o meno aveva il mio passo, ma andava piu` forte in rettilineo.All`ultima curva del penultimo giro gli ero davanti e nel rettilineo che precedeva la curva stavo pensando che dovevo staccare piu` tardi possibile e buttarmi subito verso la corda. Beh, mentre pensavo questo e stavo per tirare la leva del freno, con la coda dell`occhio lo vidi affiancarmi, io esitai un attimo e feci un bel dritto a 180 all`ora.Questo solo perche` il vederlo mi distrasse quell`attimo che…era l`ultimo utile per girare la curva.Ecco perche` quando penso ai vari Rossi,Lorenzo, Biaggi, mi domando come facciano ad essere cosi` costanti, sempre al limite, sempre concentrati.E allora capisci quanto e` importante la testa, la freddezza, la fiducia,e quanto a quel livello, tutte queste cose siano importanti.Ecco perche` uno che e` al top da 14 anni non puo` essere contestato, in un mondo dove contano i centesimi, gli anni sono lunghissimi…

  5. Allora pista ho fatto solo enduro…poi ho sempre avuto moto che le avrei portate in pista a malincuore (se fossi scivolto mi sarei messo a piangere). Ora ho comprato un motard abbastanza cattivello e con quello penso di andarci a breve.
    Comunque è vero non è importante dare gas ma fare linee pulite, e poi c’è l’elettronica che taglia.
    No ti ho chiesto così perchè dal vivo (alemeno fino all’anno scorso) Stoner faceva paura per come si fidava del desmosedici! Al primo giro non capisci chi è Stoner e chi Hayden (tuta e casco simile) al secondo non hai dubbi!!
    E poi capirossi è ancora un folle….la moto in rettilineo sbacchetta da paura e lui gas aperto!!
    Si è vero, troppo tifo da stadio…la sbk da vedere dal vivo è meglio!

  6. ilduca80
    hai dato del “fazioso” a Guido Meda e hai scritto che secondo te non è un’offesa. Non sono d’accordo, perchè nel contesto del tuo discorso era inteso in senso negativo quindi…
    Avevo risposto una cosa del tipo “Meda riconosce il talento a 360° del VALE e lo esalta ecc.ecc.” Oltre che una fan del VALE sono pure quasi fan di Meda e mi salta la tastiera folle se dici qualcosa contro di lui!
    La cosa del Vala al Mugello non l’ho capita bene.
    Effettivamente sono stata un po’ pesantuccia con te oggi…
    Ora torno sulla mia Luna! Ciao a tutti e pure a te!

  7. Duca io vivo all`estero, a Bratislava.L`anno scorso sono stato a Brno, ma per la sbk, perche` la motogp, a brno, c`e` sempre a meta` agosto, quando nella mia citta` si corre il Palio.L`ultima gara di motgp che ho visto dal vivo e` stato il mugello nel 2004.Da allora non ho piu` avuto voglia di andarci perche` schifato dal tifo calcistico sulle tribune.Ma ci ero stato anche nel 99, 2000, 2001 e 2003.
    Su chi da piu` gas…con le due tempi Doohan e Biaggi nel `99, Capirex nel 2000, ma anche Biaggi e Rossi, e Harada con l`aprilia…
    Ti garantisco che dal vivo, a Brno l`anno scorso, Spies era impressionante, faceva un altro sport.Fra l`altro incontrai Falappa e anche lui riempi` di elogi il texano, definendolo il piu` forte di tutti.
    Secondo me, nella motogp di adesso, non conta tanto dare piu` gas, visto che non puoi darne troppo perche` l`elettronica taglia, conta di piu` chi lo chiude piu` tardi, senza arrivare lungo.Conta di piu` fare le linee migliori, lasciare il freno e riaprire il gas, senza fare metri a gas chiuso.E serve di sfruttare al massimo le tre ore di prova, per fare km, migliorare e prendere il ritmo migliore possibile.Poi chiaramente ci vuole il cuore e Lorenzo ne ha tanto e ci vuole la testa, e quella di Lorenzo, adesso, lavora davvero bene.
    Ma io, che parlo di Lorenzo come il piu` pericoloso avversario di Rossi, e` dall`anno scorso.Io non sono stupito da Lorenzo, sono stupito dalla gente che non riesce a goderselo perche` lo deve per forza paragonare a Rossi, che e` fuori con una gamba rotta.Il paragone con Rossi, fino ad oggi, ha parlato in favore dell`italiano.Quest anno lorenzo vincera` il mondiale, perche` lo merita sicuramente piu` di Stoner, Pedrosa e Dovizioso, e l`anno prossimo, anzi nell`ultima parte di questa stagione, si rivedrea` con Rossi come va a finire.E sara` anche da vedere come andra` con i nuovi regolamenti.Rossi ha cambiato cilindrata e categorie rimanendo sempre al top, in tutta la carriera, dal `97 ad oggi il suo peggior risultato e` stato terzo nel mondiale.
    Ma te, Duca, ci sei mai stato in pista?

  8. Vabbè non proprio permaloso…mi hai dato del: “maleducato, irrispettoso e incompetente, estimatore solo di chi va contro il Vale (un po’ p…a secondo me), praticante non è dato sapersi…”
    Comunque a parte la discussione con rombotti non mi ricordo di aver mai insultato qualcuno…
    Per quello che riguarda il Mugello intendevo che quando gira sembra quasi con motore (non è facile trovare il termine) giù di giri….è sicuramente una pista dove fa la differenza…

  9. ilduca08
    ue sei troppo permaloso…
    certo che mi hanno insegnato a farmi gli affari miei e di solito me li faccio, in questo caso non me lo sono fatti perchè qui tutti possono commentare tutti!
    Per quanto riguarda la storia della carta di credito non solo NON mi sono inc….a, ma mi è pure piaciuta la battuta!
    Sei stato maleducato con rombotti e anche con altri…
    Sarà che la maleducazione non la sopporto e mi scatta la tastiera folle!
    Se io lo sono stata con te (non mi pare) mi scuso, non era mia intenzione.
    Ti rivaluto visto che hai detto che al Mugello il Vale gira in modo diverso dagli altri… è proprio vero, in quella pista è unico!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *