Da zero a cento

Bisogna bruciare i tempi, come uno zero a cento da dragster. Con uno come Lorenzo che è libero e incontrastato davanti a tutti, uno come lui che non avverte il peso della responsabilità ma lo onora, la MotoGP di adesso soffre la mancanza di duelli all’ultima curva.

Gli avversari di Lorenzo forse giusto qui a Barcellona possono pensare di infastidirlo, perché Pedrosa al Montmelò è sempre andato forte, perché i risvegli di Stoner sono sempre più apprezzabili e concreti, e la politica razionale di Dovizioso non ti mette mai in condizione di tagliarlo fuori dal podio. Però è un fatto che, anche se i piloti son tornati 17, la griglia soffra di mancanze sensibili. Ci son due collaudatori senza speranze ed è come se partissero in quindici.

Nelle corse di Lorenzo non c’è Rossi ed è una questione che allo spagnolo giova, ma a questa forma di divertimento manca moltissimo.

Eppure può bastare davvero poco per far ripartire il motore. Basta il rientro di Valentino, che potrebbe avvenire prima del previsto, a destare una curiosità nuova e massiccia? Bastano gli annunci delle migrazioni ufficiali del 2011 per accendere l’attesa?

Assolutamente sì, anche se non è tutto. Rossi su Ducati avrebbe un valore inestimabile. La coppia italiana opposta a Stoner su Honda per un nuova avventura, opposta a Lorenzo su Yamaha che è la coppia più libera, rodata ed efficace.

Continua ad essere inevitabile insomma che Rossi sia il catalizzatore dell’attenzione. Il che non ci pare affatto scandaloso, poiché è la logica conseguenza di ciò che ha seminato. Del resto l’attenzione sulla vivacissima Superbike in Italia è accesa perché imperniata sulla coppia Biaggi-Aprilia. Toglieteli da lì e pensate a Corser e a Checa senza Max. Beh, un po’ cambia.

Insomma, mentre in alcuni luoghi divampano i dualismi, restiamo convinti che questa del motociclismo visto da casa rimanga esclusivamente una forma di divertimento a cui certi cambiamenti non possono che fare bene. La questione è che tutto ciò non basta: non basta che Rossi rientri alla svelta e poi vada in Ducati. E’ moltissimo, ma non basta se chi organizza e gestisce non mette mano alla formula, partendo magari dal basso generando accessibilità economica e tecnica.

Più piloti, più duelli, più divertimento. Come lo è stata la crisi economica, sarebbe bene che anche questa fase di non-Rossi fosse stata intesa come una lezione per imparare a preservare meglio il patrimonio delle corse a cui il mondo (competente e non) si è appassionato.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

86 risposte a “Da zero a cento

  1. I definitely desired to deliver a quick concept to thank you for the nice tips and hints you’re posting on this website. My time-consuming internet appear up has now been rewarded with helpful strategies to exchange with my family and friends. I ?d claim that we readers fact are truly blessed to dwell in a helpful community with incredibly some great individuals with insightful points. I really feel really grateful to get discovered the webpage and appear ahead to a lot of additional entertaining moments reading right here. Thanks a good deal again for a good deal of things.

  2. Bell’articolo signor Meda. Peccato per il finale dedicato alle pressioni che rossi non subisce ma determina negli altri. Vede è come se lei si sforzasse di essere imparziale, ma poi ci ricasca sempre. MA credo rientri nella sintomatologia amorosa della quale lei è affetto ormai da anni. Fortuna che non si muore. Giusto per rettificare il concetto da lei espresso, e tentare in ogni modo di tenere questo fuoriclasse con i piedi ben aderenti al pavimento come tutti i comuni mortali…le vorrei ricordare che per soldi, rossi ha messo del tabacco sulla sua tuta, contraddicendo una delle sue più famose uscite (come quella su schumacher), in cui asseriva che mai avrebbe sposorizzato tabacchi. Magari forse sarà successo il contrario. L’articolo ribadisco che è molto bello, un articolo valido per qualunque centauro, esprime molto bene il loro spirito. Per ciò che riguarda coloro che dubitano dell’infortuino e della sua gravità….bè, rimango basito. In bocca al lupo al 46 nazionale.

  3. @onlycrf: ti stavo rispondendo, poi mi e` andato via internet. quando e` tornato ho letto tutti i post, la diatriba con Meda, con robycbr… e mi sono detto: ma a chi devo rispondere? Ti dico solo che l`elettronica delle sbk e` pari pari a quella delle gp.Solo che i telai flettono di piu`, le gomme hanno meno grip, quindi l`elettronica e` meno entrante, perche` senno` rallenterebbe, invece di aiutare ad andare piu` forte.
    D`accordo sul fatto che abbia fregato Hopkins, che pero` non ha mai dimostrato di essere un fenomeno, e la sua migliore stagione ha coinciso con la migliore stagione a 4 tempi della suzuki e della Kawasaki, nonche` con il mondiale della Ducati.Saranno state le Bridgestone?
    E comunque l`incidente di Vermeulen ad assen e` stato il piu` rappresentativo, nel discorso dell`elettronica…
    Permettimi di dirti, pero`, che spesso la competenza si confonde con l`accanimento.Non si e` competenti se non si e` liberi da pregiudizi, e mi sembra che di pregiudizi tu ce li abbia veramente troppi…

  4. (mi e` partito l`invio….) dicevo poi in gp non c`e` gara due, se cadi riparti dopo 15 giorni.In sbk un podio su due possibilita` puo` anche far dimenticare una caduta. E comunque il fatto che Biaggi, Checa Barros abbiano subito trovato vittorie e podi in sbk, anche da privati, e` abbastanza indicativo.Bayliss e Spies hanno brillato in sbk, e hanno dimostrato di essere forti anche in Gp. Toseland no, Vermuelen un pilota normale,cosi` come nakano e Tamada che hanno fatto il `tragitto inverso.Ma non dirmi che un titolo lottato fra Rossi,Lorenzo,Stoner,Pedrosa,Spies,Dovizioso possa essere paragonato a uno in lotta fra Biaggi,Ceca,Haslam,Rea,Fabrizio,Haga… dai, non scherziamo…

  5. Sai Onlycrf, crdo che sarebbe anche possibile di parlare di moto e piloti.
    Io ho un cre (anche) e mi ci alleno (non nelle piste da cross, ma nei boschi).
    Su Gibernau, all`epoca era lui la prima guida honda, e aveva tutti gli aggiornamenti, per primo, e aveva possibilita` di chiedere sia a Honda che a Michelin. solo che invece che la repsol lo pagava la Telefonica, Che al tempo pagava anche Pedrosa in 250, pur essendo Pedrosa un pilota hrc…e comunque, ripeto, fu lui a voler rimaqnere con Gresini.
    Questo quando Rossi era in Yamaha,nel 2004, e la Honda era in ventaggio tecnico, sulla Yamaha, e le prime due honda erano quelle di Gibernau e biaggi, entrambi piloti satellite che partirono con moto ufficiali.Poi gibernau continuo` ad avere materiale ufficiali e Biaggi, forse, no.
    Ma che la Honda nel 2004 fosse palesemente superiore alla Yamaha non ci sono dubbi..
    Riguardo ai piloti, nessuno di loro e` un brocco. Un brocco non arriva ne` in sbk, ne` in gp. Pero`se li giudichiamo con lo stesso metro, considera una cosa: Stoner si e` sdraiato due volte, quest anno e i giudizi su di lui gia` sono diversi dall`inverno scorso.Ora non e` piu` l`anti-Rossi. Due cadute. Dove pensi che possa andare uno come Rea? Poi in gp non c`

  6. L’assurità delle prese in giro del commentatore di Italia1 è sprofondata nella melma della cecità ottusa di chi vuol credere ostinatamente che il sole gira attorno la terra perchè ad occhio nudo è questo che si vede…. E’ divertente pure costatare come costui si smentisce a ripetizione come se quello che gli esce dalla bocca non è per colpa sua…
    A questo punto, sig. GUIDO MEDA le faccio una domanda:
    – COS’E’ LA FORZA D’INERZIA?
    Gliene faccio un’altra:
    – LA FORZA D’INERZIA E’ IMPORTANTE NELLE GARE VELOCISTICHE?
    P.S. le domande che il sottoscritto ErezioO pone sono troppo raffinate per essre capite da chi tifa il pacco pagliaccio: “ROSSI”, motivo per cui non sforzatevi nel tentativo di capirne qualcosa perchè non sarete mai in grado

  7. @Duca: non viaggiano su un binario come la yamaha.Ma non sono lontane.La yamaha di lorenzo viaggia su un binario perche` ha trovato (Lorenzo)un setting di base che e` perfetto, e lavora su quello. Gli altri ancora no, per rimanere dritti in uscita dovrebbero tagliare potenza.Non sono a punto, la Yamaha di lorenzo si.Tutto qua.Ma in qatar, dopo cinque giorni fra test e prove, Stoner dava 7 decimi a tutti… al Mugello Pedrosa era piu` a posto e non l`hanno visto….

  8. Cosa ne sai di guida al limite?Mica vanno col CRF, questi…. probabilmente non hai visto che Lorenzo spesso faceva traiettorie piu` larghe (specialmente nei tornantoni, non stava sempre sul cordolo come gli altri, ma si rialzava, per dare piu` gas).Le gomme sono le stesse per tutti, l`elettronica da` gas finche non pattina il posteriore.Il limite piu` alto si raggiunge con la moto dritta, non di traverso.La guida piu` redditizia e` quella pulita.
    La d16 del 2007 l`ha sviluppata Stoner.E Cenerentola aveva tre sorellastre.
    Capitolo Gibernau.Sete era ufficiale, prima con la moto di Kato, poi Honda lo voleva in HRC, ma lui scelse di rimanere con gresini, con la moto ufficiale e un trattamento da ufficiale. Lo scelse lui.
    Sulla sbk, oltre all`Aprilia che ha un 4 volte campione del mondo 250, la Bmw che a meta` gara e` sul cerchio (e sta migliorando), c`e` una yamaha con cui Spies l`anno scorso ha dominato (non l`hai mai sentito Spies parlare di quanto e` piu` alto il livello in gp?eri distratto?)e che quest anno ha speso piu` di carene che di sviluppo, idem per la honda, col fenomeno Rea che fa miracoli, quando non si stende (quasi mai).Regge Haslam con la suzuki, perche` ha visto la bandiera a scacchi sempre, tranne una volta.Biaggi, invece l`ha vista sempre e senza i problemi tecnici, sarebbe Checa a lottare con Biaggi…, con una Ducati privata….e non dire che adesso e` ufficiale, perche` a Phillip Island non lo era affatto…

  9. @ rombotti
    Ma che dici?!?! Dai su….
    Andiamo per gradi:
    Qualche post fa hai detto che Ducati, Honda e Yamaha si equivalgono…..ahaha!! E’ una battuta vero?? Dici di fare qualche gare in moto, a volte fai il tecnico della situazione (perchè prima i piloti si giravano? cos’è il pulsante sulla sx del manubrio?) e non ti rendi conto che la honda e la ducati non viaggiano su un bianario come la yamaha.
    Non voglio togliere nulla a Jorge (grandissimo) ma ha una moto perfetta.
    I tempi Stoner li faceva con pista “libera” dove può contare su una moto con una buona percorrenza di curva ma con davanti un avversario che non sbaglia non ne ha per tirare la staccata…..
    Discorso Capirossi
    Bè Capirossi non è un brocco paraculato ma semplicemente un vecchio che sta in Gp solo per guadagnare soldi… loris ha passione per la moto?Potrebbe optare per un campionato supersport…largo ai giovani in Gp!!
    Dici che è in grado di sviluppare una moto….bè forse 5 primavere fà….
    La suzuki chi la sta sviluppando? Eh bei risultati…
    Poi nello stesso anno che Stoner ha vinto il mondiale lui con la stessa moto (ah sviluppata da lui) ha fatto 7°(-200 punti)!
    Bè ovvio però il tuo discorso fila liscio come al solito:
    Stoner ha vinto grazie a Capirossi che ha sviluppato la moto
    Lorenzo sta vincendo grazie a Rossi che ha sviluppato la moto
    Poracci hanno dato le perle ai porci…..

  10. Dunque il miglior giro di Stoner e` migliore, seppur di poco, di quello di Lorenzo.Per il resto hanno girato tutti e quattro (Lorenzo,Stoner,Pedrosa e Dovizioso) sotto il 44. Lorenzo e Dovizioso fra il 43 e 5 e il 43 e 8 con qualche giro sul 43 e 3, Pedrosa e Stoner giravano sul 43 7, 43 9.Dopo il sedicesimo giro tutti hanno girato sopra il 44. e` chiaro che stare attaccati a Lorenzo per gli altri tre vuol dire essere al limite, ma il passo avanti rispetto a silverstone e assen e` evidente.E Stoner era esattamente dove mi aspettavo che fosse, pero` ha sbagliato, come sbaglio` a laguna, come ha sbagliato al mugello etc.
    Credo che prima di parlare di Capirossi devi sciacquarti parecchio la bocca, con un buon colluttorio, pure. Il genio del suo manager aveva pronosticato Canepa come il nuovo Rossi, e lo ha messo in una Ducati.Ma il buon Canepa non ci somiglia nemmeno un po` a Rossi,e il suo geniale manager non ha potuto fare proprio niente per tenerlo in gp.Capirossi ha 306 gran premi, sulle spalle, ora che tu dica che e` un brocco paraculato… chi sei tu? Biaggi e` un discorso particolare, nessuno dei due, fra lui e valentino, si e` comportato bene con l`altro. Gibernau: all`inizio era onorato di lottare con “Bale”, perche` “bale e` il piu` bravo, il piu` forte”…poi, pero` si e` rotto i coglioni di prenderle e ha cominciato ad accampare scuse,fino a rivelarsi con l`episodio del Qatar, dopo il quale non ha piu` vinto, se non sbaglio…chiaro che sia stato un po` incazzato, ma mi risulta che adesso siano in buoni rapporti con Valentino. Melandri e` stato strumentalizzato.Quello che ha detto non e` quello che chi aspettava di sapere delle gomme espresse voleva sentir dire.Hanno fatto si che sembrasse, ma non era.
    Nel 2004 la Ducati aveva sbagliato moto, (e comunque Capirossi bastono` Bayliss) nel 2005 invece Loris fu il miglior gommato Bridgestone, vinse due gare, arrivo` sesto nel mondiale.Bastonando Ceca (che adesso, in sbk, e` fra i migliori). Nel 2006 avrebbe potuto vincerlo, quel mondiale, ma a barcellona ci fu il patatrac.Infine, nel 2007, ha sviluppato una moto con cui Stoner ha dominato, in una categoriA NUOVA, che voleva una guida diversa dalla 1000.Per ringraziamento la Ducati lo ha mandato via (e Pernat dov`era?)e la Suzuki lo ha voluto subito.Adesso lo vuole Pramac, che forse si e` un po` rotta le palle di pilotini giovani e inesperti.
    Sulla difficolta` dei due mondiali, ci vuole poco. Stoner e Pedrosa, con due errorini, domenica scorsa, si sono giocati la gara.In sbk li rimedi,o magari li commette anche quello che e` davanti….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *