Una flebo di gioia

Le opinioni, sul tema, sono e saranno assai diversificate. C’è chi attribuisce al rientro di Valentino meriti assoluti, sia per quanto riguarda la sua prestazione in gara, sia per quanto concerne l’atteggiamento dei suoi rivali storici e tipici. C’è chi preferisce fare dei distinguo. C’è chi minimizza il ruolo di Rossi nello svolgimento del Gran Premio di Germania. Di certo, credo che tutti siano d’accordo sul fatto che questo ritorno coincida con una ripresa di vitalità straordinaria. Perché, Valentino o non Valentino, non vedevamo una battaglia per la vetta così serrata; perché Stoner non ha avuto la possibilità in questi mesi di manifestare la sua voglia di bagarre; perché avere a che fare con una rosa di quattro piloti coinvolti in una lotta serrata per il podio era diventato quasi un ricordo. Continua a leggere