I gialli dell’estate

Dopo il giallo di Valentino, monitorato minuto per minuto tra giugno e luglio dal popolo del motociclismo, siamo ad un altro giallo, diverso per tono e taglio. Un mistero, a quanto pare, connesso alla visita di Flavio Briatore a Maranello. La verità, come spesso accade, sembra irrilevante: Flavio era a Bologna per far visita ad un amico malato, ha allungato la gita a Maranello per quattro chiacchiere con il presidente Montezemolo e con Stefano Domenicali. Argomento principale: Fernando Alonso, il suo contratto, eccetera eccetera. Visto che Briatore è il manager del pilota spagnolo. Poi, ovviamente, l’ordine del giorno avrà avuto un lungo elenco di eventuali e varie, visto i ruoli, il passato, gli interessi, i caratteri.

Tutto qui? Macchè: è scattato il pettegolezzo, basato su un’altra ipotesi estiva circa i tempi e i metodi del post-Montezemolo. Su questo tema c’è chi parla di un arrivo più o meno imminente a Maranello di Andrea Agnelli. Il quale è amico da sempre di Antonio Girando. Il quale è amico da tempo di Flavio Briatore. Ecco fatto. Quindi, se Briatore si presenta a Maranello, beh, ci siamo. Come se fosse realistico che una operazione complessa e delicatissima di questo tipo venisse avviata in questo modo, con una visita di Briatore a Montezemolo e Domenicali.

Quindi, proviamo  fare un po’ d’ordine, seguendo qualche informazione disponibile , qualche deduzione e, soprattutto, valutando la caratura dei protagonisti. Andrea Agnelli ha appena cominciato il suo viaggio da presidente della Juventus. E’ una persona intelligente, sa benissimo quante energie richiederà il suo nuovo ruolo. Flavio Briatore ha in mente ben altro, consapevole delle proprie caratteristiche e delle opportunità che potrebbero emergere per lui nei prossimi due anni, pensando alla ristrutturazione prevista per l’intera Formula 1.

Luca di Montezemolo non solo è concentrato sulla Ferrari ma crediamo che nella ristrutturazione citata del movimento Formula 1, debba e voglia avere un ruolo decisivo visto che sui temi chiave (diritti, regolamento tecnico, regolamento sportivo, rapporti con la Fia) ha combattuto in prima linea in questi anni. Quindi, il giallo, pare perdere del tutto intensità. Forse il futuro più remoto potrà offrire spunti concreti sulla questione. Ma il presente e il futuro prossimo appaiono tutt’altro che agitati. Proprio considerando caratteri, ruoli, abilità e personalità dei protagonisti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *