Bastardi dentro

Che l’ultima schumacherata sia andata ben oltre il limite non c’è dubbio. Non si sarebbe parlato di bandiera nera, squalifica per Spa, ecc. Ma è altrettanto evidente che per fare quel lavoro – e farlo a certi livelli – sia richiesta una caratteristica precisa: essere bastardo fino al midollo. Non siamo ai livelli del pugilato, dove oltre alla tecnica in curriculum è ben visto qualche anno di galera, ma neppure troppo lontani.

Giocandosela sui millesimi non sono infatti sufficienti l’agonismo, il talento, la testa, il puntiglio: cioè, sono necessari ma non ti portano a vincere i mondiali. Basta dare un occhio all’elenco dei nomi con un titolo in tasca, per avere la conferma che la virgola in più è data da un’indole malata per la vittoria, un modo di vivere e pensare che porta e essere pronti a tutto pur di finire davanti.

Alonso, Hamilton, Schumacher, Villeneuve, Mansell, Senna, Prost, Piquet, Lauda, la lista è lunga e il denominatore comune è quel tot di bastardaggine pura sfaccettato magari in modalità differenti ma assolutamente presente. Perchè, alla fine, le brave persone non vincono. Le eccezioni esistono come sempre: vedi Button, che infatti ha un mondiale dopato, vedi Raikkonen che non è del tutto bastardo ma è completamente folle e in più vanta un grado di alienazione che gli permette di tenere giù il gas dove la maggior parte del genere umano tenderebbe ad alzarlo.

Gli altri? Dei gran bastardi. In senso sportivo, ovviamente… Che ti tirano la gomitata nella garetta in cortile, che ti entrano a gamba tesa nell’amichevole all’oratorio. Per spaziare un po’ basta andare a rivedersi certi sguardi di Valentino nei confronti dei vari Lorenzo, Stoner, Gibernau, Biaggi: odio puro. Della serie mi stendo ma non passi. Pure la fisiognomica aiuta nel discorso: chi vince ha lo sguardo cattivo quando vuole, furbo e svelto. Barrichello, lo stesso Massa, ma anche Webber, non ce l’hanno l’occhio da figlio di, poco da fare.

Tutto questo, è bene precisarlo, non è un inno ai bastardi, solo una constatazione che nell’ambiente stra competitivo delle gare ai massimi livelli sono (spesso) i bastardi a vincere. Io non ho mai vinto una gara. Voi?

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

413 risposte a “Bastardi dentro

  1. Its like you read my mind! You seem to know a lot about this, like you wrote the book in it or something. I think that you could do with some pics to drive the message home a bit, but instead of that, this is excellent blog. A fantastic read. I’ll certainly be back.

  2. Fantastic goods from you, man. Bastardi dentro I have understand your stuff previous to and you’re just extremely fantastic. I actually like what you’ve acquired here, really like what you are saying and the way in which you say it. You make it entertaining and you still care for to keep it smart. I can not wait to read far more from you. This is really a great Bastardi dentro informations.

  3. Would you thoughts if I quote a handful of your site content so long as Provided credit score as well as options to your blog? My personal website is in the identical market as the one you have and my personal visitors might really take advantage of some of the info a person existing right here. Please inform me if this comfortable with you. Many thanks!

  4. I needed to visit and allow you to discover how really We cherished finding this blog these days. I might consider it the actual recognize to work inside my office and also operate on the tips supplied on your web page and in addition be involved within guests’ suggestions such as this. Ought to a position relating to visitor content writer become offered at your end, my partner and i recommend an individual let me know.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *