E adesso?

di Alberto Porta

E adesso? Ora che quel bel sorriso rimarrà solo nelle immagini di repertorio, cosa accadrà, cosa si cercherà di fare per ridurre ancora di più il pericolo, abituale compagno di pista? Tanto si è fatto, in ogni caso. Per esempio, se avesse avuto un paraschiena come quelli che si usano attualmente, forse Wayne Rainey non sarebbe rimasto paralizzato il 5 settembre di 17 anni fa, proprio a Misano. Non si corse più sul circuito romagnolo fino al 2007, anche se non si era mai puntato decisamente il dito accusatore sulla pericolosità della pista che, peraltro, quando si correva in senso opposto, presentava il muretto troppo vicino all’asfalto dopo il curvone, punto dove si è innescato l’incidente fatale a Tomizawa. Continua a leggere