La strana coppia

Tom e Jerry, Rubens e Michael benvenuti alla nuova puntata di c’eravamo tanto odiati.

Se ne vanno gli anni, cambiano squadre e contesti ma i due non perdono occasione per bisticciare, azzuffarsi, chiamare in causa la maestra.

A dire il vero la dinamica è sempre la stessa: il topo che provoca, il gattone un po’ ingenuotto finisce nella trappola e si prende la padellata in faccia.

Rubens si lagna, Michael chiede scusa. Non fosse che la faccia del pentimento è quella di uno che sa di aver stravinto ancora una volta.

Un tempo era una manifestazione di forza, un modo per stabilire i ruoli. Oggi viene il sospetto (ma forse siamo solo maligni) che Schumacher si stia annoiando parecchio. Pensava di tornare e vedersela in vetta, lottare, vincere. Magari soltanto qualche volta. Invece niente.

La macchina non va, Rosberg gliene fa una a weekend, le star sono diventate altre inevitabilmente. E allora che fare? Come dare senso alla trasferta più sgradevole del calendario? Con il solito colpetto ai nervi del brasiliano.

Tanto che ci sembra di vederlo nel suo stanzino, a fine giornata, a farsi una bella risata in segreto, sapendo di avergliela fatta ancora una volta. E a chi ha sempre tifato per il topo l’immagine dà una gran soddisfazione. E’ inutile sperare di porre fine a questa dialettica da anziani, in fondo tutti abbiamo riso davanti a ‘La strana coppia’ Lemmon e Matthau, persino visti nei remake senili.

Non ce la sentiamo di aprire le braccia spazientiti e invocare ‘Basta‘. Se non possono vincere questi vecchietti avranno pur diritto ad uno svago!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *