Dalla parte di Webber

Difficile non essere partecipi della gioia di Webber. La sua spontaneità contagia, mentre allarga un sorriso e ammette che è molto felice che non abbia vinto Vettel. La spiegazione è dettata da logica e pertanto non può essere bollata di comportamento antisportivo da parte del team. Se Vettel non vince c’è pane per altri e si tiene il Mondiale aperto. Condividiamo perché l’assolo insistito di uno porta alla noia, ammazza lo spirito di chi deve guardare. Continua a leggere