Vettel è il nuovo Vettel

Lo spunto è una dichiarazione di Giorgio Ascanelli alla stampa tedesca. Giorgio Ascanelli, responsabile tecnico della Toro Rosso, di quella Toro Rosso che si portò a casa il Gran Premio di Monza del 2008, grazie all’autografo di un piccolo Vettel tra le pozze dell’asfalto nel Parco. “Vettel? E’ come Senna”. Questa la dichiarazione rilasciata da chi lavorò con Ayrton e ha poi lavorato con Seb. Motivazioni: “La perfezione fatta pilota”.

Ecco. Il punto ora non è sparare sul paragone pesante, troppo facile, semmai dire quanto siano forzati e poco verosimili i confronti che sfidano il tempo, gli anni. Troppe differenze, troppi cambiamenti tecnici e regolamentari, ma poi: troppo costruiti gli eventuali paralleli, tra Senna e Vettel ora o tra Senna e Clark allora. E poi Button che spesso si autocandida come nuovo Prost o il giallo nel casco di Hamilton o ancora le assonanze Raikkonen-Hakkinen, insomma tutte frasi da giornali, nate spesso da una malinconia di fondo per quegli anni senza HD.

Vettel non sarà mai Senna, sicuramente, fuori dalla pista: per ciò che accadrà dentro, è ancora terribilmente presto. Fa sorridere che lo stesso campione del mondo 2010 non abbia nemmeno fatto in tempo a dimostrare che in effetti sì, è proprio il nuovo Schumi, che si ritrova di botto il nuovo Ayrton. Per chiudere: esistono senz’altro dei ricorsi in rima con i corsi, è un attimo cristallizzare quei gesti che ricordano dei precedenti o rivedere vecchie abitudini in nuovi metodi di lavoro nel box. Ma, appunto, il passato non torna. Aumentando, per questo, il fascino che ha in sè.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

6 risposte a “Vettel è il nuovo Vettel

  1. Sono trascorsi 17 anni da quel terribile Week end di Imola e ancora oggi la mancanza di Ayrton è incolmabile, un campione in pista, il migliore di tutti i tempi, ma sopratutto campione fuori dalle piste quindi unico e inimitabile!!!!!!!!
    Colgo l’occasione per ricordare i due sfortunati piloti Ayrton Senna e Roland Ratzenberger legati dalla stessa passione e dallo stesso terribile destino!!!
    Vi ricorderò per sempre, Roland il giovane pilota new entry in formula 1 e il più grande di tutti Ayrton che ha vissuto per le corse e per le corse è morto!!!
    Ayrton resterai sempre il mio idolo e sarai insostituibile, il migliore sempre e comunque…..

  2. Quest’anno Vettel sta dimostrando di essere un campione più maturo. I paragoni però sono prematuri vedremo
    come si comporterà nel corso del campionato, sicuramente però ha una marcia in più degli altri tra macchina super veloce e affidabile e lui che sta dimostrando tutto il suo valore si può dire che è un accoppiata vincente.

  3. Caro Mengo vorrei dirle che i paragoni,alla fine detti anche da lei,sono solo cretinate da bar.Non si possono paragonare piloti di epoche diverse.E’ semplicemente un dato di fatto.Siamo nell’era dell’elettronica e ripeto questi confronti li trovo assolutamente “idioti”.Comunque vettel non avrà raggiunto il record di shumi,tra l’altro per un errore di strategia ma se ci fossero state le bridgestone,beh insomma,qui la musica cambierebbe parecchio.Non so se è perchè stanotte parto ma credo che sia la prima volta che io sia d’accordo con lei.Auguri di buona pasqua a tutti e speriamo che la sezione blog ritorni oltre che rimanga aperta perchè è impossibile fare delle conversazioni negli articoli.Sul blog è tutt’altra storia.BUONA PASQUA ragazzi!E ovviamente…forza Vettel! 🙂

  4. lo spero x lui..anceh se secondo me sta solo vivendo il fatto d avere una grandissima macchina..xkè, sempre secondo me, hamilton ed alonso al momento gli sono sopra altro che una spanna…
    ps: è impossibile…ma vorrei proprio vedere hamilton in 1 gara d 20 anni fa quando dovevano solo scannare..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *