Stai sereno!

Sgomberiamo subito il campo da equivoci che potrebbero inquinare i giudizi. Stoner è un bravo ragazzo? Assolutamente sì. È diretto e onesto. Talentuoso? Ci pare persin stupido stare a ricordarlo. È talentuosissimo, facilmente il pilota più veloce del mondo con qualsiasi mezzo a due ruote. Ma Stoner è nemico di se stesso? Ecco, il punto è qui, perchè pare proprio che lo sia stato e possa rischiare di continuare ad esserlo. Un fatterello dopo l’altro, le occasioni che sta trovando per parlare di Rossi e possibilmente in modo fortemente critico, cominciano a non contarsi più. Ci sta. Continua a leggere