La risposta di Nando

E’ raro ed è bellissimo ossservare un campione in stato di grazia. Soprattutto se il campo è piccolo, stretto, un budello dentro il quale ogni goccia di talento risalta come un fanale nella notte.

Alonso continua a volare. Irraggiungibile nel giorno uno di Montecarlo, con Hamilton, non a caso, secondo, con Vettel, per una volta indietro, quinto, roba da chiedere i danni ai Grimaldi, vista l’entità della anomalia. E’ evidente che questo acuto Ferrari non ha nulla a che fare con i tecnici presente o assenti.

Piuttosto, come ha detto Fernando con la solita chiarezza, quando le velocità diminuiscono, l’ereodinamica conta meno. Piuttosto, come diciamo noi, questa pista premia, una tantum, la guida pura e sulla guida, al momento il Nando è un’iradiddio.

Servirà capire sabato se è pensabile mantenere la pole in qualifica e, soprattutto, se sarà possibile, partendo davanti, mantenere un ritmo all’altezza della concorrenza, al contrario di quanto accaduto a Barcellona. E intanto questo ragazzo spagnolo sta offrendo una bella risposta a chi, da tifoso ha un po’ mollato, a chi vorrebbe che la Ferrari mollasse del tutto pensando alla macchina del prossimo anno, dando per perso questo.

Magari anche il miglior tempo a Montecarlo, ai fini del Mondiale, non varrà un fico. Ma Intanto chi tifa Ferrari ha davanti un pilota che per la Ferrari si sta facendo un mazzo così. Rischiando di brutto. Basta dare una occhiata a questi muri, per avere una misura, per dare peso specifico ad un insegnamento.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

24 risposte a “La risposta di Nando

  1. Infatti nelle prove valide x lo schieramento è quarto.La macchina non è granchè ed i miracoli non si possono fare.

  2. Non ritengo Alonso in una sorta di stato di grazia, bensì in linea con il suo rendimento stellare standard.
    Tuttavia, aerodinamica meno influente, passo corto, macchina “molle” e detta “iradiddio” al volante non credo possano bastare per la pole. Dato l’enorme quantitativo di variabili della gara del Principato, magari, potrebbero però bastare per la gara, forse unica vera cartuccia stagionale per il gradino alto.

  3. Giorgio sono daccordo con te. Alonso è veramente in stato di grazia, malgrado l’insufficenza della F150 …. e pensare che dai test invernali, con tutti quei km macinati, ci eravamo illusi che sarebbe uscito qualcosa di buono, almeno alla pari delle lattine! Cmq Nando e Lewis sono di un’altro livello ….

  4. Hai ragione jochen.

    Se Ferrari molla il colpo senza combattere sino alla fine vado a Maranello e gli sego il cartello di ingresso della città…..e glielo lancio nella fabbrica dandogli fuoco!

    ma l’aria di rivoluzione è arrivata, Nando è sempre più carico e la se arriva un risultato buono, auspicabile a Montecarlo, allora non è detta l’ultima parola.

    Con la RedBull, non me ne vogliano i due, ma anche Vitantonio Liuzzi andrebbe più forte.

    Il Nipote
    http://nipobarsport.blogspot.com/

  5. Che Nando fosse una certezza al volante non lo scopriamo oggi, ma è una gran soddisfazione, soprattutto per i veri tifosi della Rossa, poter dire ai soliti criticoni che dove le diavolerie aerodinamiche contano di meno abbiamo noi il pilota migliore in circolazione, non c’è discussione su questo punto! Penso anche che, nonostante il Mondiale sia improbabile da recuperare (ma non impossibile se ci sarà una rivoluzione tecnica sulla vettura), la Ferrari abbia comunque l’obbligo di continuare a spingere e sviluppare pure la 150th Italia, non sarebbe sopportabile assistere ad altri doppiaggi da qui alla fine dell’anno. Poi, siccome i mezzi finanziari di certo a Maranello non mancano, dovrebbero già mettersi di buona lena al lavoro sulla vettura 2012… urge tornare ai massimi livelli di competitività, non solo perché la Rossa rappresenta la storia della F1, ma anche perché se avessimo una macchina degna del pilota che è Nando il Mondiale, viste anche le nuove regole, sarebbe veramente un’iradiddio per gli amanti delle corse!

  6. Una considerazione sul “chi vorrebbe che la Ferrari mollasse del tutto pensando alla macchina del prossimo anno, dando per perso questo”. Questo errore, un peccato mortale per un Team che si chiama Scuderia Ferrari, fu compiuto già nel 2009. Spero vivamente che un’idiozia simile non venga ripetuta anche quest’anno…….

  7. Concordo, anche secondo me quest’anno Alonso è in stato di grazia. Ed Hamilton non mi sembra da meno.. Peccato che una RB fenomenale, unita a delle scelte tecniche della Federazione ancora una volta sbagliate, stia rendendo prevedibile l’esito di un Mondiale Piloti che altrimenti sarebbe stato entusiasmante!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *