Dov’è l’errore

Nel sondaggio che proponiamo ai fruitori di Spormediaset.it sulle  ragioni che hanno mandato a monte la trasferta Ferrari a Montreal, circa il 70 per cento dei votanti attribuisce importanza decisiva al cambio gomme anticipato di Alonso, contro un 20 per cento scarso che considera invece il contatto Alonso-Button come elemento chiave. Il risultato è curioso.
Alonso
e Button erano insieme, appunto, al momento della collisione, avvenuta dopo la ripartenza e molto tempo dopo il cambio gomme di Alonso (deciso, al pari di altri, in una situazione incertissima sul fronte meteo: in Canada prevedere cosa sarebbe accaduto era impossibile per tutti). Quindi Alonso e Button, il vincitore della corsa si trovavano appaiati.

Dopo la collisione, Button ha percorso un intero giro a passo d’uomo e nonostante questo, è riuscito a recuperare e a vincere. Il che significa –mi pare palesemente- che la collisione con l’inglese, chiusa con la Ferrari in bilico sul cordolo, sfortunatamente, ha avuto una rilevanza ben più ampia rispetto a ogni altro accadimento.

Possiamo star qui a discutere circa le responsabilità della collisione stessa, ma sul fatto che quella manovra e non altre abbia annientato la concreta possibilità di vincere il GP per Alonso, non ci piove. Anche perché se Alonso non fosse finito lì, bloccato e fuori corsa, Button, al rientro in pista, avrebbe dovuto recuperare e parecchio anche su Fernando.

Come sarebbe andata a finire? Mah, difficile dirlo. Ma di certo, sul destino amaro dello spagnolo pesa ben più questo momento di qualunque altro. Ecco, tanto per chiudere il capitolo Montreal prima di aprire quello valenciano.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

22 risposte a “Dov’è l’errore

  1. Purtroppo sig. Terruzzi il suo ragionamento è perfettamente chiaro ed esatto. Il riscontro da parte del pubblico, però, non ci sarà mai per via della cecità che ha colpito l’intera tifoseria ferrarista (della quale anch’io facevo parte) dall’arrivo dell’asturiano. I mancati risultati della Ferrari non potranno MAI, neanche in minima parte, essere collegati ad un errore del perfetto, mitologico, fenomenale Fernando Alonso. Il ferrarista di oggi non può nemmeno più definirsi tale: non sostiene la Ferrari, divinizza Alonso. Contenti loro…

  2. C’e’ un errore di fondo nel sondaggio: la gente interpreta leggendo quale e’ stato l’ERRORE piu’ grave…e nel contatto nessuno ha visto errori.Tutto qui. Il vero ORRORE e’ stato quel cambio gomme…dove bastava alzare il naso per capire che d ali a poco diluviava…

  3. é chiaro cosa ha più peso: il primo episodio ha compromesso una gara, il secondo l’ha chiusa!
    Aldilà di questo Alonso NON avrebbe potuto mai vincere. Seppur appaiato a Button questi non aveva assetto da bagnato…
    Poi, se volessimo credere che il belloccio inglese andasse 2-3-4 sec al giro più veloce del resto del mondo per pura capacità di guida, beh allora è un altro discorso.

  4. Caro Terruzzi capisco sia dura prendere legnate ad ogni GP, ma forse è meglio che si faccia una ragione sul fatto che quest’anno per voi ferraristi va così, senza invocare la sfortuna e soprattutto senza arrampicate sugli specchi e voli pindarici del tipo “se Button ha vinto, allora poteva vincere anche Alonso”.

  5. Ciao Giorgio,non c’è un errore è che la Ferrari è stata sfortunata,perchè Alonso ha montato le intermedie e sfortunatamente per Alonso e la Ferrari si è abbattuta la pioggia.

  6. ciao Giorgio,l’errore è inesistente,perchè non c’è stato un errore,la Ferrari,è stata sfortunata,perchè Alonso ha montato le intermedie e subito dopo è venuta la pioggia.

  7. Tutto giusto, ma la strategia ha penalizzato molto Alonso. Senza quel cambio gomme l’asturiano non si sarebbe trovato nel traffico e si sà che nel mucchio, insieme con la pioggia, diventa moltro probabile provocare/subire un contatto.. per questo penso sia stato più decisivo il cambio anticipato (bastava aspettare di vedere cosa avrebbe fatto Vettel che in quel momento precedeva Alonso in prima posizione..). Poi la macchina che si pianta sul cordolo.. sarebbe bastata una via di fuga, ma a Montreal non ce ne sono..
    PS: speriamo che Domenicali ne becchi almeno una domenica…!

  8. Per pilota 155 e foppihunder scrivete voi un commento invece di criticare con mezza riga se siete esperti……

    Sig. Terruzzi a prescindere dalla evidente scelta sbagliata del muretto Ferrari è stato Alonso ad azzardare una manovra al limite e gli è andata male….si tratta di un banalissimo incidente di gara….Alonso ci aveva provato….se ci fosse riuscito sereste qui a dire che è stato un drago nel sorpasso…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *