Dani vs Sic

Li han messi seduti vicini. Bella mossa, congratulazioni. Un manna per i fotografi di tutto il mondo. Alla conferenza stampa del Mugello Pedrosa e Simoncelli si rivedono dopo il botto di Le Mans. Lo spagnolo è livido, Simoncelli è imbarazzato. Ha cercato un contatto con Pedrosa, via sms, e poi ha cercato di avvicinarlo qui per delle scuse, un chiarimento, qualcosa. Pedrosa si è sottratto con aria ironicamente impaurita. Se mi tocca mi spacca ancora.

È però nelle parole della conferenza stampa che vien fuori la verità. Dani risponde brusco alle domande sulla sua silenziosa convalescenza, esplode con Simoncelli ripetendo il concetto caro al manager Puig (ovvio) secondo il quale l’italiano meriterebbe arresto e galera. Olè, manca giusto una scazzottata perchè qualcuno gridi al ritorno del motociclismo sanguigno di un’epoca che non c’è più. Che forse era meglio a patto poi di berci su insieme.

 Il fatto strano è che si tratta di un pilota  buono, gioviale e simpatico contro un pilota buono ed educato. A Pedrosa però, per la prima volta nella storia, è rimasto attaccato qualcosa di grosso, qualcosa su cui ha deciso di non recedere. Un principio con il quale ottiene anche il risultato di mettere ulteriore pressione a Marco già in difficoltà di suo dopo l’ennesimo errore in pista.

Va bene, ci sta. Eppure non è stato tutto giusto ed edificante. Non lo è stato il silenzio durante la convalescenza, non per un pilota come Pedrosa che – se non altro per il mestiere che ha scelto – la comunicazione chiara dovrebbe averla tra i suoi doveri, anche quando si tratta di incazzature. Non fosse stato per le pressioni della Honda lo avremmo rivisto qui. Buongiorno e buonasera.

Tutto questo non lo legittima neppure a liquidare i giornalisti spagnoli (e di conseguenza gli altri) come degli” improvvisati Sherlock Holmes”. Bastava che spiegasse in modo più chiaro ciò che gli stava succedendo invece che presentarsi al Mugello stizzito ed indignato anche su questo. Così, se fosse sceso di un gradino dal piedistallo,  nessuno avrebbe sguazzato, equivocato, interpretato, sbagliato. Sappiamo ora che c’è in piedi un’altra rivalità, che dopo millemila traumi anche Dani come Lorenzo non indulge, fa campagna. Sappiamo che Simoncelli deve stare davvero attento a non sbagliare. La rivalità Spagna Italia, che in fin dei conti tratta di nobile bon ton, è conclamata. Vincerà chi dimostrerà più buonsenso. Poi tornerà a parlare la pista.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

61 risposte a “Dani vs Sic

  1. Ciao Davide, il tuo stesso problema lo ha avuto mio cugino che per molti anni ha corso a piedi, maratone comprese.

  2. Ciao SIC, condivido pienamente il sms di patring.Mi dispiace per l’incidente con Dani, ma il piccolo Pedrosa ha avuto veramente un atteggiamento stupido nei tuoi confronti quando ti sei avvicinato per stringergli la mano!
    Non ti abbattere e dimostra a tutti chi è il grande SIC!!
    Torna quello di prima.
    Ciao Simona

  3. Ciao Guido io sono convinto che un po di rabbia nei confronti del Sic ci può stare,anzi ci deve stare,ma Dani non si deve disconcentrare,deve pensare solo alle prossime gare.Grande Dani grande gara,e non ci dimentichiamo che per dani il gp di Germania rappresenta gioie e dolori:1)Gioia la vittoria di ier e non solo,2)l’incidente del 2008 dove si spappolò una mano sullo scalino primas della ghiaia.Arrivederci ed un saluto a tutti.

  4. Ciao Guido io sono convito che ci possa stare un po di rabbia nei confronti di Sic,ma Dani non deve pensare ad altro deve solo concentrarsi per le prossime gare.Grande Dani per il gp di Germania,ricordiamo che per Pedrosa il gp di Germania rappresenta anche dei rimpianti:nel 2008 si spappolo una mano sbattendo sullo scalino prima della ghiaia.Arrivederci ed un saluto a tutti.

  5. hei sic io ho la soluzione a tutti i tuoi problemi.. rapati i capelli a zero sicuramente recupererai un secondo al giro.. xD

  6. Ciao Marco, come va?
    Sei fortissimo quest’anno, non mollare mai.. Pero’ volevo chiederti una cosa, che ne pensi di Vale e di questo suo momento? Io vorrei vedervi tanto a combattere assieme, ma volevo un tuo parere su Vale e la Ducati. Ci terrei molto a sapere cosa pensi dentro di te.
    Michele da Riva del Garda

  7. Caro Sic, voglio ancora tornare sull’incidente con pedrosa e ti posso dire che più volte lo vedo e più mi convinco che l’errore sia stato dello spagnolo. Tu gli hai lasciato almeno un metro e mezzo sul cordolo ma lui, non aspettandosi il sorpasso sull’esterno si è spaventato, ha rialzato la moto e con il suo anteriore ha toccato il tuo posteriore. Sono convinto che dentro di te la pensi allo stesso modo, ma forse la honda ti ha “convito” ad utilizzare la versione ufficiale.
    Comunque sia per me sei un grande, devi solo farti un po’ più di esperienza e potrai cominciare ad essere il il nuovo Vale. Ma il prossimo anno voglio vedere ancora Rossi trionfare finalmente sulla Ducati, poi spaccali tutti…..
    ciao
    Gianluca

  8. qualcuno forse fà finta di non capire il divario tecnico di ducati nei confronti di honda e yamaha, e di progetto moto anche. invece pensa che sia solo un limite di vale nel saperla guidare. io dico solo guardate gli altri come guidano e nelle condizoni che sono messi per guidare e poi parliamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *