Schumi tuta rossa

Sarà anche passato qualche anno (per la precisione cinque) dall’annuncio dell’addio di Schumacher alla Formula 1 a Monza, ma qui il tempo è fermo. Nessuno si è rassegnato al cambiamento. Nessuno ha acquisito il dato che il ragazzo ha ricominciato sì, ma da un’altra parte, con una tuta diversa. L’affetto che lo circonda è pazzesco. La gente lo travolge, come soltanto Alonso (il quale, però, indossa la tuta giusta). Il dato è importante perchè mette in evidenza quanto il tifo rosso non si sia dimenticato. Quanto, soprattutto, sappia essere corretto. Poco importa allora che Schumi giochi contro. Pesa la memoria, pesano rispetto e riconoscenza. E’ indubbio che se avesse iniziato a martellare successi con la Mercedes forse in qualche modo il sentimento si sarebbe ridimensionato. Forse qualcuno di questi tifosi accaniti con la bandiera del Cavallino sulle spalle spingerebbe un po’ meno per vederlo, correrebbe meno per mettersi in posa per un flash, smetterebbe di ringraziarlo con venerazione. E’ legittimo sospettare che una sua seconda vita di vittorie avrebbe determinato quel distacco che non c’è stato. A Monza Schumi va in giro con la tuta rossa, cristallizzato nella memoria di quello che è stato e, per una volta, essere un ricordo non fa male. Per una volta non è un pilota a fine carriera, non è l’ombra di Michael sette titoli, non è un quarantaduenne soppiantato da gente di venticinque anni. Nessuno guarda realmente dove si piazza in classifica, è perdonato a priori. Tutti sotto sotto sperano di vederlo davanti, ritrovarselo sul podio come nelle sceneggiature a lieto fine. Anche se è improbabile. Anche se non è un pilota Ferrari. Anche se gli eroi di adesso hanno altri nomi, altre facce e ovunque, tranne qui, Schumi non è più in gara per il ruolo di protagonista.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

7 risposte a “Schumi tuta rossa

  1. Schumy avrà sempre una parte del mio cuore, schumy è indelebile non si cancella.
    Uno di noiiiii ora e sempre, Più lo vedo e più lo amooooooo !!!!!! Grazie Schumiiiiii

  2. questa redazione motori incomincia veramente a farmi tenerezza…….. l’affetto e la riconoscenza che ho per Shumacher è proprio la stessa che ho nei confronti di Alonso…..si si come no uguale identica. Le emozioni…..le arrabbiature……. le gioe che ha saputo darmi Shumy Alonso può sognarsele fino al 2038…….. e cmq Raikkonen (il somaro) 1 Alonso (il genio della F1) 0….ha cmq sempre la prossima stagione per pareggiare………

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *