Altre risposte

Ma come? Volete un blog e poi vi lamentate se qualcuno vi sfiora con una manina? Sono anni qui che centinaia di utenti insultano, infamano accusano nell’anonimato e se rispondo prendendo un po’ in giro fate gli offesi? Leggete i commenti. C’è persino chi insinua che qualcuno qui prenda ordini o soldi da altri… Raikkonen è stato citato solo da alcuni di voi dopo un articolo che nulla aveva a che fare. Ripeto, andate a leggere o a leggervi. Avevo chiesto l’eliminazione dei commenti a furia di leggere frasi offensive ed arroganti. Ho deciso di riaprirli su richiesta di alcuni di voi. Mi dispiace perché c’è gente educata e competente. Regolarmente sommersa dall’incompetenza e dall’arroganza.

Fate pure, non me ne importa un fico. La cosa più comica è essere accusato di fare una crociata contro Raikkonen da gente che scassa i maroni con Raikkonen da una vita. Quattro gatti, sia chiaro, tutta roba trascurabile. Quindi, trascuro, trascurerò. Addio.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

136 risposte a “Altre risposte

  1. Credo che questo sia il sistema più democratico per dire la propria idea.. Ma purtroppo mio caro Giorgio a volte l’eccesso di democrazia è peggio della dittatura. Molti qui, compreso il sottoscritto ti reputano una delle poche voci autorevoli in questione Formula 1 e anche se a volte le idee sono contrastanti ( come ovvio che sia ) ci sarà sempre rispetto verso il tuo lavoro..
    Dario

  2. BRAVISSIMO GIORGIO TERRUZZI!!!
    Mi sono registrato al sito unicamente per esprimere tutta la mia stima nei confronti di uno dei POCHISSIMI giornalisti esperti di formula uno in Italia che, pur mostrando le proprie simpatie per un pilota piuttosto che per un altro, riesce tuttavia a mantenere la propria obiettività e a mostrare tutta la competenza necessaria per il lavoro che svolge. Ho apprezzato in particolar modo la sua astensione da quel “gioco al massacro” cui è stato sottoposto Schumacher da parte di tutti i media italiani: lei lo ha sì criticato a seguito di prestazioni opache, ma ha anche saputo elogiarlo per quelle gare in cui ha mostrato sprazzi del suo talento. Ci tengo inoltre a ricordare che lei è stato il primo (per non dire l’unico) ad intuire le enormi difficoltà cui Schumi sarebbe andato incontro nel caso di un suo eventuale rientro: e sto parlando del suo rientro mancato in Ferrari nel 2009, quando tutti gli altri giornalisti incompetenti gongolavano all’idea di un ritorno del tedesco, pronosticando per lui risultati strabilianti (andatevi a rileggere su questo sito l’articolo “Schumi che sciocchezza!” per capire di cosa sto parlando…). Ecco, credo che il valore di un giornalista si misuri anche da queste cose. Altri, di cui faccio volutamente il nome (Pino Allievi e Alberto Sabbatini, solo per citare i più noti), hanno già da diverso tempo abbandonato la strada del giornalismo sportivo serio, puntando più sull’approccio “tifosesco”, condito di sterili polemiche e scarsi contenuti tecnici (di Allievi in particolare basta ricordare la questione della mail tra Alonso e De la rosa durante la spy story per capire il suo valore come “giornalista”…). Vagando per i forum o semplicemente leggendo i commenti dei lettori del giornale Autosprint, infatti, si percepisce l’insoddisfazione di quelli più affezionati (e quindi più esigenti) causata dal progressivo “imbarbarimento” della rivista. E mi ci metto anch’io in questa lista, avendo infatti notato questo trend negativo, con articoli sempre più faziosi e banali, arrivando a punte di “fanatismo asturiano” in corrispondenza dei periodi più caldi della stagione motoristica (per intenderci, il finale di stagione 2010). Periodo nel quale, con stile squisitamente calcistico, non hanno di certo risparmiato frecciatine tutt’altro che benevole alla scuderia “nemica”, rea di chissà quali colpe nella gestione dei suoi piloti. Sia chiaro: è inevitabile che in Italia si simpatizzi per la Ferrari, così è stato in passato e così sarà sempre. Ma a mio modo di vedere è una cosa tutto sommato giusta, e situazioni del tutto analoghe si verificano in altri paesi con altre scuderie. Però se c’è un aspetto fondamentale che distingue l’appassionato di formula 1 dal tifoso medio di calcio è proprio la possibilità di poter apprezzare e “tifare” (nel senso più genuino del termine stavolta) un pilota che non sia per forza italiano o che non corra per una scuderia che sia per forza la Ferrari. Secondo me cercare di esportare questo atteggiamento da stadio nel mondo della formula 1 è inaccettabile. E non credo che tutto questo si faccia per chissà quali “oscure trame”: semplicemente per vendere qualche copia in più, o per alzare di qualche punto percentuale i dati dell’auditel, cercando di accalappiarsi i favori di tanti improvvisati tifosi di formula 1, che vedono rosso e quindi esultano, che vedono blu e quindi fischiano. Ovviamente mi farebbe piacere sapere una sua opinione a riguardo, ma mi rendo conto che giudicare l’operato di altri colleghi potrebbe risultare fastidioso, per non dire scorretto. Nel qual caso, il mio post è da intendersi come un semplice sfogo.
    Cordiali saluti e continui sempre su questa linea
    Luca S.

  3. > grande terruzzi !!troppa ignoranza e volgarita’ …

    neanche a me sono piaciuti molto i tifosi ferrari a monza comunque dovremmo tutti essere piu’ tolleranti nei confronti di chi ancora acquista patacche made in fiat

  4. terruzzi….i piloti come kimy e stoner non piacciono A VOI GIORNALISTI o agli sponsor in generale perchè sono gente che fa esattamente cio che cavolo vuole fregandosene di tutto il sistema ipocrita e falso montato intorno loro,e colpevoliu SIETE SPESSO VOI GIORNALIUSTI..che tirate fuori articoli appositamente per fare polemica…,kimy è un grande che poteva essere tra i piu grandi in assoluto…se non lo è diventato è perchè si è rotto e giustamente..di quel mondo.MA IL SUO TALENTO è E RIMANE IMMANE…

  5. grande terruzzi !!troppa ignoranza e volgarita’ …che la gente si ricordi che i commenti vengono letti anche da ragazzi che si avvicinano al mondo dello sport(in generale) vergognoso!!!!

  6. > speriamo che la Subaru del figlio del falegname sia assicurata a dovere

    purtroppo alla vista della seconda bombola del nos l’assicuratore si e’ tirato indietro comunque alla fine se ne e’ trovato uno piu’ flessibile che per trenta denari ha assicurato il tutto stranamente e’ la stessa cifra incassata da stepney per mettere in piedi la farsa della polverina magica e questo ci dovrebbe far pensare anche perche’ ricordo bene che oltre alla polverina giuda iscariota aveva dato anche un sacchetto per trasportarla e biglietti omaggio per la stagione del baseball 2011 ed entrambi sono stranamente spariti ora io non voglio accusare nessuno ma so anche massa segue il baseball altrimenti non si spiegherebbero le mazzate che incassa puntualmente nei box ferrari forse non ha capito bene le regole del gioco o forse domenicali gliele ha spiegate anche troppo bene comunque forza grande robert

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *