Vettel da paura

Vettel che abbassa la pole dell’anno scorso di 1 secondo, che rifila un giro
scarso al resto del gruppo, che sfiora i muretti, che ha l’occhio pallato,
avrebbe dovuto vincere il mondiale il mese scorso! Perchè, inutile girarci
attorno: il ragazzo è in uno stato di grazia da far paura e va bene che
guida un razzo, ma sto razzo bisogna pur guidarlo, come dimostra bene il pilota
più treste del mondo e del momento: il povero Webber. Continua a leggere