Nato per vincere

E’ campione del mondo, lo è per la seconda volta. Casey Stoner è uno nato per la moto, anzi, nato per vincere con la moto. Non certo nato per stare nel paddock, in tv, tra sponsor e tifosi. Nel suo mondo ideale si arriva, si vince e si torna a casa; in campagna con le mucche, i canguri e Adriana sempre lì, silenziosa ma vicina. Guardandosi indietro a 26 anni Casey vede una vita da adulto, di quelle vissute a fondo. Un papà che spinge – troppo secondo lui – per averlo, già bambino, dominatore di tutto ciò che si può sugli sterrati australiani.

Una 250 motomondiale guidata da pazzo nel 2002, poi la 125 e ancora il ritorno in 250 con cui accarezza e butta a Phillip Island un mondiale nel 2005 che finisce dritto dritto nelle mani di Pedrosa.

Che fosse un ragazzo difficile da gestire ce lo diceva sempre Lucio Cecchinello che non riusciva nè a sfruttarlo per quel che poteva dare, nè a separasene per i guizzi affascinanti che produceva. Ma nel 2006, con la Honda Motogp cade 23 volte, che son troppe per Cecchinello che paga e son buone per chiamarlo “Rolling Stoner” pensando che uno così, tutto talento e poca testa, dove vuoi che vada.Livio Suppo lo fa suo l’anno dopo in Ducati e “Rolling Stoner” non c’è più. Serve tempo per capacitarsi che sia proprio lui il pilota così veloce e così costante da vincere 10 gare e il titolo mondiale nell’anno 2007, il peggiore di Rossi (prima del 2011).

Negli anni successivi la sua Ducati si fa sempre più rigida e difficile, la concorrenza cresce, le sue Bridgestone diventano le gomme di tutti. Rossi lo prende di punta e lo strapazza dal 2008, il nervosismo lo divora e insieme ad una intolleranza alimentare lo stende fino a metterlo in fuga per tre indimenticabili mesi del 2009 che segnano l’inizio della fine del suo rapporto con Ducati. Il suo 2010 da ducatista è solo di transito. Cade molto e nei momenti sbagliati, accusa la moto, ma servirà la conferma di questo Rossi disastroso del 2011 per scoprire che Stoner aveva ragione.

Per scoprire che con una moto ottimamente normale come la Honda tra le mani è qualcosa di più di un gran pilota. È un fenomeno assoluto, che cade poco, vince da matti, si concede per niente, pensa alla sostanza, ad un futuro- possibilmente molto prossimo – lontano da qui dove ha lasciato il segno, ha aperto un’era, ha chiuso tutti i suoi conti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

36 risposte a “Nato per vincere

  1. ciao guido, ciao loris, ciao nico, il leatt brace non avrebbe salvato Marco x la terribile dinamica dell’incidente, ma ho sentito dire da tutti gli esperti del settore che il collo non può essere protetto ma non è così.

    io sono un crossista, uso da anni il neck brace…protegge l’iperflessione iperestensione del collo.
    questa è la versione x moto stradali.
    http://www.leattbraces.com/moto-neck-braces/stx-road-neck-brace.html

    spero che questo messaggio venga letto dai diretti interessati e che un domani possa migliorare la sicurezza di tutti i motociclisti.

    mi unisco al dolore della famiglia, ciao Sic ci mancherà tanto il tuo sorriso!

  2. guardando con un buon progamma di moviola l’incidente di simoncelli,posso dire che l,urto con edwards ha spinto simoncelli sotto la propria moto addirittura passando davanti alla moto,e purtroppo la ruota che l’ha preso sul collo facendo saltare via il casco era proprio quella della sua moto,questa secondo me è proprio sfiga non ho parole.

  3. supernova27
    Io non credo alla jella!
    Io non ho detto nulla ma la vittoria di Stoner l’ho beccata.
    Non sapendo che veniva a piovere avevo messo Pedrosa più avanti, ma il duello Sic Dovizioso ho beccato anche quello…

  4. Vi spiego meglio cosa a fatto Valentino su DUCATI:a valencia nei test a girato 1 secondo e 431 millesimi peggio di se stesso in prova con la yamaha e 1 secondo e 962 millesimi peggio di Stoner su ducati .Ha ottenuto gli stessi punti di Hayden 139 contro i 132 .Lo stesso miglior piazzamento di Hayden, un terzo posto per entrambi,lo stesso identico piazzamento che Niki aveva ottenuto anche negli altri due anni di ducati (quando sembrava che questa moto volasse)esattamente un terzo posto all’anno.La differenza tra Stoner e Hayden mi sembra sia stata un tantino differente :nel 2009 Stoner 220 punti 4 vittorie 1 secondo 3 terzi posti , Hayden :104 punti e un terzo posto.Nel 2010 Stoner 225 punti 3 vittorie 2 secondi 3 terzi posti , Hayden 163 punti e un terzo posto . Io credo che Ducati non abbia preso Valentino pensando che ottenesse gli stessi risultati di Niki, al di la del valore della moto,ma che facesse ancor più la differenza rispetto a Stoner , in realtà il suo gap rispetto a Stoner non è più cambiato da quel 10 Novembre a Valencia quando si è beccato quasi 2 secondi dal miglior tempo di Casey sempre su Ducati.Del resto che la Ducati 800 sia stata una moto particolare lo hanno capito tutti se no come si spiega che Stoner ci ha vinto 23 volte e tutti gli altri 0 (escluso Capirossi che ci è riuscito una volta).Io da Rossi mi aspetto che faccia il doppio dei punti di Hayden (che non è mai stato un fenomeno e in moto gp ha vinto 3 volte,non certo un fulmine, ma se per voi Vale ha dato il massimo del suo talento quest’anno per me va bene così(non credo ha Ducati).

  5. CadaloraFalappa ti quoto in pieno….purtroppo molti non riescono o non vogliono vedere la realtà..sembra quasi che vivano in un mondo di sogni,dove le vittorie e i meriti,sono solo un’esclusiva del loro beniamino.
    Ps..stavolta il pronostico di Phillip Island lo azzeccato io..e non dirmi che ho portato iella a Jorge,non mi permetterei mai.
    Un lamp. a tutti

  6. cmq nel 2008 rossi non strapazza nessuno vince con una moto migliore della ducati, a moto invertite in confronto è successo anche peggio!!! nel 2009 e 2010 forse è stato strapazzato, nel primo anno ha avuto problemi di salute il secondo di avantreno, qualche scusante ce l’ha!!!

  7. @Brian1973
    Uno lo potrebbe anche leggere il tuo commento
    però inizi male:
    “onore a Stoner che è un gran pilota e un gran manico, tutto quello che si vuole, però, c’è sempre un però”
    E che pa77e veramente che siete! C’è sempre un però, se il mondiale non lo vince Rossi c’è sempre un Però.
    L’articolo è Nato per vincere: Stoner ha vinto? SI, punto!
    Ha vinto 39 Gp, 23 dei quali con la M3rda di moto, cioè più della metà!
    Cosa deve fare questo povero pilota per dirgli semplicemente bravo? Deve vincere una gara su Saturno?
    Poi però non vi lamentate…

  8. 1. I soliti luoghi comuni:anno 2007,con quella ducati avrebbero vinto tutti:Capirossi 8°nel mondiale dietro anche alle SuzuKi di vermeullen e Hopkins.Con quelle gomme era troppo facile :2° in classifica Pedrosa Michelin,3° valentino Michelin.La ducati deve ascoltare Melandri:17° in classifica con 51 punti,miglior piazzamento 5°,Stoner 2° 280 punti,6 vittorie , 3 secondi , 2 terzi posti.Se Stoner che è scarso va così chissa cosa combina Vale:Valentino 7°in classifica , 139 punti,miglior piazzamento 1 terzo posto;Hayden 8° in classifica , 132 punti,miglior risultato 1 terzo posto :che differenza!!!!!!!!!!!!!!!!!! La honda di quest’anno è imbattibile:2° nel mondialeLorenzo su….. Yamaha,Super Sic 6° nel mondiale a pari punti con la ducati di Vale definita una moto di m.Meditate sportivi,meditate.Meda quest’anno Stoner non è caduto poco.non è mai caduto 15 gare , 15 podi be ,escluso quando è stato steso.

  9. finalmente tutti ora stanno riconoscendo il valore di questo ragazzo, formidabile campione e sublime pilota!!!
    e tutti possono, alla luce di quello che sta accadendo oggi in ducati con il 46, capire quanto sia stata formidabile l’accoppiata Casey-Ducati in questi anni!!! ora però sarebbe anche giusto che voi giornalisti (tifosi) del solito noto personaggio facciate anche uno speciale per rendere omaggio a questo autentico fuoriclasse della motogp: CASEY STONER N.27!!! 🙂
    un’ultima cosa…vi piacrebbe che Casey si ritirasse presto vero?
    purtroppo per tutti i detrattori e gli speranzosi, di certo non lo farà “mai” prima di rossi!! 🙂
    anche perchè ha ancora tanti…ma proprio tanti fumi di scarico, sassolini nella scarpa e super-paghette da elargire a destra e manca!!!
    CASEY STONER WORLD CHAMPION 2011! CASEY STONER WORLD CHAMPION 2011! CASEY STONER WORLD CHAMPION 2011!!! 🙂

  10. Brian1973
    Approvo quello che hai scritto, e ti contesto solo una cosa: io, se consentito, qualcosa al talento di Rossi lo tolgo. Nel mio commento precedente ho scritto che Rossi va declassato da fuoriclasse a grandissimo campione, e ne sono sempre più convinto.
    Sulla non-competitività della Ducati si possono fare innumerevoli discorsi, partendo dalla ciclistica fino ad arrivare alla gestione della squadra corse, ma, come tu ben saprai, per valutare un pilota esiste parametro più attendibile dei risultati del compagno di squadra?
    La differenza fra una leggenda vivente e un “onesto lavoratore della Motogp” sono solo 7 punti?
    Cerchiamo di rivedere alcuni concetti, senza lasciarci andare a termini eccessivi dovuti al tifo sfrenato.
    Se poi si giudica Rossi dal numero di titoli vinti…. direi che è un modo di ragionare molto semplicistico, oserei dire quasi da bar. Allora Schumacher batte Senna 7 a 3, significa che Senna vale meno della metà di Schumi?
    I paragoni coi piloti del passato sono improponibili, perchè si parla di epoche diverse, moto diverse, piste diverse, avversari diversi.
    Certo, in passato qualche nome noto i miracoli li faceva, ed era capace di vincere con moto decisamente inferiori……. anche Rossi? No.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *