Tra Vettel e Senna

Pensava a Senna, il buon Sebastian, col cambio rotto a San Paolo. Come accadde ad Ayrton vent’anni fa, la Mclaren con la sola sesta marcia che arranca sino al traguardo. Ma le differenze sono un po’ eccessive per cercare l’abbinamento. Senna vinse qui nel 1991; Sebastian ha perso nel 2011. Non certo a causa del cambio, visti i tempi sul giro. Piuttosto, per offrire il primo regalo di Natale. Un regalo destinato a Mark Webber, povera stella, che ha così chiuso con un sorriso un anno tristo, rimediando il terzo posto nel Mondiale. Ai danni di Alonso, per un punto, il che offre una foto realistica della stagione Ferrari, nonostante Alonso, appunto, che ha corso sino all’ultimo Gran Premio da grandissimo campione.Sta qui, magari, l’accostamento Senna-Vettel perché anche Ayrton offrì la vittoria al proprio compagno e amico Gerard Berger in Giappone, sempre anno 1991, con il titolo ormai vinto. Questa gran voglia collettiva di riscoprire, ritrovare, ricordare Senna mette addosso un po’ di malinconia pensando ad un campionato bello solo per un pilota, Vettel, per un team, la Red Bull. Che hanno razziato le cattedrali della velocità senza fare prigionieri.

Per il resto una monotonia formidabile, con valori in campo sostanzialmente immutati durante la stagione. Sempre gli stesi a vincere, sempre gli stessi a perdere, nello stesso modo per giunta. Il conto lungo delle delusioni ha offerto immagini simboliche in Brasile. La collisione tra Schumacher e Senna, nel senso di Bruno, che ha cacciato entrambi in un purgatorio mesto; il ritiro di Hamilton mentre dava la caccia al solito Massa, un ritiro che fotografa una stagione con troppi bassi per un ragazzo che dovrebbe produrre alti stabili. Così, con tutto il rispetto per chi ha dominato, bene che sia finita. Sperando che ricominci con qualche macchina in più a lottare per il bottino grosso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

32 risposte a “Tra Vettel e Senna

  1. NE DEVE MACINARE DI KM VETTEL PER ARRIVARE AL LIVELLO DEI GRANDI DELLA STORIA. E’ GIOVANE, PERO’, E HA TUTTI I MEZZI PER DIVENTARE UNO DEI + GRANDI.

  2. per christian.78 ma di quali sorpassi stai parlando??????? boh…..non mi pare che quest’anno Alonso ci abbiama esaltato con milioni di sorpassi….. cmq aveva pure a stare dietro Massa visto che il brasiliano è il più incompetente pilota di F1 della storia come in questa redazione spesso ci ricordano (non è che forse lo fanno per esaltare i risultati di Alonso???? mah…) cmq facciamo cosi te tieniti pure il tuo alonso io preferisco piloti come Shumacher, Hakkinen e Raikkonen…..che hanno quando venivano sconfitti
    riuscivono cmq a trasmettere emozioni……

  3. statecollegati
    Non è vietato creare artificiosamente una depressione sul fondo vettura, altrimenti sarebbero vietati non solo i diffusori, ma anche i profili estrattori! (che in piccolo agiscono per ottimizzare i flussi d’aria in uscita, generando quindi un piccolo gradiente negativo di pressione). I profili estrattori sono stati l’unica parte del fondo della vettura “non piatto” a restare consentita dopo l’abolizione delle minigonne (1983), e sul regolamento c’è scritto solo che è il fondo delle vetture deve essere piatto (oltre alle dimensioni dell’apertura del diffusore, che la RB ha rispettato).
    E basta.
    Accrescere il carico della vettura sfruttando l’effetto Venturi durante la marcia è pericolosissimo perchè in pratica la vettura viaggia incollata a terra, e se per un motivo qualsiasi si dovesse interrompere la causa primaria di questa depressione (ad es. un incidente in cui la vettura perde il contatto al suolo con due o più ruote), il risultato sarebbe che la vettura si “scollerebbe” da terra (un pò come una ventosa quando si stacca), acquisendo un’energia cinetica enormemente superiore rispetto a una vettura a fondo piatto senza alcun dispositivo.
    L’esempio classico è l’incidente di Villeneuve: una volta sollevata da terra la macchina non ha perso un centesimo dell’energia cinetica, con conseguenze devastanti.

  4. se non è un super pilota poco ci manca…cosa ha piu vinto la benetton dopo di lui???(ha pure cambiato nome nel frattempo)quest’anno al contrario di massa è quasi sempre andato a podio con una macchina imbarazzante,ed ha praticamente fatto gli stessi punti di webber che guida una super macchina…per non parlare dei sorpassi fatti in gara,direi che tra lui e massa non c’è proprio storia,e se poi volete dargli pure la colpa delle gomme che non si scaldano o non lavorano come dovrebbero beh’ allora è anche inutile stare qui a parlarne…!!!

  5. TouchTooMuch girare con un carico che è 4 volte superiore al peso della vettura può essere pericolosissimo. Mi fai capire perchè dovrebbe essere pericoloso? La mia domanda è sincera nel senso, quest’anno è andata così e Vettel è giustamente campione del mondo. La Ferrari non è esente da critiche perchè già lo scorso anno avevano fatto proclami tipo: saremo competitivi da subito!!! Bla Bla Bla. Ma che senso ha vietarli adesso dopo che per una stagione intera non hai fatto nulla ed hai tollerato? Il mio dare del furbo a Newey e per sottolinerare il suo genio non certo per denigrarlo, ma soprattutto per sottolineare come il regolamento sia lacunoso o chi dovrebbe essere deputato a farlo rispettare.

  6. La Ferrari e la Red Bull, mi pare, la figura barbina la fecero contro la Brown GP che praticò solo un buco sul fondo vettura e nulla più. Quella si che era regolare a tutti gli effetti.

  7. TouchTooMuch – 29/11/2011 è giusto, e tu trovami nel regolamento dove è scritto che è vietato usare un ventilatore. Da nessuna parte ma il precedente ha fatto giurisprudenza, e anche se fosse scritto sarebbe la stessa cosa, quindi è vietato creare artificiosamente una depressione sul fondo vettura se non usufruendo di quello che è la peculiarità prima di una vettura da corsa, la velocità. Punto.

  8. per Christian.78 no alonso non mi ha ammazzato il gatto….e se come dici leggi i miei commenti come ben sai io non ho mai detto che Alonso è una pippa ma semplicemente non lo ritengo quel superpilota che da due anni a questa parte i vari Terruzzi, Mengo, Capella ecc ecc vogliono farci passare….. rendendolo con i loro articoli a dir poco un pò faziosetti pure antipatico un esempio?????ultimo Gp Alonso arriva 4° Grandissima gara di Alonso nonostante la Ferrari Massa arriva 5°(non 18esimo)il pilota fa il compitino e la Ferrari arriva al traguardo nonostante Massa…. io credo che un pò più di obbiettività non farebbe male……

  9. statecollegati
    Entrambi siamo d’accordo sul fatto che gli scarichi soffiati debbano essere vietati, perchè girare con un carico che è 4 volte superiore al peso della vettura può essere pericolosissimo. Difatti per il 2012 sono stati giustamente banditi.
    Le tue considerazioni quindi sono condivisibili: tu hai espresso semplici tue opinioni, che possono essere anche valide.
    Il punto è però un altro: nel 2011 il regolamento non vietava gli scarichi soffiati.
    Sei d’accordo o no? Vai a trovare il punto del regolamento 2011 che vieta gli scarichi soffiati, per favore. Vai a trovare dove è scritto che è vietato sfruttare i gas di scarico in fase di rilascio per aumentare deportanza. E smettiamola.
    La Red Bull ha vinto i mondiali con una furbata simile a quella della Lotus 1978, però assolutamente regolare con il regolamento in vigore al momento.
    Fine.
    Il resto sono chiacchiere.

  10. Una certa Alfa Romeo con Lauda inventò un ventilatore per aspirare aria dal fondo vettura ed attacarla a terra e fu subito vietato. Non conforme ai criteri aerodinamici per una vettura da Gran Prix F1. A questo punto la Ferrari o la McLaren piazzano un bel ventilatore dentro al buco sul fondo vettura ed aspirano aria in ogni condizione. Volete scommettere che le lattine prendono un sec. al giro? E allora!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *