La crisi colpisce anche la F1

Venti gare in calendario che rischiano di diventare 18. Dodici squadre iscritte che potrebbero diventare 11. Insomma anche in Formula 1 inizia a tirare una brutta aria. Si fa finta che la crisi, per il veloce baraccone gestito da Bernie Ecclestone, non esista. Ma i dati di realtà descrivono un altro scenario.
Sono appena quattro i team che godono di buona salute sotto il profilo finanziario. Red Bull, Ferrari, Mercedes e McLaren. Per quanto riguarda quest’ultima servirà comunque comprendere quanto peserà nel medio e nel lungo termine l’uscita definitiva della Mercedes dall’assetto societario. Continua a leggere